Una settimana sul mercato: sentenza Coronavirus, lotta alle banche centrali

Una settimana sul mercato (03/16 - 03/22): sentenza Coronavirus, lotta alle banche centrali

Visualizzazioni: vista 6
Momento della lettura: 3 verbale



Questo marzo rischia di diventare un mese leggendario per i mercati dei capitali: tutti i movimenti e le tendenze sono definiti dall'unico driver: il coronavirus. Questa settimana non farà eccezione e gli investitori guarderanno di nuovo non le statistiche ma le azioni degli Stati contro il virus.

USD: il tasso è stato diminuito, qual è il prossimo?

USD: il tasso è stato diminuito, qual è il prossimo?

Lunedì mattina presto si è saputo che la Fed aveva deciso di ridurre il tasso di interesse dello 0-0.25% annuo, di 150 punti base contemporaneamente. Allo stesso tempo, la Fed ha annunciato la sua decisione di riacquistare documenti dal mercato per 700 miliardi di dollari a sostegno del settore fiscale. Per l'USD, il calo del tasso è una cattiva notizia, tuttavia, la decisione stessa della Fed di sostenere l'economia è una buona notizia.

Lo yen giapponese: la Banca del Giappone non ha modificato il tasso

Lo yen giapponese: la Banca del Giappone non ha modificato il tasso

All'inizio della settimana, in una riunione di emergenza, la Banca del Giappone ha deciso di non modificare il tasso di interesse, lasciandolo al -0.10% annuo, tuttavia ha annunciato di raddoppiare il volume degli acquisti di titoli dell'ETF. Inoltre, è stato esteso anche il programma di accredito disponibile per le aziende colpite dal virus. La BoJ stimola il sistema finanziario, cercando di minimizzare le conseguenze delle pandemie. Lo JPY in coppia con l'USD si è stabilizzato vicino a 107.00.

Le banche centrali impiegheranno del tempo per l'analisi

Le banche centrali impiegheranno del tempo per l'analisi

Per questa settimana sono previsti gli incontri di Fed e BoJ. Tuttavia, già lunedì mattina, entrambi i regolatori hanno preso le loro decisioni monetarie. Le riunioni, tuttavia, non sono state cancellate. In questi incontri, si presume che i politici monetari scenderanno a un'analisi dettagliata della situazione e cercheranno una soluzione ottimale per uscire dalla crisi.

Il GBP: la sterlina reagirà con calma all'uscita di Karney dal suo incarico

Il GBP: la sterlina reagirà con calma all'uscita di Karney dal suo incarico

All'inizio della nuova settimana, il presidente della Bank of England Mark Karney delegherà le sue responsabilità ad Andrew Bailey. Questa è un'azione pianificata e non dà motivo di preoccuparsi, tuttavia, il fatto stesso di un cambio di capo del regolatore è elettrizzante. Nel complesso, Bailey si attiene a una strategia ottimale e non ci devono essere rischi per la GBP.

La Banca di Russia: è giunto il momento di alzare il tasso

La Banca di Russia: è giunto il momento di alzare il tasso

Venerdì 20 marzo, la Banca di Russia sta organizzando una riunione. Il mercato prevede un aumento del tasso chiave di 100-150 punti base. La banca centrale russa è praticamente l'unico importante regolatore che non ha ancora adottato misure fiscali per stabilizzare l'economia. Per il rublo, un aumento del tasso sarà un fattore di pressione a lungo termine.




Commenti

Articolo precedente

Andrew's Pitchfork - Strumento grafico efficiente

Andrew's Pitchfork è uno strumento di analisi grafica basato sulla linea di tendenza media e un canale equidistante. Sfortunatamente, questo metodo di trading e analisi non è molto popolare tra i trader; tuttavia, sembra essere perfetto per disegnare rapidamente un canale e il trading rimbalza e sfonda i suoi confini.

Prossimo articolo

La crisi del coronavirus non ha raggiunto il suo picco

È passata una settimana da quando ho pubblicato il mio articolo precedente, ma l'indice azionario S&P 500 è riuscito a scendere da 2800 al minimo di 2475. Nel complesso, dal 20 febbraio, la diminuzione dell'S & P 500 è stata del 28%, che è il più grande declino dell'indice negli ultimi 10 anni. La situazione attuale può essere facilmente definita una crisi e la sua ragione non è un'economia surriscaldata o una bolla in alcuni settori ma un virus.