Una settimana sul mercato (11/11 - 11/17): Powell, Statistics e Trump

Visualizzazioni: vista 0
Momento della lettura: 3 verbale



È improbabile che questa settimana sul mercato diventi troppo attiva: non è stato pianificato nulla di grave o influente. La stagione dei report aziendali è più che a metà strada e fornisce un quadro chiaro di ciò che sta accadendo; Le banche centrali hanno preso tutte le decisioni importanti; statistiche interessanti si concentrano nella seconda metà della settimana. Tuttavia, in queste circostanze, abbiamo ancora cose a cui vale la pena prestare attenzione.

USD: il discorso di Powell potrebbe aumentare la volatilità

USD: il discorso di Powell potrebbe aumentare la volatilità

Questa settimana, l'Eurozona pubblica la seconda lettura dei dati su Internet PIL nel 3 ° trimestre. Si prevede che l'economia si sia estesa dello stesso 0.2% della prima lettura. Se è così, EUR / USD non reagirà alle statistiche. Tuttavia, questa settimana, ci saranno molti altri eventi che provocano l'attività della principale coppia di valute. Ad esempio, ci sono due discorsi del capo della Fed Jerom Powell in programma al Congresso. Se i suoi commenti sono dedicati alla politica creditizia e monetaria o alla valutazione dell'economia, la volatilità del dollaro crescerà.

Trump parlerà del commercio e dell'economia

Trump parlerà del commercio e dell'economia

Il 12 novembre, a New York, ci sarà una sessione dell'Economic Club; il discorso del presidente Donald Trump sarà dedicato all'economia e al commercio. Tenendo presente quanto sia acuto il tema dei negoziati tra USA e Cina sull'accordo commerciale, è probabile che gli investitori ascoltino il discorso molto da vicino. Nel caso in cui il discorso di Trump sia verbalmente aggressivo, EUR / USD può rafforzare localmente.

BRICS: un incontro in Brasile

BRICS: un incontro in Brasile

13-14 novembre, in Brasile, si terrà un vertice di BRICS, in cui i partecipanti discuteranno della loro relazione. La Cina potrebbe fornire alcuni commenti spiacevoli sulle prospettive economiche che potrebbero danneggiare le valute dei paesi in via di sviluppo, incluso il USD / CNY.

IEA: l'eccessiva offerta di petrolio fa male ai prezzi

IEA: l'eccessiva offerta di petrolio fa male ai prezzi

Questa settimana è prevista la relazione annuale dell'Agenzia internazionale per l'energia sul mercato globale. È dedicato alle prospettive del 2020. Si presume che il prossimo anno il mercato delle materie prime presenterà un'eccessiva offerta di petrolio perché ce ne sarà prodotta di più, mentre la domanda rimarrà debole. Il mercato mondiale del petrolio era già caratterizzato e fornito. Un'ulteriore indicazione dell'eccessivo rifornimento di petrolio può esercitare pressione sul Brent preventivi e invio a 60.50. Tuttavia, è improbabile che un tale declino richieda molto tempo.

L'interesse per lo JPY potrebbe aumentare.

L'interesse per lo JPY potrebbe aumentare.

Mentre USA e Cina non sono in grado di raggiungere un accordo e le negoziazioni promettono di richiedere molto tempo, l'interesse per una risorsa così sicura come lo JPY potrebbe tornare. Potremmo vedere dei suggerimenti in questo momento. Allo stesso tempo, le statistiche giapponesi che saranno abbondanti questa settimana non hanno quasi alcuna influenza sullo JPY. USD / JPY la coppia può scendere a 108.50 in questa situazione.

Apri un conto di trading




Commenti

Articolo precedente

Rete contro copertura: qual è la differenza?

Il sistema di compensazione consente l'apertura di una sola posizione in qualsiasi direzione per uno strumento. Il sistema è utilizzato in tutto il mercato azionario. Per semplificare, il trader non può aprire contemporaneamente la posizione di vendita e di acquisto su uno strumento: le posizioni si chiudono a vicenda, gli ordini si aprono in una direzione sommando.

Prossimo articolo

Momentum: efficiente oscillatore o indicatore di tendenza?

Il momento è uno degli indicatori più semplici e popolari tra i trader. Come suo creatore, alcune fonti nominano un matematico francese Paul Émile Appell. Questo indicatore aiuta a definire la direzione del trend e la velocità della variazione di prezzo.