Come scegliere il tuo broker: Guida per il commerciante principiante

Come scegliere il tuo broker: Guida per il commerciante principiante

Visualizzazioni: vista 70
Momento della lettura: 5 verbale



Chiunque sia seriamente interessato al trading sui mercati finanziari dovrà inevitabilmente affrontare la necessità di scegliere un broker. Internet è pieno di varie offerte e annunci. A prima vista, sembra praticamente impossibile dire a un pessimo broker con una buona campagna pubblicitaria di un partner affidabile che fornisce un servizio di alta qualità. In questa recensione, discuteremo i criteri principali per distinguerli.

Licenza

Come scegliere il tuo broker: Guida per il commerciante principiante

Ogni broker deve essere autorizzato per la propria attività; le informazioni sulla licenza devono essere fornite sul sito web del broker. La licenza è un documento che consente al broker di svolgere le proprie attività professionali. Le licenze sono concesse da entità speciali - regolatori; sui loro siti Web ufficiali, puoi verificare se il broker ha la licenza.

Quasi tutti i paesi hanno i loro regolatori finanziari. Potrebbero essere entità statali, banche centrali, organizzazioni non statali e associazioni di attori del mercato. Ad esempio, i seguenti regolatori statunitensi ed europei sono considerati autorevoli e famosi: CFTC (Commodity Futures Trading Commission), FCA (Financial Conduct Authority of Great Britain), CySEC (Cyprus Securities And Exchange Commission).

Per ottenere la licenza, il broker deve possedere un capitale considerevole e soddisfare i requisiti di mercato. I broker vengono revisionati di volta in volta e, se vengono rilevate alcune violazioni, il regolatore può addebitare una commissione elevata o addirittura richiamare la licenza. I regolatori possono anche fungere da arbitri in caso di controversie tra il broker e il cliente.

attendibilità

Un criterio importante per l'affidabilità dell'azienda è la sua età. Se un'azienda sta appena iniziando la sua attività di broker, è possibile che non sarà in grado di fornire immediatamente servizi eccellenti o che chiuderà presto cadendo preda della rivalità. È più affidabile scegliere i broker che sono stati sul mercato per un minimo di 5, meglio di 10 anni. Come con il buon cognac, più invecchia, meglio è.

È considerata buona prassi per i broker Forex partecipare a organizzazioni che forniscono ulteriore protezione degli interessi dei clienti. Tali entità (FinaCom, Commissione per la regolamentazione delle relazioni tra i partecipanti ai mercati finanziari) non solo agiscono come arbitri nei casi di argomentazioni, ma accumulano anche fondi di compensazione. Questi fondi fungono da assicurazione se il cliente decidesse di avere ragione nell'argomento ma il broker rifiuta di pagare il risarcimento; quindi sarà pagato dal fondo.

Un team di supporto clienti rapido e professionale è anche un segno dell'affidabilità del broker. Una società seria ha diversi canali di feedback: area di un membro, e-mail, numero di telefono di supporto 24/7. Ad esempio, se la tua connessione Internet non è corretta, puoi sempre chiamare l'assistenza, chiedere le quotazioni correnti e aprire o chiudere le tue posizioni.

reputazione

Come scegliere il tuo broker: Guida per il commerciante principiante

Oltre ai due criteri di cui sopra, dovrebbe essere valutata anche la reputazione dell'azienda. Quest'ultimo implica la popolarità del broker, la sua apertura al cliente, la mancanza di forti scandali o problemi con il prelievo di denaro. In rete, ci sono molte risorse che forniscono valutazioni delle società di brokeraggio. Una buona compagnia con una chiara reputazione è probabilmente nella top ten della maggior parte dei voti.

La partecipazione regolare a mostre e premi in varie categorie contribuisce molto alla reputazione del broker. I premi confermano che il broker è dedicato al loro lavoro. Inoltre, la reputazione dell'azienda si riempie del feedback di clienti reali. Certo, ci saranno sempre quelli che erano insoddisfatti, ma la maggior parte del feedback su un buon broker sarà positivo.

Il sito Web di un'azienda è il suo volto. Dovrebbe contenere tutte le informazioni necessarie: licenze, storia dell'azienda, premi, condizioni commerciali, contatti. Un blog, un forum a sé stante è anche un bene per un'azienda. Tali risorse includono materiali di apprendimento, offrono l'opportunità di porre domande ai dipendenti dell'azienda o condividere i tuoi pensieri con gli attori del mercato tra pari.

Condizioni commerciali

Come scegliere il tuo broker: Guida per il commerciante principiante

Dopo aver verificato che la società disponga di una licenza, affidabilità e buona reputazione, è necessario valutare le sue condizioni commerciali. Di seguito, discuteremo di quelli più importanti ma dovresti prestare attenzione a quelli che sono cruciali per le tue preferenze di trading.

Deposito / prelievo di denaro

Prima di iniziare a fare trading, devi conoscere le condizioni di deposito / prelievo di denaro sul tuo conto. Sul sito web della società, dovrebbero esserci tutte le informazioni in dettaglio, comprese le banche e i sistemi di pagamento con cui il broker lavora, la dimensione della commissione, le valute disponibili e se è prevista la conversione di valuta.

Spread, commissioni, leva finanziaria

Una società di intermediazione seria normalmente fornisce diversi tipi di conti di trading con spread, commissioni e dimensioni della leva leggermente diversi. Dovresti studiare le condizioni di ogni tipo e scegliere quella che ti si addice meglio. Gli spread e le commissioni non devono essere molto più alti di quelli generalmente sul mercato; la possibilità di scegliere autonomamente la dimensione della leva finanziaria è una buona opzione.

Deposito minimo, valuta

Per i trader principianti, la dimensione minima del deposito potrebbe essere un criterio importante. Ad alcuni grandi broker occidentali non piace giocherellare con le "arachidi" e alzare la soglia d'ingresso piuttosto in alto. Quindi, devi assicurarti che le condizioni del broker siano adatte a te e controllare la valuta con cui puoi aprire il conto.

Strumenti finanziari disponibili

Devi assicurarti che il broker consenta di lavorare con gli strumenti finanziari che preferisci. Quanto a me, più strumenti offre l'azienda, meglio è. Offre l'opportunità di scegliere: se la situazione di trading su coppie di valute è scarsa, puoi passare ad altri mercati: cripto, petrolio, oro, ETF, azioni, ecc.

Piattaforme di Trading

Di norma, un buon broker fornisce accesso a diverse piattaforme di trading, a volte comprese quelle progettate dall'azienda. Devi sceglierne uno o più adatto a te. Se usi il trading mobile, assicurati che esistano versioni mobili delle piattaforme.

sommario

Come scegliere il tuo broker: Guida per il commerciante principiante

La scelta di un broker è un compito difficile che richiede la massima responsabilità. La società di broker dovrebbe presentare la licenza, l'elevata affidabilità, la buona reputazione e le condizioni commerciali adatte a te. Questo è necessario per lavorare comodamente sul mercato, senza paura per il tuo capitale e godendo di un servizio di alta qualità.

Apri un conto di trading




Commenti

Articolo precedente

Una settimana sul mercato (11/25/12/01): cerca e trova

La quarta settimana di novembre sarà tranquilla e noiosa, nel senso che non ci saranno quasi notizie scioccanti. Tuttavia, coloro che sono desiderosi di commerciare attivamente troveranno sempre ragioni per i movimenti anche in condizioni così noiose.

Prossimo articolo

Azioni Gazprom sottovalutate dal mercato

Tenendo discorsi in varie conferenze, il presidente Vladimir Putin menziona raramente il mercato azionario russo. Tuttavia, sul forum di investimento "Russia call!" ha fatto un'eccezione, prestando attenzione alla sostanziale crescita del mercato azionario, la cui capitalizzazione nel 2019 ha raggiunto 48 trilioni di rubli (762 miliardi di dollari). Ha menzionato in particolare Gazprom (LSE: OGZD).