Onde di Elliott: teoria e pratica. Parte 2

Visualizzazioni: vista 396
Momento della lettura: 10 verbale



Benvenuti nel nostro blog!

In questo articolo parleremo della struttura interna e delle peculiarità delle ondate di mercato. Discuteremo il modello multilivello del ciclo di mercato e le sue parti coerenti - onde secondarie di varia complessità e livelli.

Ti sei perso la prima parte di questo articolo? Poi iniziare da qui.

Classificazione Elliott delle onde

L'autore ha suggerito di classificare le onde in base al loro volume condizionale o al loro livello e ha individuato 9 livelli:

  • Grand Supercycle
  • supercycle
  • Ciclo
  • Primario
  • Intermedio
  • Minore
  • Minuto
  • Minuette
  • Subminuette

A parte questo, l'autore ha raccomandato di fare alcuni segni che aiuteranno a distinguere le onde lungo il mercato.

  • Superciclo: (I) (II) (III) (IV) (V) (А) (B) (С)
  • Ciclo: I II III IV V А B С
  • Primario: [1] [2] [3] [4] [5] [А] [B] [С]
  • Intermedio: (1) (2) (3) (4) (5) (а) (b) (с)
  • Minore: 1 2 3 4 5 А B С
  • Minuto: i ii iii iv v а b с
  • Minuette: 2 3 4 5 a b

Il livello dell'onda non si basa su determinati valori di prezzo o tempi. Le onde dipendono dalla forma che è una funzione sia del prezzo che del tempo. Il livello d'onda di una figura è definito dalla sua dimensione e posizione in relazione alle onde costitutive, adiacenti e circostanti.

Funzioni delle onde

Ogni onda ha una delle due funzioni: azione o reazione. Ogni onda può supportare lo sviluppo dell'onda a un livello superiore o ostacolarla. La funzione dell'onda è definita dalla sua direzione relativa.

Actionary o tendenza, onda è qualsiasi onda che si sviluppa nella stessa direzione con l'onda più alta.

Reazionario o controtendenza, qualsiasi onda si sviluppa nella direzione opposta con l'onda di un livello superiore.

Onde motrici

Le onde motrici sono costituite da cinque onde di un certo formato e sempre nella stessa direzione con le onde alte di un livello. Nelle onde motrici, l'onda due non si tira mai indietro per oltre il 99% dell'onda 99 e l'onda quattro non tira mai indietro per oltre il XNUMX% dell'onda tre. L'onda tre procede sempre più lontano dell'onda prima.

Elliott notò che l'onda tre è di solito la più lunga ma mai la più breve delle tre onde secondarie (1, 3 e 5) dell'onda motrice.

Esistono due tipi di onde motrici: impulsi e triangoli diagonali.

Impulso

Impulse è l'onda motrice più diffusa. In un impulso, l'onda 4 non copre l'onda 1. Questa peculiarità può essere normalmente osservata su tutti i mercati non marginali. Sui mercati a termine o Forex, dove la volatilità è elevata, sono frequenti gli aumenti di breve durata del prezzo, che non accadrebbe mai sui mercati in cui non viene utilizzato il denaro prestato.

Inoltre, le onde sottostanti (onde 1, 3 e 5 di un livello in basso) di un impulso sono onde motrici stesse, e l'onda sub 3 può essere solo un impulso.

Estensione

Molte onde di impulso possono estendersi. Le estensioni d'onda sono impulsi allungati con una struttura d'onda estesa. Molti impulsi contengono un'estensione in una su tre delle sue onde da azione.

Se le onde 1 e 3 hanno più o meno la stessa lunghezza, è molto probabile che le onde 5 vengano estese. E viceversa: se l'onda 3 si allunga, è probabile che l'onda 5 sia normale.

Sul mercato, un'onda estesa è spesso l'onda 3.

onda estesa - onde elliott

Troncamento

Elliott ha usato la parola "fallimento" per descrivere la situazione in cui la quinta onda non supera il picco dell'onda 3. Qui usiamo la parola "troncamento". Puoi ricontrollare il troncamento di un'onda assicurandoti la presenza delle cinque onde secondarie. Un troncamento di solito avviene dopo una terza ondata estremamente forte.

Troncamento

Triangoli diagonali

Un triangolo diagonale è un impulso con caratteristiche correttive. Qui, non un singolo subwave in controtendenza si tira indietro di una distanza più lunga del precedente subwave e l'onda 3 non è mai la più breve.

I triangoli diagonali sono le uniche strutture d'onda che si sviluppano insieme alla tendenza principale, in cui l'onda 4 della struttura copre quasi sempre l'onda 1.

Diagonali finali

La diagonale finale è un tipo di onda speciale. Si forma nell'onda 5 quando l'onda 3 si sviluppa troppo lontano e rapidamente. Le diagonali finali al posto di C nella struttura ABC sono rare ma possibili. In tre o tripli tre appaiono solo come l'ultima ondata C. In tutti gli altri casi, possono essere trovati negli elementi di completamento del modello di un livello superiore.

Le diagonali finali hanno la forma di un cuneo tra due linee convergenti; le loro onde secondarie (1, 3 e 5) sono unite in un "tre", che in altri casi è una caratteristica delle onde correttive.

Diagonali finali

Diagonali principali

Quando i triangoli diagonali appaiono al posto dell'onda 5 o C, acquisiscono la forma di 3-3-3-3-3, cioè consistono in tre onde stesse. Questo schema a volte appare anche al posto dell'onda 1 di un impulso o dell'onda A di uno zigzag. Il punto chiave nel rilevare questo modello è un rallentamento della dinamica dell'onda 5 rispetto all'onda 3.

Diagonali principali

Onde correttive

Le onde correttive sono movimenti di prezzo che contrastano le onde di un livello superiore.

La regola chiave qui è che le formazioni correttive non sono mai "cinque". Solo le onde motrici sono "cinque". Ecco perché il movimento iniziale a cinque onde contrasta con il livello precedente non è la fine ma solo una parte della correzione.

I processi correttivi si sviluppano in due modi. I bruschi pullback sono fortemente in controtendenza con un livello d'onda superiore. Piani correttivi corretti al loro punto di partenza o anche più lontano.

Esistono quattro tipi di formazioni correttive:

  1. zigzag
  2. Ballerine
  3. Triangoli
  4. Tre e tre triple.

Zigzag (5-3-5)

Un singolo zigzag sul mercato rialzista è un semplice modello discendente a tre onde contrassegnato ABC. La sequenza delle onde è 5-3-5 e il picco dell'onda B è inferiore all'inizio dell'onda A.

A volte gli zigzag si formano due o tre volte di seguito, specialmente quando il primo non riesce a raggiungere l'obiettivo. In questo caso, due zigzag sono separati da un "tre" contiguo, costituendo un doppio o triplo zigzag.

Zigzag (5-3-5)

Appartamenti (3-3-5)

Il termine "piatto" viene utilizzato come nome generale per qualsiasi correzione ABC formata come 3-3-5. In un'onda estesa piatta, l'onda B del modello 3-3-5 finisce per superare il livello iniziale dell'onda A e l'onda C finisce significativamente superando il livello finale dell'onda A.

Un piatto differisce da uno zigzag per la sequenza dei suoi sottofondi: 3-3-5. Dato che la prima onda actionary - onda A - è troppo debole per aprirsi in 5 onde a grandezza naturale (come in uno zigzag), il pullback dell'onda B termina vicino all'inizio dell'onda A. L'onda C, a sua volta, termina solo una un po 'più lontano della fine dell'onda A, mentre in uno zigzag i suoi progressi sono significativi.

Sul mercato ribassista, il modello è viceversa.

Gli appartamenti normalmente si ritirano dalla fine delle precedenti onde di impulso meno degli zigzag. Sono collegati a periodi che includono un potente movimento dell'onda di un livello superiore e quasi sempre precedono o seguono le estensioni dell'onda. Più forte è il movimento dell'onda principale, più breve è l'appartamento. All'interno degli impulsi delle onde, la quarta onda si sviluppa spesso come piatta, mentre la seconda onda lo fa molto più raramente.

Appartamenti (3-3-5)

Triangoli

I triangoli contengono cinque onde sovrapposte che sono suddivise in modelli 3-3-3-3-3 e sono marcate abcde. Esistono due tipi di triangoli: convergenti e divergenti. Quelli convergenti includono tre tipi: simmetrico, crescente e decrescente. Il tipo divergente, o, di Elliott, "invertito simmetrico", non ha sottotipi.

Accade spesso che l'onda b di un triangolo convergente superi l'inizio dell'onda in modo che la costruzione possa essere chiamata triangolo spostato. Sebbene i triangoli abbiano la forma di un movimento piatto, tutti, compresi quelli spostati, eseguono una correzione dall'onda precedente, terminando alla fine dell'onda e.

La maggior parte delle onde secondarie nei triangoli sono a zig-zag, ma a volte una delle onde secondarie (normalmente, onda c) è più complicata e può assumere la forma di un piatto standard o esteso o di un complicato zig-zag. Raramente, una delle onde secondarie (molto spesso, onda c) è un triangolo stesso, in modo che l'intero modello si estenda in nove onde. Pertanto, i triangoli, così come gli zigzag, possono dimostrare estensioni dell'onda.

Molto raramente, la seconda ondata in un impulso acquisisce la forma di un triangolo. I triangoli precedono il più delle volte l'onda actionary finale in un pattern di un'onda più in alto, cioè prendono il posto dell'onda 4 in un impulso, dell'onda B in un pattern ABC o dell'onda finale X in un doppio o triplo zigzag o una combinazione di tre. Un triangolo può anche formarsi come modello d'azione finale in una combinazione di onde correttive, anche se anche in questo caso precede l'onda finale di azione in un modello superiore di un livello rispetto alla combinazione correttiva.

Triangoli

Tre e tre triple

Elliott chiamava le combinazioni ondulate di schemi correttivi, sviluppandosi lateralmente, "doppie tre" o "triple tre". Mentre un semplice tre è uno zigzag o un piatto, un triangolo è un elemento finale di tali combinazioni e in questo contesto è chiamato "tre". Quindi, una doppia o tripla tre è una certa combinazione di correzioni d'onda di un tipo più semplice, compresi vari zigzag, piatti e triangoli.

Principalmente, i tre doppi e i tripli sono orizzontali. Elliott ha scritto che un'intera costruzione del genere può inclinarsi contro il movimento del livello d'onda superiore. Uno dei motivi è il fatto che non c'è mai più di un zigzag in una combinazione di onde.

Negli zigzag doppi e tripli, il primo zigzag è raramente abbastanza grande da creare un'adeguata correzione dell'onda dell'onda precedente. In una combinazione di onde, il primo modello semplice crea spesso una correzione della dimensione necessaria.

Top e fondo ortodossi

Quando il punto finale del pattern differisce dal corrispondente estremo del prezzo, la fine del pattern è chiamata top o bottom "ortodossa" per essere distinta dal vero massimo o minimo fisso all'interno del pattern.

Alternanza di onde

Questa idea ha una vasta applicazione ed è generalmente interpretata nel senso che la prossima manifestazione di un'onda potrebbe essere diversa.

Sebbene il principio di alternanza non suggerisca mai cosa accadrà esattamente, mette in guardia contro ciò che non accadrà mai; quindi, dovrebbe essere usato per la valutazione delle strutture ondulatorie e del loro futuro.

Alternanza all'interno delle onde di impulso

Se l'onda 2 di un'onda di impulso è una correzione nitida, si suppone che l'onda 4 sia una correzione laterale e viceversa.

Le correzioni acute non contengono mai un nuovo prezzo estremo, ovvero un valore di prezzo che va oltre la fine ortodossa della precedente ondata motrice. Quasi sempre, sono zigzag (singoli, doppi o tripli); a volte, sono doppi tre che iniziano con uno zigzag.

Le correzioni laterali includono flat wave, triangoli, correzioni doppie e triple. Di solito, contengono un nuovo prezzo estremo, cioè un tale valore di prezzo che va oltre la fine ortodossa della precedente ondata d'impulso. In rari casi, un triangolo d'onda standard in posizione 4 sostituisce una correzione nitida, alternandosi con un altro tipo di modello laterale nella posizione dell'onda seconda.

L'idea di alternanza all'interno delle onde di impulso può essere conclusa come segue: uno dei due processi correttivi conterrà un movimento al precedente o al di là di esso, mentre il secondo no.

I triangoli diagonali non mostrano l'alternanza delle onde 2 e 4. Normalmente, entrambi sono a zig-zag. Le estensioni d'onda sono alternate perché si alterna la lunghezza delle onde d'impulso. Di solito, la prima ondata è corta, la terza è estesa e la quinta è di nuovo corta. Le estensioni dell'onda che di solito si verificano nell'onda 3, a volte si verificano nelle onde 1 o 5, che è anche un esempio di un'alternanza.

Alternanza all'interno delle onde di impulso

Alternanza all'interno delle onde correttive

Se una correzione di grandi dimensioni inizia con un abc piatto come onda A, ci aspettiamo un abc zigzag come onda B e viceversa.

Abbastanza spesso, accade così che se una grande correzione inizia semplicemente con un abc zigzag come onda A, l'onda B si apre in un intricato zigzag abc per ottenere una certa alternanza. E l'onda C a volte è ancora più complicata. L'ordine viceversa della complessità non è così diffuso.

Alternanza all'interno delle onde correttive

Profondità delle onde correttive

Il principio dell'onda risponde alla domanda: "A che profondità cadrà il mercato ribassista?" L'idea di partenza è la seguente: le correzioni, specialmente quando agiscono come quarte ondate, sono suscettibili di eseguire i loro massimi pullback nell'area dello sviluppo della precedente quarta ondata di un livello in basso, molto spesso al livello della sua fine.

A volte piani o triangoli, in particolare quelli che seguono le estensioni dell'onda, sono semplicemente incapaci di raggiungere l'area della quarta onda. Gli zigzag, a loro volta, a volte scendono in profondità nell'area della seconda ondata di un livello in basso, anche se ciò accade quasi solo quando quegli zigzag agiscono come seconde onde. I doppi fondi a volte si formano in questo modo.

Volume

Elliott ha usato il volume come strumento per controllare i calcoli delle onde e redigere le estensioni delle onde. Ha notato che sul mercato rialzista il volume dimostra una naturale propensione all'aumento o alla diminuzione insieme alla velocità della variazione di prezzo.

Quindi, nella fase correttiva, una diminuzione del volume spesso significa una diminuzione della pressione dei venditori. Un valore di volume basso spesso coincide con il punto di inversione sul mercato. Nell'onda standard 5 al di sotto del livello dell'onda primaria, il volume tende ad essere inferiore rispetto alla terza onda. Se il volume nella quinta onda in sviluppo è uguale o maggiore del volume nella terza onda, la quinta onda si estenderà. Sebbene questo risultato sia spesso supposto quando la prima e la terza onda sono più o meno uguali nella loro lunghezza, questo è un avvertimento perfetto per i tempi in cui la terza e la quinta onda sono estese.

A livello dell'onda primaria e più in alto, il volume tende ad essere più elevato nella quinta ondata in via di sviluppo proprio a causa del naturale aumento del numero dei partecipanti al mercato rialzista. Elliott notò che il volume nel punto finale del mercato rialzista a livello d'onda superiore a quello primario punta all'estremo. Alla fine, come discusso sopra, il volume spesso aumenta impulsivamente nel punto di un salto verso l'alto nella parte superiore della quinta onda o il bordo superiore di un canale o la fine di un triangolo diagonale.

Linea di fondo

Ora, quando abbiamo familiarizzato con la struttura principale e le peculiarità delle onde di diversi livelli in modo abbastanza dettagliato, possiamo andare a studiare le tattiche dell'applicazione della nostra conoscenza. In uno dei prossimi post, ti parlerò del tracciamento di queste o quelle ondate utilizzando indicatori tecnici, piazzando e seguendo gli ordini.

Inoltre, suggerisco di risparmiare tempo e, con le conoscenze acquisite, di cercare di identificare le formazioni d'onda in cicli di scale diverse. Comprendere la struttura del mercato, non sempre cosa aspettarci e, quindi, possiamo facilmente scegliere il corso d'azione.

Arrivederci!




Commenti

Articolo precedente

Negoziare con l'indicatore ZigZag: impostazioni e utilizzo

In questa recensione, discuteremo un indicatore popolare chiamato ZigZag. Questo indicatore semplifica l'interpretazione dei grafici, mostrando importanti variazioni di prezzo e aiuta a svolgere analisi tecnologiche.

Prossimo articolo

Una settimana sul mercato (03/02 - 03/08): Brexit, Oil, Dollar Stress

L'inizio di marzo è un periodo piuttosto vivace per gli investitori - come sempre, in effetti. Stiamo aspettando l'incontro dell'OPEC in cui devono essere prese decisioni importanti, colloqui all'interno della Brexit e molte statistiche. Godere.