Una nuova settimana di luglio sarà silenziosa: le statistiche sono scarse, i leader dell'UE continuano a discutere quali soldi usare per ripristinare l'economia, il petrolio rimane sotto pressione, i nuovi casi di coronavirus continuano a moltiplicarsi. Tuttavia, il mercato valutario è allegro, desideroso di rischiare.

EUR: rimanere positivo

EUR: rimanere positivo

Dalla zona euro, le statistiche importanti saranno davvero scarse. I più scrupolosi attori del mercato potrebbero essere interessati a struttura della bilancia dei pagamenti nella zona euro. Inoltre, notare il indice di fiducia del consumatore nella regione - potrebbe essere migliorato in modo significativo. Tutte le statistiche positive dovrebbero essere interpretate come un rimbalzo locale: il recupero stabile e sistematico richiede tempo. Alla fine della settimana, il Nel mese di luglio verrà pubblicata la PMI nella sfera dei servizi dell'Eurozona. Le cifre sono preliminari. Qui, il miglioramento è anche possibile perché il consumatore è quasi tornato alla vita normale. La Germania, ad esempio, pubblicherà lo stesso rapporto.

RUB: attenzione alla CB

RUB: attenzione alla CB

Venerdì 24 luglio, la Banca di Russia sta organizzando una riunione. Il tasso di interesse chiave è al 4.50%; è caduto in maniera ripida e massiccia proprio la scorsa settimana e non ha bisogno di essere rivisto. Tuttavia, la Banca di Russia ha appena menzionato un basso tasso di inflazione come motivo principale per ridurlo. Ciò significa che il regolatore è pronto a scendere al 4% prima dell'arrivo di settembre. Il tasso del rublo include già la probabilità di una diminuzione del tasso di interesse; tuttavia, se si verifica prima del previsto (il mercato prevede una diminuzione a settembre), la volatilità potrebbe aumentare.

Brent: molte domande alla domanda

Brent: molte domande alla domanda

All'inizio della prima settimana di luglio, il petrolio sta diminuendo perché il mercato si concentra sui nuovi casi di coronavirus negli Stati Uniti e nel mondo. Il fatto che le pandemie non si stiano ritirando fa riflettere i partecipanti al mercato stabilità della domanda di vettori energetici. I fattori positivi sono, infatti, scarsi, che possono trascinare il Brent a 41-42 USD al barile.

USD: l'appetito per il rischio batte il dollaro

USD: l'appetito per il rischio batte il dollaro

Tutte le statistiche importanti dagli USA sono concentrate nel mercato immobiliare e PMI del settore non produttivo dell'economia. Negli Stati Uniti è iniziata la stagione dei report aziendali; la prima settimana è stata persino migliore del previsto, ma può succedere di tutto. L'interesse per l'USD come attività protettiva è sceso al minimo: il mercato è positivo riguardo ai rischi e non vuole evitarli.


Il materiale è preparato da

Un trader Forex con più di 10 anni di esperienza nelle principali banche di investimento. Fornisce la sua visione ponderata dei mercati attraverso articoli analitici, regolarmente pubblicati da RoboForex e altre fonti finanziarie popolari.