Segnali sul Forex: dove cercare, come trovare, filtrare e creare

Segnali sul Forex: dove cercare, come trovare, filtrare e creare?

Visualizzazioni: vista 185
Momento della lettura: 5 verbale



Che cos'è un segnale sul Forex?

Se proviamo a descrivere brevemente come un nuovo arrivato inizia a fare trading, lo scenario dell'ingresso sul mercato sarà più o meno lo stesso. Innanzitutto studiano informazioni generali sui mercati, loro leggi dei prezzi; quindi il trader principiante viene a conoscenza del piattaforma di trading e il lavoro con gli ordini in pratica, e poi si tuffano nel mondo di analisi ed sistemi di trading.

In questa fase, devono scegliere il loro paradigma, stile, punto di vista per il loro futuro lavoro sul mercato. Ci sono due paradigmi principali: lo stocastico (che include previsioni, previsioni o indovinare la direzione del prezzo) e algoritmico (che include il trading insieme a un algoritmo e gestione del denaro) quelli.

Qualunque sia la parte che il principiante prende, dovrà inevitabilmente trovarne modelli dei segnali di comportamento del mercato per i cambiamenti della situazione, nonché per prendere decisioni commerciali. Pertanto, possiamo vedere che la base di qualsiasi modello di trading è il segnale.

Su Forex, sotto a segnale, intendiamo un complesso di circostanze, indicatori ed eventi che mostrano al trader in quale direzione dovrebbero aprire uno scambio, in altre parole, se dovrebbero comprare o vendere.

In ogni paradigma, i segnali si formano e sembrano diversi ma molte persone li mescolano. Il paradigma stocastico si basa su dati statistici e fondamentali. In altre parole, cerca di rispondere a una domanda generale: "In che modo: su o giù?", Ignorando quelli più dettagliati, come: "Su o giù a quale livello?", "Dove mettere una SL?", " Qual è la durata della vita del presunto movimento? ”O“ Cosa fare dopo la SL? ”.

Il paradigma algoritmico, al contrario, cerca di definire il livello, su cui vale la pena aprire un commercio, e i livelli del Take Profit ed Stop Loss. Possiamo persino trovare la risposta, anche se non molto esatta, alla domanda più difficile sulle prospettive del movimento.

Dove trovare i segnali? Tipi di segnale

Segnali in ritardo

Prima di discutere dove trovare segnali per il trading, dovremmo scoprire come si formano. Diamo un'occhiata a un classico esempio di due Medie Mobili attraversamento.

Segnali in ritardo sul Forex: attraversamento di due medie mobili
Segnali in ritardo sul Forex: attraversamento di due medie mobili

In questo esempio, possiamo vedere che il segnale da indicatori tecnici forme sul grafico dopo l'inversione del trend. Tale segnale può essere chiamato in ritardo di sviluppo perché è preceduto da un grave cambiamento nella dinamica dei prezzi.

Per un segnale precedente, il lasso di tempo e il numero di candelabri dovrebbero essere in linea. Ciò significa che su un arco di tempo più lungo viene analizzata meglio una quantità minore di candelabri.

Ad esempio, su D1, 5-10 candelieri sono i migliori, mentre su H1 - 20-25 candelieri. Tuttavia, qui dovremmo anche prestare attenzione al livello di volatilità dello strumento e calcolare il profitto potenziale, il che significa che non sopravvalutare la prospettiva o, almeno, utilizzare un Trailing Stop.

Con i parametri citati, su D1, il TP può essere compreso tra 100 e 300 punti, ma su H1 dovrebbe essere posizionato meglio tra 40 e 120 punti. Per quanto riguarda lo Stop Loss, dovrebbe essere posizionato in base al livello più alto / più basso (a seconda che tu venda o acquisti) nella tendenza prima dell'inversione.

As segnali principali, possiamo chiamare divergenza e convergenza (tra il prezzo e la dinamica dell'oscillatore).

Segnali guida

Se guardiamo l'immagine di divergenza, possiamo notare che le colonne rosse dell'istogramma ci hanno avvisato dell'inversione di tendenza molto prima delle linee di segnale del MACD lo confermò, attraversando. Questa è l'idea del segnale principale.

Principali segnali sul Forex: divergenza
Principali segnali sul Forex: divergenza

Nella foto con convergenza, la tendenza è cambiata praticamente al minimo di una tendenza al ribasso mentre la Croce delle linee si è formata molto più tardi. Questa è una situazione caratteristica dei piccoli tempi: da M1 a H1.

Segnali guida sul Forex: convergenza
Segnali guida sul Forex: convergenza

Sotto forma di aspetto, i segnali possono essere:

  • sciopero
  • attraversare
  • misto

Segnali di avvertimento

Segnali di avvertimento sono quelli che appaiono dopo un breakout di un livello di segnale. Questo può essere un frattale, supporto, linee di resistenza, la linea del segnale di un oscillatore, il punto di controllo sul Parabolic SAR.

Segnali di colpo sul Forex: Parabolic Sar
Segnali di colpo sul Forex: Parabolic Sar

Segnali incrociati

Segnali incrociati appartengono solo a quegli indicatori che confrontano la dinamica di almeno due linee di segnale di diversa scala. L'esempio standard è l'incrocio di due AdG. Tali segnali si formano sul MACD, ADX, Ichimoku Kinko Hyo, ecc.

Segnali incrociati sul Forex: due MA
Segnali incrociati sul Forex: due MA

Segnali misti

Segnali misti include sia breakout che incroci di linee di segnale che si formano una dopo l'altra. Tali segnali sono caratteristici del Stochastic dove le linee del segnale si incrociano entrando nell'area di ipercomprato e quindi interrompono la linea di ipercomprato all'80%. Segnali simili appaiono sul RSI ma anche con un segnale Moving Average.

Segnali misti su Forex: stocastico, RSI
Segnali misti su Forex: stocastico, RSI

Segnali di filtraggio

Il mercato fornisce sempre molti segnali diversi, ecco perché il trader deve sapere come filtrare i segnali.

Filtraggio è un buon metodo per ridurre gli scambi tossici e aumentare il numero di quelli redditizi. Filtrando i segnali, il trader non solo migliora il proprio trading, ma perfeziona anche la propria disciplina personale e professionale.

I filtri possono essere:

  • cross-indicatore
  • a che ora
  • livello
  • misto

Cross-Indicatore filtraggio significa ricontrollare i segnali di un indicatore su un altro, mantenendo in linea i parametri del segnale.

Filtro temporale aiuta ad eliminare i segnali in periodi non liquidi, ad esempio di notte, quando il trading diventa meno attivo.

Filtro di livello aiuta a filtrare i segnali di impulso sugli appartamenti. In altre parole, se un indicatore mostra una tendenza e puoi vedere un piatto stretto sul grafico, è meglio non scambiare.

Filtraggio misto include tutti e tre i modi.

Come creare segnali?

Questa espressione non è letterale perché il commerciante e l'indicatore non è colui che "crea" segnali, questo è il lavoro del mercato. Il tuo lavoro come trader è quello di formare il tuo complesso di segnali di cui ti fiderai e seguirai accuratamente. In questo modo creerai il tuo sistema di trading.

Il segreto principale della creazione di una strategia basata su segnali tecnici è di coordinarli in una sorta di ordine naturale secondo le dinamiche del mercato.

Molto spesso, il desktop di un principiante che cerca di creare il proprio sistema appare come segue:

Cattivo esempio di un sistema commerciale
Cattivo esempio di un sistema commerciale

Bello? Forse bello ma inefficiente. Più indicatori usi, più segnali falsi ricevi, più operazioni perdenti si aprono.

Il numero ottimale di indicatori di aiuto è tre. Più semplice, meglio è! Cerca di ottimizzare il tuo spazio di lavoro. E buona fortuna con il trading!

Apri un conto di trading




Commenti

Articolo precedente

Azioni Gazprom sottovalutate dal mercato

Tenendo discorsi in varie conferenze, il presidente Vladimir Putin menziona raramente il mercato azionario russo. Tuttavia, sul forum di investimento "Russia call!" ha fatto un'eccezione, prestando attenzione alla sostanziale crescita del mercato azionario, la cui capitalizzazione nel 2019 ha raggiunto 48 trilioni di rubli (762 miliardi di dollari). Ha menzionato in particolare Gazprom (LSE: OGZD).

Prossimo articolo

Testare la strategia Tre medie mobili

Nella nostra strategia "Tre medie mobili", utilizzeremo tre MA con periodi diversi. Uno lo useremo per la definizione dell'andamento e gli altri tre - per i segnali di entrata e uscita nell'attuale tendenza.