Intelligenza emotiva: che cos'è e perché è importante per i trader

Intelligenza emotiva: che cos'è e perché è importante per i trader

Visualizzazioni: vista 900
Momento della lettura: 4 verbale



Parlando di competenze psicologiche, importanti per un trader, vorrei innanzitutto individuare intelligenza emotiva. Sotto l'intelligenza emotiva, comprendo la capacità di distinguere e nominare gli stati emotivi propri e altrui.

Perché l'intelligenza emotiva è importante per i trader?

Suppongo che molti trader vorrebbero "sbarazzarsi delle emozioni" per evitare le perdite che le emozioni spesso causano. Tuttavia, tale liberazione renderebbe una persona incapace di prendere decisioni. La capacità di orientarsi in situazioni sociali complicate che sono influenzate dalla "psicologia di una folla" (e un mercato finanziario è esattamente una situazione del genere) presume non solo la capacità di individuare modelli (grafici, statistici) da una massa di dati ma anche per sentire correttamente il sentiment del mercato. In gran parte, il sentimento del mercato è l'informazione non disponibile per gli algoritmi (sebbene ci siano tentativi di creare algoritmi che stimino il sentimento del mercato).

In parole povere, potremmo dire che l'impulso al prezzo, che sgorga da un range e sostenuto dalla domanda / offerta professionale, provocherà la reazione stereotipata dei trader che cercheranno di vendere a prezzi “gonfiati”. Di conseguenza, la tendenza sarà ulteriormente spostata principalmente dalla reazione emotiva dei trader a breve termine che chiuderebbero le loro posizioni. Un alto livello di intelligenza emotiva consentirà al trader di rilevare tali situazioni e reagire di conseguenza.

Di sicuro, il ruolo principale dell'intelligenza emotiva è rilevare le proprie emozioni. Se una persona (trader) sperimenta uno stato emotivo che non può riconoscere, ciò potrebbe distorcere la percezione del mercato e spingere fuori alcune informazioni importanti. In parole semplici, il trader inizierà a cercare i motivi per fare uno scambio (e li troverà). A differenza di una semplice azione reattiva, quando il trader sposta il Stop Loss o "si vendica" sul mercato, il processo qui è molto più complicato e difficile da rilevare. Un trader con una percezione distorta della realtà sarà certo che la propria analisi sia stata oggettiva, tenendo conto di tutti i fattori necessari; ahimè, la loro attenzione sarà focalizzata in modo molto selettivo.

Ecco perché l'intelligenza emotiva è così importante: permette di realizzare i propri stati emotivi nel tempo ed evitare distorsioni.

Principali distorsioni percettive del mercato

Ecco le distorsioni percettive più frequenti che i trader potrebbero dover affrontare:

  1. L'impulso a fare trading in un mercato inattivo (il trader cerca di entrare quando sarebbe più saggio aspettare).
  2. La voglia di andare contro una fuga (uscendo dal range, il prezzo sembrerà illegittimamente “alto” o “basso”, quindi il trader proverà ad aprire una posizione, giustificandola con “analisi”, disegnando nuove linee e “canali”) .
  3. Evitare scambi e rischi in tempi di volatilità estremamente bassa (di solito prima di una fuga).
  4. Diminuzione dell'attività dopo una serie persa.
  5. Attività in aumento dopo una serie redditizia.

Salto intenzionalmente tali tipi di comportamento come aumentare il lotto in modo significativo per riconquistare le perdite o realizzare un certo profitto. Parliamo solo di distorsioni mentali, non di mancanza di autocontrollo. Quando le emozioni superano la "soglia del dolore" e governano il proprio comportamento, entra in scena un altro meccanismo che toccheremo.

La maggior parte delle operazioni "cattive" compaiono quando il trader restringe la propria percezione in un quadro ristretto e diventa cieco di fronte a eventi e dettagli importanti.

Lista di controllo quotidiana del trader

Per evitare tali effetti, consiglio il seguente esercizio. Fallo ogni giorno prima di iniziare a fare trading (e anche nel processo di trading e successivamente).

Prima di aprire il terminale di trading, prendi una penna e un foglio di carta e scrivi:

  • Cosa ti sta succedendo adesso?
  • Qual è il tuo stato d'animo attuale e cosa l'ha provocato?
  • Cosa è successo oggi o è successo ieri? Puoi nominare eventi che ti hanno fatto sentire nervoso o insoddisfatto?

In primo luogo, potrebbe sembrare difficile definire il tuo stato d'animo attuale; normalmente, non proviamo ansia o fastidio gravi; questi processi sono solitamente inconsci e non influenzano direttamente il nostro comportamento quotidiano. Tuttavia, si mostreranno inevitabilmente nel trading.

Fai del tuo meglio per essere il più sincero possibile mentre raddrizzi tali liste di controllo.

Ulteriori raccomandazioni

Inoltre, consiglierei di utilizzare un vocabolario diversificato per esprimere i tuoi sentimenti: gli aggettivi "cattivo", "buono" o "normale" non descrivono praticamente nulla, quindi l'effetto dell'esercizio sarà quasi nullo.

Alcune persone si concentrerebbero prima sui sentimenti corporei: di regola, le reazioni corporee riflettono stati emotivi inconsci e osservare tali reazioni può portarti alla loro fonte.

Quando riesci nell'esercizio, ti sentirai più calmo; il tuo desiderio di iniziare a fare trading il prima possibile diminuirà e la tua visione del quadro del mercato si estenderà. La struttura della percezione, vincolata dalle tue emozioni inconsce, si allargherà, il che significa che noterai molti più scenari di comportamento, sia il tuo che il mercato. Tale diversità aumenterà le tue possibilità di trovare buoni scambi e realizzare un profitto.

Invece di un riassunto

Nell'Università della California è stato condotto un interessante esperimento: commercianti esperti (ma non esperti) e principianti hanno lavorato nel mercato. In primo luogo, i trader esperti hanno ottenuto risultati migliori, ma poi i principianti hanno completato un programma speciale pensato per lo sviluppo dell'intelligenza emotiva, hanno raggiunto i colleghi esperti e alcuni dei principianti sono persino diventati leader. Le misurazioni dell'attività cerebrale hanno dimostrato che la logica difficilmente ha partecipato al processo.

Questo esperimento mostra che, in effetti, i nostri stati emotivi sono la fonte sia dei nostri limiti (quando cerchi di sottometterli e ignorarli) sia delle nostre risorse, se stabiliamo una buona connessione con loro.




Commenti

Articolo precedente

Asana DPO: l'amico di Zuckerberg porta la sua startup al NYSE

Asana, società specializzata in software per la gestione di progetti, ha effettuato una quotazione diretta alla Borsa di New York il 30 settembre 2020 e ha iniziato a fare trading il 1 ° ottobre 2020 con il ticker ASAN.

Prossimo articolo

NASDAQ-100: come investire o fare trading sull'indice

In questa panoramica, faremo conoscenza con un popolare indice azionario NASDAQ-100. Questo è l'indice delle società high-tech che è uno dei primi tre indici statunitensi.