Coronavirus. Cosa comprare sul mercato azionario in calo?

Coronavirus. Cosa comprare sul mercato azionario in calo?

Visualizzazioni: vista 18
Momento della lettura: 7 verbale



È giunto il momento per il coronavirus di influenzare anche le quotazioni degli indici azionari. Mentre un mese fa erano solo voci, ora gli investitori sono seriamente preoccupati per i probabili problemi delle società cinesi. E fintanto che le economie di tutti i paesi saranno interconnesse, i problemi avranno ripercussioni anche su altre società, prima le imprese americane.

A causa della situazione cinese dal 20 febbraio, l'indice S&P 500 è diminuito del 13% in 7 giorni, il calo più lungo e continuo degli ultimi due anni.

Qual è la differenza tra il declino S&P 2018 del 500 e ora?

La tendenza dello scorso anno è stata caratterizzata dalla volontà degli investitori di utilizzare il forte calo degli indici come un'opportunità perfetta per acquistare azioni a prezzi più bassi. La situazione attuale è la stessa: a prima vista. S&P 500 è diminuito in modo significativo, perché non acquistare le scorte.

Tuttavia, in realtà, l'attuale calo è molto diverso da quello del 2018. Gli acquisti sono troppo presto per parlare.

Nel 2018, gli analisti hanno spiegato la situazione della guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina e l'ambiguità della Brexit. La guerra commerciale fu la creazione di Trump e la decisione fu presa da lui. In altre parole, se la situazione avesse iniziato a peggiorare considerevolmente, avrebbe facilmente accettato un compromesso e risolto il problema.

S & P 500

Per quanto riguarda il trascinamento della Brexit, non credo che abbia avuto alcuna influenza sui prezzi in quanto il mercato ne aveva tenuto conto molto tempo fa; è solo che i media hanno usato la colpa della Brexit per tutti gli eventi negativi del mercato.

Tutto sommato, il conflitto commerciale ha rallentato un po 'l'economia, questo è tutto, e alla fine è avvenuta la Brexit. Non sono stati rilevati fallimenti significativi; le aziende, spinte da nuove tasse, aumentarono la produzione in altri paesi: le loro spese aumentarono ad un certo punto ma poi furono compensate da profitti record. Pertanto, gli indici azionari si sono ripresi rapidamente e hanno ricominciato a portare profitti agli investitori.

Influenza del coronavirus

La situazione attuale è molto diversa da quella precedente. E ancora peggio: non è mai successo niente di simile. Il declino degli indici azionari è direttamente collegato al coronavirus e la portata della sua influenza sull'economia mondiale diventerà evidente solo un mese dopo, quando le aziende pubblicheranno rapporti trimestrali.

Le aziende stanno adottando misure in anticipo poiché è ovvio che molte società internazionali non riusciranno a raggiungere il loro reddito previsto.
Inoltre, la situazione potrebbe solo peggiorare.
Immagina una giovane azienda in via di sviluppo. Per sviluppare, ci vogliono prestiti che devono essere mantenuti. E come può mantenerli se la sua attività è praticamente congelata? Molte imprese cinesi sono semplicemente chiuse per quarantena. I clienti non acquistano beni, quindi i guadagni si riducono. Alla fine, l'insolvenza finanziaria di una società può influire sull'impresa che le fornisce alcuni servizi che, a sua volta, possono danneggiare sempre più aziende. Quindi potremmo assistere a un'ondata di fallimenti di piccole aziende, probabilmente seguiti dalle inadempienze di quelle più grandi.

220 milioni di persone sono ancora fuori dai luoghi di lavoro

Per vedere cosa sta succedendo, guarda l'esempio dei porti cinesi.
Il 22 febbraio, il ministro dei trasporti cinese Li Xiaoping ha annunciato che 220 milioni di persone non erano venute al lavoro. La popolazione del paese è di circa 1.4 miliardi di persone. Se deduciamo il numero di pensionati (circa il 20%) e minori (cerchiamo di essere modesti e prendiamo anche il 20%), rimarranno 560 milioni di persone occupabili; di questi, 220 milioni non vanno al lavoro, cioè quasi ogni altra persona. Le prime imprese a soffrire della mancanza di forza lavoro furono i porti marittimi.

Porti marittimi sovraccarichi

In Cina arrivano navi che trasportano merci, cibo, materie prime e altre cose necessarie per la vita delle persone e l'economia nel suo complesso. I lavoratori nei porti marittimi non si occupano dei container di scarico perché i turni sono incompleti. Tuttavia, lo scarico non è l'unico problema: mancano anche i driver, non c'è nessuno che consegni container.

Finché i container impiegano così tanto tempo a consegnare, i moli iniziano a "dare alle giunture". Non c'è quasi spazio per l'archiviazione.

I contenitori con frutta, verdura e congelati si incontrano richiedono il mantenimento di una bassa temperatura ma le porte mancano semplicemente di energia elettrica. Di conseguenza, si raccomanda alle aziende di dirigere le merci verso altri porti, il che aumenta il prezzo della consegna. Inoltre, vi è il controllo degli accessi all'ingresso e all'uscita della città e checkpoint tra le città.

Pertanto, le merci dai porti vengono consegnate comunque con un ritardo. Tuttavia, questo non è l'ultimo problema di nuovo. Se alcuni beni sono stati consegnati a un'azienda, devono essere ricevuti correttamente e messi in produzione. Tuttavia, la maggior parte degli impianti sono chiusi o non funzionano a pieno regime. Caffè, ristoranti, centri commerciali sono chiusi e le persone si trovano temporaneamente senza lavoro.

Le problematiche logistiche fanno aumentare i prezzi degli alimenti. I problemi possono essere enumerati all'infinito; una cosa è ovvia: in questa situazione, le aziende soffrono tanto quanto i consumatori.

Molti sostengono che la domanda differita viene creata come se la situazione si ripristinasse passo dopo passo, la domanda di beni crescerà e raggiungerà i numeri precedenti.

Tuttavia, per acquistare alcuni beni, una persona ha bisogno di soldi; ma da dove verrà questa persona ottenere i soldi se non vanno al lavoro? Le società possono essere costrette a pagare per i tempi di fermo forzati e i principali attori possono permetterselo di sicuro. In pratica, ci sono molte società minori che pagherebbero avidamente ma semplicemente non possono farlo a causa della mancanza di reddito.

Nessuno sa quanto durerà. Le aziende ora stanno risparmiando, ma questo denaro non è infinito.

Il coronavirus si sta diffondendo dalla Cina

Tutto sommato, la situazione in Cina è molto complicata; sfortunatamente, le epidemie non sono limitate solo da questo paese. Più di 54 paesi hanno annunciato che i loro cittadini sono infetti; la misura più primitiva che i governi adottano per limitare la diffusione del virus è limitare l'interazione con i paesi in cui il virus è stato rilevato. Ciò influenza il commercio e le economie. Quindi, i problemi economici si diffondono dalla Cina e i paesi con economie deboli soffriranno per primi.

Naturalmente, i governi di questi paesi cercheranno di mantenere i confini aperti il ​​più a lungo possibile, il che, sfortunatamente, può portare alla diffusione del virus all'interno dei paesi, con tutte le conseguenze previste. Quindi, potremmo trovarci nel mezzo di una crisi globale alla quale nessuno è stato preparato, come sempre.

Cosa dovrebbe fare un trader?

In qualsiasi circostanza, stiamo negoziando sul mercato azionario e il nostro compito è trovare gli stock su cui fare soldi. In precedenza, ho pubblicato l'elenco delle società collegate al coronavirus e da quel momento i loro titoli hanno raggiunto una redditività superiore al 1000%.

Come puoi immaginare, nella situazione attuale, il settore delle biotecnologie si sente più a suo agio: ottiene la maggior parte degli investimenti perché non esiste ancora una cura per il virus, quindi le aziende ricevono ingenti somme per la ricerca e lo sviluppo.

Tuttavia, per quanto noto, le aziende farmaceutiche hanno sviluppato solo un test per la rilevazione del coronavirus.

La co-diagnostica ha creato un test per rilevare il virus

L'24 febbraio Co-diagnostica (NASDAQ: CODX) è stato autorizzato a vendere test per rilevare il coronavirus in Europa. Altri paesi autorizzano anche i farmaci nei loro mercati dopo aver ricevuto tutti i certificati UE. Grazie a questo, Co-Diagnostics ha raggiunto un livello di redditività superiore al 1000% questo mese.

Co-diagnostica (NASDAQ: CODX)

Certo, puoi scommettere soldi sulle aziende farmaceutiche, ma è molto difficile prevedere quale inventerà per prima la cura, quindi le azioni da investire sono difficili da scegliere. Tuttavia, possiamo andare in un altro modo.

Investire in grandi società

Nel complesso, il calo delle azioni sul mercato consente agli investitori a lungo termine di acquistare azioni di grandi società a basso prezzo. In particolare, possiamo facilmente pensare all'acquisto delle azioni di tali società come mela (NASDAQ: AAPL), IBM (NYSE: IBM), o microsoft (NASDAQ: MSFT). In generale, prestiamo innanzitutto attenzione alle società incluse nell'indice Dow Jones, che sono attori grandi e affidabili.

Se il tuo orizzonte di investimento è di diversi anni, puoi facilmente raccogliere le azioni di tali società nel tuo portafoglio e fare soldi sui dividendi e sulla crescita del loro prezzo. Tuttavia, gli investimenti a lungo termine sono noiosi: basta acquistare e attendere.

Acquistare e vendere ogni settimana è una cosa diversa. Qui, il risultato può essere visto molto prima; per di più, è interessante vedere cosa succede nelle calze acquistate. Tuttavia, in questo caso, è necessario cercare azioni che aumenteranno presto di prezzo, il che richiede tempo e fatica.

Le scorte delle compagnie di navigazione

Oggi, il coronavirus è il problema principale; i porti marittimi in Cina sono sovraccarichi. I contenitori vengono scaricati molto lentamente, le navi rimangono inattive. Agli equipaggi di ritorno dalla Cina è vietato sbarcare in altri paesi. Per evitare di rischiare i propri equipaggi, molte compagnie di navigazione hanno portato le loro navi verso i porti, dove rimangono inattive.

Naturalmente, un tale corso di eventi influenza il profitto di queste aziende. Sarebbe stato logico se le loro azioni avessero iniziato a scendere prima delle quotazioni di S $ P 500 perché i problemi si stavano accumulando. Ho analizzato i grafici delle compagnie di navigazione e concluso che le loro scorte hanno iniziato a diminuire a gennaio, o almeno un mese prima del crollo dell'S & P 500.

Le scorte delle compagnie di navigazione

Quindi, concludiamo che non appena la popolazione cinese inizierà a tornare sul posto di lavoro, le prime imprese ad essere influenzate saranno le compagnie di navigazione e le loro scorte inizieranno a crescere. Ciò significa che dovresti seguire da vicino questo settore, in particolare le società di Hong Kong e degli Stati Uniti.

Le compagnie di navigazione statunitensi lo sono Diamond S Shipping Inc. (NYSE: DSSI), Eagle Bulk Shipping Inc. (NASDAQ: EGLE), Genco Shipping & Trading Limited (NYSE: GNK), Kirby Corporation (NYSE: KEX), Dorian LPG Ltd. (NYSE: GPL), Matson, Inc. (NYSE: MATX). Delle società di Hong Kong, una sola società è quotata alla Borsa di New York - Seaspan Corporation (NYSE: SSW).

Naturalmente, ci sono altre opzioni di investimento. Ne ho suggerito solo uno basato su una logica semplice. I livelli a cui le scorte possono aumentare sono i livelli di resistenza da cui hanno iniziato a cadere. Il fatto è che entro la fine del primo trimestre le entrate di queste società non avranno raggiunto i livelli previsti, peggiorando rispetto all'anno precedente. Tuttavia, in seguito la spedizione recupererà insieme al loro reddito. Pertanto, anche i prezzi delle azioni torneranno ai livelli precedenti.

sommario

La situazione è piuttosto complicata e non dovremmo aspettarci che tornerà presto alla normalità. Suppongo che durerà fino ad aprile. Solo così saremo in grado di valutare il danno da coronavirus e la crescita dei prezzi delle azioni ripristinerà. Nel peggiore dei casi, dobbiamo aspettarci un altro declino, molto peggio di quello che abbiamo già visto.

Questo è l'unico caso nella mia pratica quando scrivo un articolo e spero che tutto ciò che ho scritto sulla crisi risulti essere il mio fraintendimento e un'analisi errata di ciò che sta accadendo nel mondo.




Commenti

Articolo precedente

Una settimana sul mercato (03/02 - 03/08): Brexit, Oil, Dollar Stress

L'inizio di marzo è un periodo piuttosto vivace per gli investitori - come sempre, in effetti. Stiamo aspettando l'incontro dell'OPEC in cui devono essere prese decisioni importanti, colloqui all'interno della Brexit e molte statistiche. Godere.

Prossimo articolo

Negoziare con l'indicatore Heiken Ashi

L'indicatore Heiken Ashi (tradotto come "candelabro centrale") è solo un altro modo di rappresentare il grafico dei prezzi come candelabri, diverso dai popolari candelabri giapponesi. In sostanza, è un modo alternativo di tracciare un grafico dei prezzi facendo la media. L'indicatore Heiken Ashi è caratterizzato da molti terminali commerciali popolari, tra cui MetaTrader 4 e MetaTrader 5.