11 regole per un'efficace gestione del capitale sul Forex

11 regole per un'efficace gestione del capitale sul Forex

Visualizzazioni: vista 64
Momento della lettura: 9 verbale



Non c'è successo Forex giocatore che ha raggiunto un risultato positivo e stabile senza un efficiente sistema di gestione del denaro. Una gestione patrimoniale ponderata e ponderata consente di giocare sul mercato ad alto rischio grazie a negoziazione marginale. In questo articolo daremo uno sguardo alle principali regole e principi della gestione del denaro sul Forex.

Regola № 1

La dimensione del margine non deve superare il 10-15% del deposito.

La dimensione del margine non deve superare il 10-15% del deposito.

Questa regola consente di calcolare il margine per l'apertura degli ordini. La somma rimanente è necessaria per il normale lavoro del trader e per evitare la forza maggiore sul mercato: il Forex può comportarsi in modo imprevisto.

Per quanto riguarda il margine suggerito, la sua dimensione massima non è sempre la stessa. Ad esempio, Murphy ha suggerito che non dovrebbe superare il 50%; tuttavia, altre fonti consigliano di attenersi al margine compreso tra il 5 e il 30% del deposito. Ad ogni modo, l'approccio dovrebbe essere in linea con la dimensione iniziale del deposito, purché più piccolo sia, più difficile sarà seguire la via conservativa.

Regola № 2

L'investimento in uno strumento o in un gruppo di attività con elevato coefficiente di correlazione non deve superare il 15% del deposito.

Questo aiuta a diversificare i rischi ed evitare una forte dipendenza dal risultato del commercio.

Sul Forex ci sono gruppi di strumenti come coppie di yen, gruppi di valute alleate come EUR / USD è GBP / USD, AUD / USD è NZD / USD, metalli come XAU e XAG e così via. Le coppie di valute di un gruppo normalmente si muovono nella stessa direzione, leggermente in ritardo l'una dietro l'altra. Pertanto, i grandi investimenti in uno strumento o le attività di un gruppo vanno contro le regole del controllo del rischio. I principi dell'uso efficiente dei fondi devono essere tenuti in considerazione. Il denaro dovrebbe essere allocato in modo tale che un trade che comporti una grande perdita non elimini il trader dell'intero deposito.

Regola № 3

Ogni strumento deve comportare un rischio non superiore al 5% del deposito.

Ogni strumento deve comportare un rischio non superiore al 5% del deposito.

Questa regola sembra piuttosto discutibile e la sua fattibilità in gran parte dipende dalla dimensione del capitale di negoziazione. Il rischio del commercio può variare da alcuni decimi di percentuale al 10-20%. Non riguarda gli operatori che non regolano affatto i rischi, l'unico limite è la dimensione del loro deposito.

Se ci rivolgiamo ai classici, l'anziano ha suggerito un rischio dell'1.2-2.0-5.0% per un trade, Murphy - XNUMX%.

Regola № 4

Definire il livello di diversificazione degli strumenti.

Indipendentemente dal fatto che la diversificazione sia uno dei modi più efficienti per proteggere il denaro, non si dovrebbe abusarne. Dovrebbe esserci un certo equilibrio tra concentrazione e diversificazione delle attività. L'eccessiva diversità degli strumenti utilizzati nel trading fa perdere la concentrazione al trader, il che può provocare una reazione prematura ai movimenti del mercato e una diminuzione della produttività.

L'allocazione di attività a 5-6 strumenti diversi di vari gruppi è considerata la più efficiente. Maggiore è il coefficiente di correlazione inversa, maggiore è il livello di diversificazione.

Regola № 5

Metti ordini Stop Loss.

Metti ordini Stop Loss.

Lo scopo principale di Stop Loss l'ordine è di limitare le perdite del commerciante. Alcuni li mettono ogni volta che aprono un commercio, altri lo fanno solo per il tempo della loro assenza dal loro posto di lavoro. Tuttavia, vale sempre la pena ricordare che il Forex è un mercato imprevedibile e che i movimenti delle coppie di valute possono essere rapidi e rapidi. Di conseguenza, gli operatori possono subire perdite eccessive, perché potrebbero non reagire in tempo, anche sedendosi davanti allo schermo del computer.

La dimensione di uno Stop Loss dipende da due fattori: l'entità della perdita che l'operatore è pronto a subire e la situazione sul mercato.

Lasciate che vi faccia un esempio. Il deposito del commerciante è di 1,000 USD. Il rischio di uno scambio è del 5%. Il volume degli scambi è 0.02 lotto. In tali circostanze possono permettersi una perdita di 50 USD e nel caso in cui il prezzo sia di 0.1 USD per lotto 0.01 per una coppia, come, ad esempio, con GBPUSD, lo Stop Loss non dovrebbe essere più lontano di 250 punti dall'ingresso alla posizione .

Tuttavia, un operatore dovrebbe tenere conto non solo dei valori, a seconda del rischio accessibile, ma anche della situazione del mercato. È il grafico dei prezzi che determina i punti per il posizionamento Stop Loss. E se il grafico ci dice di posizionare l'SL 300 punti lontano dall'ingresso mentre abbiamo solo 250 punti disponibili, l'ordine stesso richiede una revisione, in modo che il livello di rischio fosse conforme alle nostre regole di gestione del denaro.

Un operatore è interessato a porre uno Stop Loss il più vicino possibile al prezzo attuale per ridurre al minimo le perdite; tuttavia, il più delle volte porta a un risultato tutt'altro che desiderato. Il commerciante riceve molte piccole perdite che possono accumularsi in una somma sostanziale. Allo stesso tempo, arresti troppo remoti possono portare a grandi perdite in un colpo solo, eliminando tutti i profitti precedenti. Ecco perché si dovrebbero sempre seguire i movimenti del mercato, ponendo Stop Loss.

Regola № 6

Calcola il rapporto profitto / rischio.

Prima di aprire un trade, si dovrebbe decidere, quanto profitto stanno progettando di fare (dove posizionare un Take Profit) e quale perdita possono permettersi (dove posizionare uno Stop Loss).

Giocando sul Forex, un trader rischia sempre di perdere le proprie attività e potrebbe esserci molto più perdita rispetto alle negoziazioni redditizie. Inoltre, il primo può andare uno dopo l'altro, 3, 5 o 10 di seguito. Naturalmente, i test preliminari del sistema di trading su lunghi periodi di tempo aiutano a prepararsi a tali scenari. Tuttavia, il risultato finale dipenderà in gran parte dalla prevalenza quantitativa del profitto rispetto alle perdite. Al fine di creare una tale prevalenza dall'inizio, si dovrebbe entrare nel mercato solo quando il profitto atteso eccede possibili perdite almeno 3 volte. Detto in altre parole, il rapporto profitti e perdite dovrebbe essere di 3: 1 o più. In questo caso un trade redditizio può coprire tre perdenti e il trader sarà in grado di porre rimedio alla situazione, evitando un drawdown troppo profondo. L'attività del trader è massimizzare il numero di operazioni redditizie e minimizzare il numero di operazioni in perdita.

Regola № 7

Lavora con diversi ordini.

Lavora con diversi ordini.

Se un operatore è disposto ad aprire diverse posizioni, è consigliabile combinare ordini a lungo e medio termine.

Gli ordini della prima categoria vengono aperti nella direzione della tendenza principale, con l'obiettivo di una presenza a lungo termine sul mercato. In tali casi, le soste lunghe sono le migliori in quanto consentono di rimanere sul mercato durante i pullback e il consolidamento dei prezzi. Queste posizioni sono finalizzate a ricevere grandi profitti. Gli ordini a breve termine, a loro volta, richiedono soste più brevi e livelli di profitto. Il trading in tali casi ha lo scopo di ottenere piccoli profitti in ciascuna posizione e può avvenire lungo il trend o correggendo i pullback.

Regola № 8

Trading aggressivo e conservativo.

Il trading conservativo aiuta un trader a ottenere risultati più stabili a lungo termine, ma ha una bassa efficienza nelle negoziazioni a breve termine.

Il desiderio di ottenere il maggior profitto possibile in un breve lasso di tempo, alla base di un trading aggressivo, è possibile solo quando il prezzo si sta muovendo nel modo previsto. Nei tempi di inversione di tendenza, quando i giocatori passano alla negoziazione nella direzione opposta, le perdite subite dai trader aggressivi possono avere conseguenze disastrose.

Regola № 9

Rispetto della regola delle posizioni aperte.

Entrando nel mercato, ci sono alcune regole da seguire:

  • Uno scambio è aperto solo quando il segnale principale si combina con almeno un segnale minore;
  • Prima di aprire una posizione, i parametri di un ordine devono essere fissati saldamente: prezzo di apertura, volume di posizione, Stop Loss e Take Profit (ovvero limiti di rischio e rapporto profitti / rischi), nonché il tempo previsto di presenza sul mercato;
  • Quando si apre un ordine in controtendenza, è necessario selezionare i segnali di trading più attentamente e limitare la durata del commercio, senza contare su movimenti su larga scala;
  • Durante il periodo piatto è meglio limitarsi alla larghezza dell'area e mantenere le posizioni per un breve periodo.

Regola № 10

Rispetto dei principi di follow up degli ordini aperti e chiusura parziale prima di raggiungere gli obiettivi.

Quando i tuoi ordini sono sul mercato, prova a rispettare le seguenti regole:

  • Se il prezzo non ha raggiunto l'obiettivo prescelto e la situazione del mercato è cambiata, l'analisi tecnica parlando contro la previsione iniziale, chiude la posizione senza dubbio;
  • Chiudi parzialmente le posizioni, se ricevi una perdita maggiore di quanto ti aspettassi o se il prezzo ha raggiunto l'obiettivo. Non mantenere le posizioni per troppo tempo sperando in un profitto maggiore - il più delle volte si traduce in una riduzione del profitto o addirittura in una perdita;
  • Non fare nulla nei seguenti casi:
  1. Se subisci una perdita (indipendentemente dal fatto che sia grande o meno, pianificato o meno), aspetta un po ', non aprire nuove operazioni, sperando di recuperare immediatamente ciò che hai perso. Mantieni la calma e lascia che il mercato costituisca un segnale forte per l'ingresso;
  2. Se il prezzo si attesta allo stesso livello per molto tempo dopo l'apertura di un ordine, abbi pazienza, il tuo ordine potrebbe non produrre subito risultati positivi all'apertura;
  3. Se il prezzo non ha raggiunto l'obiettivo, ma la situazione del mercato è conforme alle tue previsioni.

Regola № 11

Rispetto delle regole di chiusura degli ordini.

Chiudi le tue posizioni nelle seguenti circostanze:

  • Il tempo previsto per la presenza dell'ordine sul mercato è scaduto;
  • Il prezzo ha raggiunto l'obiettivo stimato. Non sperare di più: spostando il Take Profit, stai infrangendo le regole di trading calcolate e stabilite;
  • Il prezzo ha raggiunto lo Stop Loss. La speranza di un'inversione imminente non va solo contro le regole della gestione del denaro, ma porta anche a maggiori perdite. Se fai trading in modo aggressivo e in grandi volumi, usando la media (ricaricando ordini perdenti), potresti perdere il tuo deposito ancora più velocemente. Esiste una regola non detta sul mercato: il prezzo farà inevitabilmente una svolta - subito dopo che il deposito è stato svuotato. Potresti non prendere la mia parola, ma è meglio che tu non ti assicuri.

Non appena inizi a elaborare le tue regole di gestione del denaro, prendi in considerazione quanto segue:

  1. Il collocamento di Stop Loss e Take Profit è obbligatorio. Alcuni trader utilizzano il blocco invece di Stop Loss, il che significa che la perdita non è bloccata ma coperta da un ordine contrario dello stesso volume o maggiore. Questa tattica è disponibile su una piattaforma di trading diffusa MetaTrader 4; la maggior parte delle altre piattaforme non fornisce questo servizio. Se sei un principiante nel Forex, questa opzione ti porterà solo a perdite più veloci. Non provarlo prima di acquisire esperienza in quanto i blocchi devono essere aperti nel modo giusto.
  2. Mantenere un equilibrio tra profitti e rischi. Ricorda che abbassandolo riduci il numero di tentativi di accesso al mercato e la riserva per errori futuri. Anche i trader esperti hanno molti tentativi sbagliati di entrare nel mercato, a volte molto più di quelli giusti, ecco perché dovresti aumentare le tue possibilità di vincere dal mercato.
  3. Effettuando una Stop Loss, tieni presente che dovrebbe essere ad almeno 40-50 punti di distanza dall'ingresso. La possibilità di "catturare" un picco o il fondo è piuttosto piccola, mentre uno Stop Loss posizionato troppo vicino ha praticamente il 100% di possibilità di innescarsi. Un errore all'ingresso è in genere da 10 a 15 punti, aggiunge circa 4-5 punti di diffusione e tiene conto della volatilità del "rumore" degli strumenti (circa 15-20 punti). Come puoi vedere, un "divario" per la dinamica dei prezzi gratuita non dovrebbe essere inferiore a 40-50 punti.
  4. Prendi in considerazione i calcoli precedenti, imposta un livello ottimale di Take Profit in relazione al rapporto profitti / perdite - non dovrebbe essere inferiore a 120-150 punti dal prezzo di entrata.
  5. Tale Take Profit può essere raggiunto in 2-3 giorni. Se durante questo periodo il prezzo non è andato nella giusta direzione, molto probabilmente si sposterà presto nella direzione opposta. Questo è il motivo per cui non è necessario mantenere la posizione e ottenere uno Stop Loss; dovresti chiudere meglio il commercio senza dubbio.
  6. Aprendo una posizione, fai il tuo margine non più del 10-15% del deposito, mentre il rischio dovrebbe aggirarsi intorno al 5%.
  7. Utilizzare uno Stop Loss per ridurre al minimo le perdite o proteggere alcuni profitti già generati dal commercio. Non dimenticare che più si avvicina al prezzo corrente, maggiore è la possibilità che si inneschi. Il prezzo può lanciare il tuo Stop Loss con una mossa inaspettata e correre verso l'obiettivo, lasciandoti indietro, quando è troppo tardi per entrare nel mercato.
  8. Non ricaricare mai un trade in perdita.

sommario

Abbiamo discusso una serie di raccomandazioni che saranno particolarmente utili per quei trader che hanno appena iniziato a giocare sul Forex. Man mano che diventerai più esperto, potresti elaborare le tue regole e i tuoi principi di gestione del capitale, ma lascia che quanto detto sopra sia le ossa che avvolgerai nei muscoli della tua esperienza.

Suggerisco di continuare a discutere le regole di gestione del denaro in questo argomento: nei commenti ci raccontano i tuoi principi di trading, condividi la tua esperienza in quanto può essere utile per qualcuno.

Apri un conto di trading




Commenti

Articolo precedente

FedEx: si sta ancora dirigendo verso il basso

L'anno scorso ho attirato la mia attenzione su FedEx). A quel tempo, i suoi titoli avevano appena iniziato il declino che continua fino ad ora. Di conseguenza, negli ultimi 11 mesi, il prezzo delle azioni è sceso di quasi il 30%. La ragione per l'inizio del declino è diventata l'azione di Amazon.

Prossimo articolo

Strategie di trading che sono state una rivoluzione: tre strategie di Linda Raschke

Linda Bradford Raschke è un trader famoso e di talento. È nata negli Stati Uniti nel 1959. Commercia da oltre 35 anni. Per cominciare, era solita aiutare suo padre quando era giovane. Quindi, ha lavorato allo scambio.