Una settimana sul mercato (10/07 - 10/13): verbali della Fed, Yen e nuovi motivi per vendere petrolio

Una settimana sul mercato (10/07 - 10/13): verbali della Fed, Yen e nuovi motivi per vendere petrolio

Visualizzazioni: vista 11
Momento della lettura: 3 verbale



L'inizio di ottobre è stato turbolento, quindi questa settimana gli investitori devono essere felici se ci saranno meno motivi per aumentare la volatilità. Tuttavia, vi sono motivi sufficienti per i movimenti nel calendario macroeconomico, nonché nell'elenco degli eventi di politica estera.

EUR / USD: tutta l'attenzione al verbale della Fed

EUR / USD: tutta l'attenzione al verbale della Fed

Per l'EUR / USD, ci sarà almeno un evento interessante sul mercato. A metà settimana, il sistema della Federal Reserve statunitense pubblica i verbali della sessione del 18 settembre, quando è stata presa la decisione di ridurre il tasso di interesse. È noto che tre membri della commissione monetaria hanno votato contro la riduzione del costo del credito. Per ora, non è così importante chi fosse, nei verbali gli investitori cercheranno i suggerimenti su ulteriori decisioni della Fed. Se ci sono segni dei piani della Fed di ridurre nuovamente il tasso quest'anno, il dollaro subirà delle pressioni.

Petrolio greggio: OPEC e OPEC + avranno un incontro tecnico

Petrolio greggio: OPEC e OPEC + avranno un incontro tecnico

Venerdì 11 ottobre il comitato monetario OPEC e OPEC + si riunirà. Normalmente, in tali incontri, discutono di questioni tecniche: gli attuali parametri di recupero del petrolio ma ancora sconosciuti al mercato, il rapporto tra recupero e domanda e alcune peculiarità dei paesi produttori. Se entro la fine della riunione emergono alcuni nuovi dettagli, la volatilità del petrolio deve aumentare. La probabilità non è troppo elevata, ma vale la pena prestare attenzione ai dati.

USD / JPY: l'interesse rimane elevato

USD / JPY: l'interesse rimane elevato

La scorsa settimana, la coppia USD / JPY è diminuita in modo significativo e l'interesse degli investitori rimane elevato a causa dei dubbi del mercato nella macrostatistica statunitense. Il Giappone stesso pubblica i dati sui nuovi ordini nel settore delle macchine, l'indice dei prezzi alla produzione e i volumi dei prestiti bancari, nonché il salario medio e la bilancia dei pagamenti. È improbabile che tutto ciò influenzi lo yen, ma i dati sulla spesa delle famiglie come indicatore principale dell'inflazione potrebbero invertire il movimento USD / JPY.

GBP / USD: la Brexit è complicata

GBP / USD: la Brexit è complicata

Ogni settimana continuiamo a parlare del fatto che la coppia GBP / USD è molto sensibile a qualsiasi notizia connessa al processo di uscita dalla Gran Bretagna dall'UE. La nuova settimana non farà eccezione e le discussioni chiave saranno collegate al confine con l'Irlanda. In precedenza, le parti hanno parlato di alcuni progressi nella sfera, ma non sono seguiti commenti. Se la pausa dura troppo a lungo, la sterlina cadrà di nuovo.

Mela: le scorte sono pronte a rinnovare le vette

Mela: le scorte sono pronte a rinnovare le vette

Questa settimana, i titoli Apple potrebbero rinnovare i prezzi massimi grazie alle indiscrezioni di mercato sulla fenomenale domanda per il nuovo iPhone 11. Normalmente, la società è molto cauta riguardo al volume degli ordini, ma uno di questi giorni ha notificato ai fornitori un aumento di la domanda per il prodotto in media del 10%, che è di circa 8 milioni di unità dello smartphone. Venerdì, le azioni sono costate $ 226.94 e il nuovo obiettivo dei tori è di $ 230.

Apri un conto di trading




Commenti

Articolo precedente

Strategie di trading che sono state una rivoluzione: tre strategie di Linda Raschke

Linda Bradford Raschke è un trader famoso e di talento. È nata negli Stati Uniti nel 1959. Commercia da oltre 35 anni. Per cominciare, era solita aiutare suo padre quando era giovane. Quindi, ha lavorato allo scambio.

Prossimo articolo

In che modo ADX può aiutare un trader?

l'ADX, o l'Indice di movimento direzionale medio, non è diventato così diffuso come, per esempio, l'RSI. È molto probabilmente dovuto alla complessità della sua formula; inoltre, è più un indicatore di tendenza e un principiante è raramente pronto a scambiare grandi movimenti con grandi Stop Loss.