Una settimana sul mercato: la Fed, la BCE e alcuni politici

Una settimana sul mercato: la Fed, la BCE e alcune politiche

Visualizzazioni: 1 vista
Momento della lettura: 3 verbale



Questa settimana promette alcuni interessanti eventi macroeconomici e, come al solito, un flusso di diverse statistiche di varia importanza. Gli investitori si sono riposati e non mostrano alcuna paura della volatilità.

La Fed è pronta a ridurre il tasso

La Fed è pronta a ridurre il tasso

Per uno di questi giorni, è prevista un'altra sessione del sistema della Federal Reserve statunitense. Sembra altamente probabile che il tasso di interesse scenderà all'1.50-1.75% all'anno. Questa riduzione si basa già sulle quotazioni EUR / USD ma il mercato sarà interessato a un'altra cosa: la Fed è pronta ad attenuare ulteriormente la politica creditizia e monetaria o farà una pausa? Il EUR / USD il comportamento dipenderà da questo e le fluttuazioni tra 1.1000-1.1150 non sono escluse.

La BCE: cambio di potere

La BCE: cambio di potere

Venerdì, il capo della Banca centrale europea Mario Draghi sarà sostituito da Christine Lagarde. La stimolazione dell'economia dell'Eurozona è iniziata, il QE funziona, ma gli investitori sono seriamente preoccupati che la BCE dovrà ridurre il tasso molto presto. Per il EUR questo può diventare un fattore di pressione a medio termine; tuttavia, è improbabile che Lagarde parli di questo problema appena entrato in ufficio.

Il PIL degli Stati Uniti: il diavolo è nei dettagli

Il PIL degli Stati Uniti: il diavolo è nei dettagli

Qui, abbiamo un altro driver della coppia di valute principale. Questa settimana, gli Stati Uniti pubblicano le statistiche dello sviluppo economico nel 3 ° trimestre. La previsione media è un aumento del PIL dell'1.6%, mentre nel trimestre precedente l'economia è cresciuta del 2.1%. Inoltre, i dati del 2 ° trimestre potrebbero essere modificati in peggio. Si scopre che l'economia americana ha bisogno di stimoli, che è una brutta notizia per il USD come potrebbe indebolirsi.

"Davos nel deserto": i punti di crescita dell'economia saudita

"Davos nel deserto": i punti di crescita dell'economia saudita

Questa settimana l'Arabia Saudita ospita il forum della Future Investment Initiative, chiamato anche "Davos nel deserto". Quest'anno gli Stati Uniti non lo boicotteranno, il che è un buon segno per gli investitori globali e riduce il rischio delle attività di cambio. Sta uscendo per vedere come il regno assegnerà il proprio reddito da petrolio. È improbabile che il forum influenzi Brent significativamente, anche se questo non è impossibile.

La Banca del Giappone: non è ancora pronto a ridurre il tasso

La Banca del Giappone: non è ancora pronto a ridurre il tasso

Questa settimana è prevista un'altra sessione della Banca del Giappone. Le decisioni sulla politica monetaria e sul tasso di interesse saranno prese. Il tasso attuale è dello 0.10% annuo ed è improbabile che cambi al momento. La BoJ non è ancora pronta a migliorare la stimolazione, temendo un aumento del debito nazionale. Tuttavia, è ovvio che è giunto il momento di agire, per evitare che l'economia cada nella versione finale della crisi. Per il USD / JPY, la conservazione della politica monetaria è una notizia neutrale, in questo caso, e lo strumento dovrebbe rimanere tra 108.50-108.90.

Apri un conto di trading




Commenti

Articolo precedente

Brexit: Pond Perspectives e Misty Horizons

Le discussioni sulla Brexit e le reazioni della sterlina sono state a lungo molto vivide. Il problema sembrava sul punto di risolversi, ma purtroppo la decisione è stata rimandata di nuovo. La sterlina è nervosa a causa delle complicazioni della Brexit e le sue prospettive sono direttamente collegate alla fine imminente del dramma.

Prossimo articolo

Trading delle notizie: come fare soldi sul PIL?

Come usi i dati del PIL nel trading? Nella variante classica, i dati del PIL significativamente più alti delle previsioni promettono una crescita della valuta nazionale, quindi gli acquisti sono prioritari. Al contrario, i dati sul PIL più deboli del previsto comportano un calo del tasso di cambio nazionale, quindi si consiglia di vendere. Inoltre, dovresti valutare il quadro tecnico e preparare un piano di trading.