Crescita_ Reddito_Valore azioni

Investimenti a lungo termine: come scegliere le azioni?

Visualizzazioni: vista 35
Momento della lettura: 7 verbale



Qualsiasi operatore che ha deciso di smettere negoziazione intraday, si pone la domanda: quali criteri utilizzare per la scelta delle azioni per investimenti a lungo termine e quali vale la pena prestare attenzione in prima persona. In questo caso, il trader dovrebbe partire dal più semplice: guarda prima di tutto quegli indici che appaiono sulla rete e sono disponibili per ogni investitore non desideroso di entrare nei dettagli.

Ecco un esempio di una panoramica aziendale da un sito Web.

il reddito dell'emittente, l'utile per azione (anno su anno), il rendimento del dividendo

Cioè ciò che vediamo sono le principali informazioni sulla società: il reddito dell'emittente, l'utile per azione (anno su anno), il rendimento del dividendo. Prima di investire a lungo termine, è fondamentale prendere una decisione sul tipo di reddito che si prevede di ottenere dai propri investimenti; che può essere diviso in tre gruppi:

Rendimento dei dividendi

Il tipo più semplice di analisi è la ricerca di titoli con un buon rendimento da dividendi, che si riflette anche nella panoramica di una società, vale a dire che non è necessario approfondire le informazioni finanziarie della società. Facendo un passo su questa strada, l'investitore può già calcolare i possibili profitti, tenendo presente i dati precedenti sui pagamenti dei dividendi e scegliere una società che li soddisfi. Esiste il rischio che le azioni dell'emittente prescelto diminuiscano di prezzo, ma nel caso di società di investimento a lungo termine che pagano buoni dividendi sono finanziariamente stabili e, nel peggiore dei casi, le loro azioni vengono negoziate in un intervallo o le azioni scendono di prezzo insieme al declino degli indici azionari, vale a dire praticamente tutti i titoli azionari negoziati sul mercato diminuiscono di prezzo. Usando tali tattiche, puoi aspettare che passino i tempi difficili sul mercato, mentre il tuo deposito cresce ogni anno; e se le azioni aumentano di prezzo, avrai un reddito aggiuntivo che può eccedere la somma del tuo investimento più volte.

Ad esempio, la più grande compagnia di investimento del mondo BlackRock (NYSE: BLK), che gestisce oltre 6.5 trilioni di dollari, sta attualmente pagando un dividendo di 12.02 USD per azione, pari al 2.5% a / a; il rendimento non è molto elevato, ma la società paga regolarmente i dividendi e negli ultimi 10 anni il suo prezzo delle azioni è cresciuto di 10 volte.

Blackrock Inc.

Puoi anche scegliere diverse strategie con dividendi. Ad esempio, puoi comprendere il tuo portafoglio di società che spendono più denaro per il pagamento di dividendi. Tali pagamenti riducono la capitalizzazione della società e questo denaro non partecipa all'ulteriore sviluppo dell'emittente; quindi, possiamo dire che solo le società finanziariamente stabili possono permettersi dividendi elevati, il che significa che c'è una buona probabilità che i loro titoli possano aumentare di prezzo. Di seguito puoi vedere un esempio di aziende che spendono più denaro per i dividendi:

Prezzo per azione, USDDividendi pagati annualmente, miliardi di dollariRendimento delle scorte per 10 anni,%
Royal Dutch Shell (NYSE: RDS.A)63.5015.67513
Microsoft Corp. (NASDAQ: MSFT)140.0013.81700
Exxon Mobil (NYSE: XOM)140.0013.81700
Apple Inc. (NASDAQ: AAPL)208.0013.71600
AT&T Inc. (NYSE: T)33.0013.4122

Come puoi vedere, nessuno di questi titoli ha mostrato una redditività negativa negli ultimi 10 anni, mentre alcuni hanno dimostrato una redditività superiore al 100%. Queste informazioni suggeriscono che non dovresti fare affidamento solo su un'azienda in quanto ciò aumenta la possibilità di scelta sbagliata; inoltre, si dovrebbe tener conto anche della forza maggiore che può deteriorare gli affari di una sola società; ecco perché il tuo portafoglio dovrebbe essere composto da diversi titoli e diversi settori economici.

Il secondo modo è scegliere una società con un'alta percentuale di rendimento da dividendi. Tuttavia, questo approccio è più rischioso in quanto esiste la possibilità di acquistare azioni di una società che fallirà in futuro; quindi, dovresti studiare la dinamica dei pagamenti, da quanto tempo l'azienda paga i dividendi, quanto spesso paga e come lo stock reagisce ai pagamenti.

Ad esempio, esiste un emittente con un rendimento da dividendi superiore all'85%, ma il prezzo delle azioni è in calo negli ultimi 3 anni e la società stessa sta lavorando con una perdita costante. In tale situazione, possiamo concludere che in precedenza gli azionisti avevano portato via la maggior parte dei profitti dell'azienda, impedendole di investire nel suo sviluppo.

Comunicazioni LSC

Questo è il motivo per cui dividendi molto elevati possono deteriorare il lavoro a lungo termine dell'emittente e in tale situazione il rendimento da dividendi non coprirà le perdite derivanti dal declino delle azioni.

In ogni caso, possiamo andare più modesti e prestare attenzione alla riduzione del rendimento da dividendi e dell'utile netto dell'emittente. Ad esempio, il noto Ford (NYSE: F) spende circa 3 miliardi di dollari in dividendi, la cui redditività è del 5.9% a / a, ma dopo tutti i pagamenti la società ha ancora oltre 1 miliardo di dollari di utile netto, che può spendere per il suo ulteriore sviluppo; per di più, i suoi titoli sono ora negoziati al minimo di 10 anni, il che li rende interessanti per gli investitori. Tutto sommato, i grandi dividendi (rispetto ai concorrenti della società) e la presenza di un utile netto possono essere una fonte di informazioni più affidabile nella ricerca di un titolo adatto per un portafoglio a lungo termine rispetto alla semplice redditività.

Aziende sottovalutate

Un altro modo efficace di fare trading è cercare società sottovalutate dagli investitori, specialmente in tempi di crescita del mercato. Vi sono alcuni criteri per definire che le azioni dell'emittente sono sottovalutate; sfortunatamente, ciò non significa che i titoli aumenteranno presto di prezzo, solo perché richiede che altri operatori del mercato prestino attenzione a questi titoli e li acquistino di sicuro, altrimenti la mancanza di domanda comporterà un calo dei prezzi.

Da un lato, il mercato è molto semplice: se aumenta la domanda, il titolo aumenta; in caso di aumento dell'offerta, lo stock diminuisce. Se sei riuscito a trovare una società che dovrebbe costare più volte le azioni, secondo te, ciò non porterà necessariamente alla loro crescita fino a quando l'opinione degli altri investitori non sarà in linea con la tua. In questo caso ci sono raccomandazioni di analisti, pubblicazioni di agenzie di rating, previsioni sulla gestione delle aziende: tutte hanno lo scopo di attirare l'attenzione degli investitori sullo stock che considerano sottovalutato; allo stesso tempo, le definizioni dello stato sottovalutato possono differire. Lo sviluppo di nuove tecnologie ha migliorato la ricerca di tali stock di conseguenza. Attualmente, sul mercato esiste un intero carico di algoritmi che calcolano i coefficienti aziendali per la ricerca di titoli sottovalutati; quindi, se sei riuscito a trovarlo per primo, non dovrai aspettare a lungo.

Nel nostro caso, diamo un'occhiata a un semplice esempio di ricerca di un simile titolo, in particolare un'analisi comparativa di società concorrenti. Nel recente articolo about Nvidia (NASDAQ: NVDA). Ho confrontato 3 società e le azioni di una di esse sono risultate sottovalutate in quasi tutti gli aspetti; questo era Micron (NYSE: MU).

NvidiaAdvanced Micro DevicesMicron
Prezzo dello stock, USD1623140
Capitalizzazione, miliardi di dollari98.5134.1543.75
Azioni sul mercato, milioni di dollari60811011093
Utile netto, milioni di dollari39416840
Entrate, miliardi di dollari2.21.274.78
EBITDA0.440.092.38
Entrate operative, miliardi di dollari0.3580.0381.01
Contanti disponibili, miliardi di dollari7.81.196.68
Attività aggregate, miliardi di dollari14.024.3146.28
P / e30.77124.765.08
Galleggiante corto,%2.1610.383.44

L'analisi è stata effettuata il 9 luglio; da allora il prezzo delle azioni Micron è cresciuto del 20%; l'indice finale che definiva la società sottovalutata, era il coefficiente P / E, il più basso nella situazione attuale. Allo stesso tempo, l'utile netto e il reddito erano i più alti; infine, l'indice Short Float ha dimostrato un numero limitato di persone desiderose di trarre profitto dal calo del prezzo delle azioni.

Qui potrebbe emergere il pensiero che se il coefficiente P / E può aiutare a trovare titoli sottovalutati, può ugualmente aiutare a trovare quelli che negoziano molto in alto. Bene, questo principio dovrebbe funzionare in teoria, ma in pratica è diversamente.

Ci sono aziende promettenti che hanno appena iniziato il loro sviluppo e all'inizio attraggono molti soldi per aumentare la produzione o investire in nuove ricerche; a causa di ciò il P / E sarà quasi zero, mentre i loro titoli potrebbero costare 200-300 USD. Un semplice esempio: il Tesla (NASDAQ: TSLA) ha un P / E 0, ma le sue azioni costano 220 USD, mentre lo Short Float supera il 31%, che rappresenta una percentuale molto alta per le posizioni short nello stock.

Tesla P / E e prezzo delle azioni

Tesla ha sempre un P / E a 0, che non ha impedito ai suoi titoli di crescere da 27 a 360 USD, e i shortists, prestando attenzione ai debiti dell'azienda, hanno aperto posizioni corte e alla fine hanno perso circa 5 miliardi di USD. Hanno perso il fatto che l'azienda lavora con nuove tecnologie che non sono disponibili per altri produttori di automobili ed è stata, in sostanza, una società molto promettente, che è stata confermata da una forte domanda di elettrocar, surclussando la domanda.

Questo è il motivo per cui il terzo approccio all'investimento sta ricevendo entrate da azioni di società promettenti.

Aziende con alto potenziale di crescita

Gli emittenti più promettenti sono le giovani società che hanno appena iniziato a collocarsi sul mercato; di recente, sono più frequenti nel settore tecnologico e nelle biotecnologie; le loro scorte sono sempre promettenti perché la loro posizione dipende dall'invenzione di alcuni medicinali per una malattia difficilmente curabile, che può trasformare immediatamente la società da una perdita e non interessante per nessuno in una società redditizia e promettente.

Un esempio brillante qui sarebbe il Viagra, una medicina inventata dal Pfizer (NYSE: PFE). La ricerca clinica sul Viagra iniziò nel 1993 e apparve in vendita nel 1998, tuttavia, le informazioni sulla ricerca e lo scopo del medicinale divennero note prima che il Viagra entrasse sul mercato. Di conseguenza, la società ha acquisito un aspetto prospettico che ha fatto crescere le sue azioni di oltre il 900%; tuttavia, quando il Viagra è stato messo in vendita, la crescita praticamente si è fermata. Qui vediamo il lavoro del principio: comprare su voci, vendere su fatti.

Pfizer

sommario

Sul mercato non esiste un metodo di lavoro al 100% che ti faccia sapere che le azioni di una società cresceranno nel prossimo futuro, perché il loro prezzo è influenzato da molti fattori, il meno prevedibile dei quali è il fattore umano: alcune persone investiranno i soldi nell'azienda considerano promettenti, mentre altri compreranno solo perché il primo lo ha fatto, indipendentemente dal fatto che avessero ragione o meno.

Questo è come quando un cantante ha dozzine di canzoni ma solo una lo ha reso popolare, attraverso questo è stato davvero semplice e noioso dal punto di vista specialistico. Lo stesso vale per il mercato azionario: alcuni titoli non hanno alcun valore reale, mentre altre società generano profitti, ma al mercato non importa. Ecco perché gli investimenti a lungo termine richiedono un obiettivo chiaro. Quindi puoi scegliere una delle opzioni da questo articolo per raccogliere i potenziali titoli per l'acquisto; ovviamente, l'insider trading non può essere ignorato, il che significa che riesci a ottenere informazioni prima di altri trader, ma questa è una storia diversa.

Apri un conto di trading




Commenti

Articolo precedente

Che cos'è Margin Call e Stop Out?

Giocando sui mercati dei cambi, incluso il Forex, un trader si imbatterà inevitabilmente in fenomeni come Margin Call e Stop Out. Inizialmente sembrano essere sinonimi, ma in realtà i loro significati sono completamente diversi. Esaminiamo i termini più da vicino.

Prossimo articolo

Una settimana sul mercato: la BCE non è pronta ad agire; Il Regno Unito si sta preparando per la Brexit Hardcore

L'incontro di luglio della Banca centrale europea, il nuovo Primo Ministro della Gran Bretagna è un sostenitore della Brexit "hardcore", il rallentamento del PIL degli Stati Uniti, i record di utili netti di Twitter e i giganti di Internet negli Stati Uniti sono sotto inchiesta tra le principali notizie della scorsa settimana.