Le auto elettriche invieranno le scorte di General Motors?

Visualizzazioni: vista 9
Momento della lettura: 7 verbale



Ogni azienda ha un numero limitato di acquirenti che possono acquistare i suoi beni. Cosa succede se la società ha raggiunto il limite? Ovviamente, in una situazione del genere tutto deve essere avviato da zero: la società dovrebbe offrire, forse, lo stesso prodotto ma basato su nuove tecnologie, poiché il cambiamento del solo "involucro" non funziona più. General Motors ha raggiunto il limite.

Storia della General Motors

Nel 1903, su iniziativa di William Durant, fu creata la General Motors. Il motivo della sua creazione fu una possibile rivalità tra Olds Motor Vehicle Company e Buick. Ma invece di litigare per i clienti, le società si sono fuse in una e hanno iniziato ad acquisire altri produttori.

Ad esempio, nel 1909, General Motors acquisì Cadillac e Oakland (oggi conosciuta come Pontiac), poi - Chevrolet e la canadese McLaughlin Motor Company, quindi - diversi altri produttori di automobili minori.

Dopo aver conquistato una parte del mercato statunitense, General Motors passò al mercato mondiale. Da qualche parte ha costruito nuovi impianti, da qualche parte ha semplicemente acquistato marchi locali. La società ha aumentato la sua presenza in varie regioni. Tuttavia, più è diventato grande, più è stato difficile gestirlo; inoltre, non in tutte le regioni il lavoro è stato redditizio. Ad esempio, la società ha continuato a perdere in Europa per 16 anni e ha perso lì 15 miliardi di dollari.

Alla fine, le dimensioni dell'azienda non causarono la crescita dei suoi profitti ma la crescita delle sue perdite e spese. GM aveva bisogno di un manager che avrebbe ridotto le spese e si sarebbe sbarazzato della perdita di produzione. E un tale manager è stato trovato.

Nel 1992, Jack Smith era al volante. In 4 anni, ha chiuso 24 impianti e licenziato 65,000 dipendenti; queste azioni non solo hanno salvato la società, ma hanno permesso a GM di coprire le perdite di 23 miliardi di dollari e guadagnare un utile netto di 2.47 miliardi di dollari, che in seguito è cresciuto a 6.88 miliardi di dollari.

Tuttavia, non appena le cose sono migliorate, la società ha ripreso a espandersi; sfortunatamente, è arrivato a un punto in cui deve ridurre le spese ancora una volta.

Ristrutturazione di motori generali

Dopo essere andato in bancarotta nel 2009 e aver portato nuovamente una IPO, la società ha iniziato a sbarazzarsi della perdita di produzione e partnership.

  • Nel 2012, un impianto di assemblaggio a Bochum, in Germania, è stato chiuso; poi, nel 2013, la società ha annunciato di lasciare la Chevrolet europea.
  • Nel 2015, GM ha lasciato il mercato russo e ha smesso di produrre automobili del marchio GM in Indonesia.
  • Nel 2017 GM ha smesso di vendere in India e di produrre nell'Africa meridionale e orientale.
  • Nel 2018, la società ha venduto il marchio Vinfast e ha interrotto la produzione in Vietnam. Quindi ha smesso di vendere il marchio Chevrolet in Indonesia.

Nei primi mesi del 2020, la società ha annunciato di aver smesso di vendere Chevrolet sul mercato interno della Thailandia e di aver venduto il suo stabilimento tailandese alla Great Wall Motor Co Ltd. L'ultima fase della riduzione della presenza di GM sul mercato mondiale è stata la fine di vendita, progettazione e ingegneria in Australia e Nuova Zelanda.

Questa decisione ha danneggiato un famoso marchio australiano Holden che esiste da 160 anni. Ora la sua esistenza dipende completamente da GM che chiarisce che la produzione di queste auto potrebbe fermarsi presto.

In questo modo, la società si sbarazzò delle imprese non redditizie e lasciò i paesi in cui la rivalità era dura, concentrandosi principalmente sul mercato statunitense.

Colpi di General Motors

La ristrutturazione non è stata indolore per l'azienda. Il licenziamento di migliaia di dipendenti e la chiusura di impianti ha comportato scioperi e tempi di inattività della produzione che sono costati 3.6 miliardi di dollari all'anno, di cui 2.6 miliardi persi nel 4 ° trimestre del 2019.

Di conseguenza, la società ha chiuso il 4 ° trimestre del 2019 con una perdita di 194 milioni di dollari. Per fare un confronto, nello stesso trimestre del 2018, ha registrato un utile netto di 2.044 miliardi di dollari.

Uno sciopero che è durato quasi 2 mesi è stato anche uno dei motivi per un calo delle vendite di auto che è stato dell'8% l'anno scorso.

Tuttavia, tutto questo è nel passato. Ora GM è diventato più volte più piccolo, ha mantenuto i suoi efficienti poteri di produzione; tuttavia, questo non è sufficiente per continuare a lavorare con un profitto. La società deve mirare alla produzione di auto elettriche.

Prima auto elettrica di General Motors

Comunque, perché tutti i produttori di automobili si sono affrettati a produrre auto elettriche? In realtà, sono stati inventati molto tempo fa.

Ad esempio, GM produsse la sua prima auto elettrica sperimentale Impact nel 1990 e 6 anni dopo, apparve un'auto elettrica seriale General Motors EV1. È stato prodotto nel 1996-1999. Tuttavia, non è mai stato in vendita. Sono state prodotte molte auto elettriche ad aziende che hanno noleggiato automobili. Le ragioni per le quali si è fermato l'ulteriore sviluppo di auto elettriche rimangono non specificate.

Tuttavia, nel 2006, un documentario intitolato "Who Killed the Electric Car?" apparso; in esso, è stato mostrato quanti avversari la tecnologia aveva in quel momento.

In particolare, quelli da incolpare erano le compagnie petrolifere e il governo federale degli Stati Uniti.

Il poster del film ha anche accennato al principale nemico delle auto elettriche. In breve, i produttori di automobili avevano la tecnologia, ma il suo sviluppo era stato ostacolato fino alla comparsa di Elon Musk e della sua Tesla. Successivamente, lo sviluppo di auto elettriche è diventato inarrestabile.

L'aumento della domanda di auto elettriche indica che i consumatori sono in attesa, sono pronti per un cambiamento. E ora, i produttori di auto del mondo si affrettano a prendere la nicchia, dopo aver perso almeno 10 anni.

In effetti, ora hanno poca scelta: o producono auto elettriche o falliscono presto.

Sviluppano la tecnologia del motore a combustione a pistoni già da 200 anni. Tutte quelle aziende che stavano facendo stava portando il design alla perfezione, aumentando il coefficiente di efficienza. Ma al momento, anche l'auto elettrica più semplice e più giovane lascia molto indietro i suoi rivali esperti e perfezionati sul motore a combustione.

General Motors fa rivivere Hummer

Quindi, ora ci siamo trovati in una situazione in cui i produttori di automobili si affrettano a ristrutturare il loro lavoro, contando sulle auto elettriche. Solo, Tesla li ha già lasciati indietro. GM è una delle aziende che lo inseguono.

Come primo passo, ha annunciato il rilancio del famoso marchio Hummer, la cui produzione si è fermata nel 2010.

Le caratteristiche pianificate della GMC Hummer EV elettrica includono 1,000 cavalli che aiuteranno la pesante fuoristrada ad accelerare da 0 a 100 km / h in 3 secondi. Per fare un confronto, l'auto più veloce al mondo sul motore a combustione Koenigsegg Agera RS con un corpo aerodinamico accelera da 0 a 100 km / h in 2.8 secondi.

L'inizio della produzione di Hummer EV è previsto per l'autunno 2021; le vendite inizieranno lo stesso anno.

Un calo graduale delle vendite mondiali di autoveicoli sul motore a combustione ha portato il piano di gestione dell'azienda a fermare la produzione di tali auto entro il 2030 e passare completamente ai motori elettrici.

Il prossimo modello per sbarazzarsi del motore a combustione sarà Cadillac.

GM ha la possibilità di tenere il passo con Tesla?

È il 2030. Immagina quale livello di sviluppo avrà raggiunto Tesla da allora. GM ha qualche possibilità?

In effetti, lo fa. Nel 2019, Tesla ha venduto 300 mila auto. Lo stabilimento in Cina consentirà di aumentare la produzione di 500 mila auto all'anno. Se la crescente domanda si conserva, venderà 800 mila auto l'anno prossimo.

Immaginiamo che la società realizzerà un altro impianto in Germania tra un anno. Ad ogni modo, questa prospettiva è altamente discutibile poiché gli attivisti locali hanno citato in giudizio Tesla per la bonifica delle foreste e la costruzione è stata sospesa quest'anno. Ad ogni modo, siamo ottimisti e immaginiamo che l'impianto sia stato costruito. Ciò consentirà all'azienda di portare la produzione a 1.2 milioni di auto all'anno. Tuttavia, se confrontiamo le vendite mondiali attuali di GM che erano oltre 7 milioni di auto l'anno scorso, diventa evidente che Tesla ha bisogno di almeno altri 5 anni per raggiungere lo stesso livello.

Il vantaggio di GM è la sua capacità di produzione che consentirà di ridurre il costo principale delle automobili; un altro vantaggio è quello di realizzare un utile netto: questo denaro può essere utilizzato per lo sviluppo di auto elettriche. Se escludiamo il 4 ° trimestre che ha subito lo sciopero, l'utile trimestrale medio di GM nel 2019 ammonterà a 2.283 miliardi di dollari, il che significa che la società non ha bisogno di risorse finanziarie.

La partnership di General Motors e LG Chem

Nel dicembre 2019, è diventato noto sulla partnership tra GM e LG Chem. Le aziende stanno creando un'impresa condivisa che produrrà batterie di accumulo per auto. Questo è un altro passo per ridurre i costi principali delle auto elettriche.

Il problema potrebbe emergere nella mancanza di professionisti qualificati che svilupperanno nuove tecnologie e l'uso dell'intelligenza artificiale per il pilota automatico. Tuttavia, a Tesla, gli ingegneri lavorano fino allo sfinimento e non sono rari casi in cui dipendenti di valore lasciassero l'azienda per altri produttori. Ecco perché non credo che valga la pena preoccuparsi di questo problema.

Cosa fare con le scorte GM?

Il commerciante deve sempre scegliere se acquistare o meno titoli GM. Da un lato, la diminuzione delle vendite mondiali, una massiccia fuga dai mercati mondiali e la chiusura degli impianti. D'altra parte, la società sta passando alla produzione di auto elettriche, che è una nicchia promettente; ha capacità di produzione e denaro per lo sviluppo. Tuttavia, i primi risultati appariranno non prima del prossimo anno. Ad ogni modo, gli investitori vanno sempre avanti nel tempo, quindi l'anno prossimo potrebbe essere troppo tardi per acquistare le azioni.

Per trovare una risposta, dobbiamo verificare cosa stanno facendo gli altri investitori. Dovremmo rivolgerci all'analisi tecnologica e vedere quale tendenza vi è nelle scorte GM.

Analisi tecnica di General Motors

Attualmente, le azioni sono scambiate in una tendenza al ribasso a breve termine, che è indicata dalla media mobile a 200 giorni che supera il prezzo. Un altro fattore a supporto di un ulteriore declino è il canale in declino all'interno del quale viene negoziato il titolo. L'oscillatore stocastico è anche sfuggito all'area di ipercomprato e sta scendendo.

Analisi tecnica di General Motors

Quindi, nella situazione attuale, dovremmo aspettarci che il prezzo scenda a 31 USD, da dove possiamo aspettarci che si riprenda.

Tuttavia, la situazione può cambiare bruscamente se il prezzo supera i 36 USD. In questo caso, il prezzo sfuggirà al canale discendente e verrà scambiato al di sopra del MA a 200 giorni. Questo segnalerà la crescita al livello di resistenza più vicino a 40 USD. Successivamente, questa crescita aiuterà a formare una tendenza al rialzo, che farà crescere ulteriormente il prezzo delle azioni.

sommario

Attualmente, General Motors sta ristrutturando, passando alla produzione di auto elettriche. Quindi, la società non è nelle migliori condizioni. Tuttavia, questa fase finirà presto.

Elon Musk sta sfruttando il momento mentre i grandi produttori di auto goffi stanno passando molto lentamente alla produzione di auto elettriche. Se entrano nel mercato, la rivalità sarà dura. Il tempo mostrerà se General Motors sarà in grado di conquistare la sua parte del mercato. Tutto ciò che possiamo fare ora è tenere d'occhio i titoli dell'azienda ed essere pronti ad agire non appena notiamo qualche indizio sulla crescita futura.




Commenti

Articolo precedente

Come negoziare Trendlines sul Forex?

Le linee di tendenza possono mostrare dove entrare nella direzione della tendenza e dove potrebbe finire la tendenza attuale.

Prossimo articolo

Negoziare con l'indicatore ZigZag: impostazioni e utilizzo

In questa recensione, discuteremo un indicatore popolare chiamato ZigZag. Questo indicatore semplifica l'interpretazione dei grafici, mostrando importanti variazioni di prezzo e aiuta a svolgere analisi tecnologiche.