Cosa sono gli ETF? La guida dei mendicanti

Che cosa sono gli ETF? La guida per principianti

Visualizzazioni: vista 57
Momento della lettura: 4 verbale



Fondi negoziati in borsa e loro tipi

Exchange Traded Funds (ETF) sono fondi fiduciari di investimento i cui titoli sono negoziati in borsa. Un ETF indice replica la struttura del suo indice di base. Le azioni dell'ETF sono disponibili per le stesse operazioni delle normali azioni su qualsiasi borsa. Questo è uno dei vantaggi dell'ETF: le sue azioni possono essere negoziate per tutto il giorno di mercato purché il loro prezzo cambi in base al comportamento del mercato. In effetti, le azioni dell'ETF sono un nuovo tipo di titoli che consente di acquistare un intero portafoglio di azioni, obbligazioni, valute, ecc. Se diamo uno sguardo ai principali indici azionari, come Dow Jones, S&P 500 o RTS, noi vedranno i loro grafici mostrare una crescita stabile per molti anni, mentre le azioni di alcune imprese o persino filiali mostrano sia aumenti che diminuzioni.

l'ETF sull'indice S&P 500

Quindi, per gli investimenti a lungo termine e la diversificazione del rischio, l'acquisto di un indice si adatta meglio; Ma come lo facciamo? La raccolta di un portafoglio di tutti i titoli che compongono l'indice richiede una notevole somma di denaro (alcuni titoli sono piuttosto costosi) e spese aggiuntive per le commissioni. Qui, un ETF sull'indice desiderato può essere di grande aiuto. Presenta tutti i titoli necessari nella giusta proporzione, quindi per l'investimento sarà sufficiente acquistare l'importo desiderato delle azioni dell'ETF. La soglia di ingresso sarà minima, così come la commissione.

Il primo ETF è apparso in Canada nel 1990, poi nel 1993 negli Stati Uniti è apparso un ETF su un popolare indice S&P 500 - Standard and Poor's 500 Depository Receipt (SPDR, ticker SPY), noto anche come spider tra i trader. Quindi, gli ETF stavano guadagnando popolarità, diffondendosi in tutto il mondo. Esistono molti tipi di ETF; discuteremo i più importanti:

  • Indice ETF copiare gli indici mondiali più popolari, dando la possibilità di realizzare un profitto sulla loro crescita.
  • ETF sulle materie prime tenere traccia dei movimenti di prezzo di diversi beni di base: petrolio, oro, metalli industriali, elettricità, prodotti agricoli, ecc.
  • James Bond ETF forma portafogli di obbligazioni di diversi paesi e settori industriali.
  • ETF settoriali e industriali specializzati in titoli di società impegnate in un settore industriale.
  • ETF sui dividendi sono orientati verso le azioni di grandi società che generano entrate sostanziali dai dividendi.
  • ETF speciali sono impegnati ad acquistare beni specifici, come i fondi immobiliari.
  • ETF inverso crescere quando il prezzo per l'attività di base scende, consentendo di guadagnare sulla sua caduta.

Come e dove negoziare l'ETF?

L'ETF può essere scambiato in molti modi. Può essere negoziato speculativamente, infragiornaliero, a medio termine o come investimento a lungo termine; l'ETF può essere utilizzato anche per la copertura. Tutto dipende dalla tua strategia di trading: per gli investimenti a lungo termine, l'analisi fondamentale sembra migliore, mentre le speculazioni a breve termine richiedono un'analisi tecnica.

Gli ETF con una buona liquidità e uno spread ristretto sono strumenti di trading eccellenti. Uno dei più liquidi è lo SPY - l'ETF sull'indice S&P 500; è attivamente negoziato nel vasto mercato degli Stati Uniti; questo fondo è estremamente popolare tra gli operatori. Per il trading, dovrai aprire un conto in una società di broker, fornendo accesso all'ETF. Successivamente, tramite un terminale di trading, scegli un ETF e fai un acquisto, come con qualsiasi altro strumento di trading. Ad esempio, RoboForex consente di scambiare vari ETF tramite R Trader terminale.

l'ETF sull'indice S&P 500

CFD vs ETF: trading attivo o investimenti passivi

L'ETF è principalmente uno strumento per investimenti passivi. L'idea principale di investimenti passivi è rendere il minor numero possibile di movimenti ed evitare di correre davanti al mercato. Un investitore a lungo termine non utilizza la leva finanziaria, non vende a breve, non utilizza strumenti derivati ​​come futures e opzioni. È sufficiente scegliere un ETF adatto, acquistarlo e conservarlo fino a quando non si ricevono le entrate pianificate; le commissioni sono minime e su alcuni ETF puoi persino ricevere dividendi.

A CFD (contratto per differenza) è uno strumento marginale per scambi speculativi più attivi e di breve durata. Le commissioni sono leggermente più alte qui; viene spesso usata una leva di 1:10 o 1:20. Inoltre, dovrai pagare lo spread (la differenza tra il prezzo di acquisto e vendita) e la commissione per un rollover. Grazie alla leva finanziaria, le tue opportunità di trading sono migliorate: puoi acquistare più azioni; tuttavia, anche i rischi aumentano. Devi essere più attento al mercato, imparare a prevedere i possibili movimenti del mercato - tutto sommato, questo strumento è più adatto ai trader che agli investitori.

Vantaggi e svantaggi dell'ETF

I vantaggi sono i seguenti:

  • Facile da scambiare e disponibile;
  • Struttura del portafoglio trasparente e chiara;
  • Accesso agli investimenti in vari mercati internazionali da un unico account;
  • Compatibilità con diverse strategie commerciali, passive ("compra e mantieni") e attive allo stesso modo;
  • Una soglia iniziale bassa: puoi investire abbastanza pochi soldi;
  • Elevata liquidità: puoi sempre acquistare e vendere rapidamente;
  • Diversificazione, poiché l'acquisto di un ETF sta acquistando gli strumenti inclusi in questo fondo.

Gli svantaggi, quindi, sarebbero:

  • Commissioni di negoziazione: l'ETF raccoglie una commissione di gestione;
  • Un possibile aumento dei rischi dovuto all'uso della leva finanziaria;
  • Uniformità: è importante comprendere la struttura del proprio ETF al fine di evitare di investire in strumenti simili e raggiungere il necessario livello di diversificazione.

Nel complesso, ci sono più vantaggi che svantaggi, soprattutto rispetto ai fondi comuni di investimento.

I maggiori fornitori di ETF

Il mercato ETF è attivo, competitivo e in costante crescita. Allo stesso tempo, ci sono leader ovvi; ad esempio, l'80% dell'intero fatturato dell'ETF negli USA appartiene a 3 principali fornitori:

  • ETF iShares di BlackRock possiede la più grande serie di fondi di investimento iShares, acquistata durante la fusione di Barclays Global Investors nel 2009. Include oltre 500 fondi e quasi 650 miliardi di dollari.
  • Vanguard ETF è una società, fondata nel 1975, che riunisce circa 370 fondi e detiene oltre 5.8 miliardi di dollari. Vanguard fornisce agli investitori ETF gestiti attivamente; la società persegue inoltre la riduzione delle spese per fondi gestiti passivamente. La caratteristica peculiare dell'azienda è l'appartenenza a fondi propri.
  • ETF SPDR di State Street Global Advisors è una società fondata nel 1972 e che propone oltre 100 ETF. La maggior parte di questi sono noti come fondi SPDR. L'ETF SPDR S&P 500 (SPY) è il più vecchio e il più grande ETF con quasi 125 miliardi di dollari e principalmente scambiato in tutto il mondo

Apri un conto di trading




Commenti

Articolo precedente

Blocco sul Forex: descrizione della strategia

Un Lock è diverse posizioni aperte per uno strumento in direzioni diverse su un conto di trading. Ne discuteremo sull'esempio del Forex, fintanto che sui mercati azionari, negli Stati Uniti, bloccare uno strumento è illegale; si può solo coprire i rischi con altri strumenti (comprarne uno, venderne un altro). Il blocco è possibile anche con i CFD.

Prossimo articolo

Una settimana sul mercato (09/30 - 10/06): tasso di interesse RBA e flusso delle statistiche statunitensi

La fine di settembre e l'inizio di ottobre non saranno troppo stressanti in termini di notizie: gli eventi programmati in grado di influenzare le risorse chiave sono piuttosto pochi, mentre le statistiche macroeconomiche sono abbondanti.