Una settimana al mercato: banche centrali e statistiche

Una settimana al mercato: banche centrali e statistiche

Momento della lettura: 3 verbale



Le banche centrali del mondo sono pronte per nuove conferenze e discussioni sulla loro politica creditizia e monetaria, le statistiche continuano a essere pubblicate e il mercato è ancora eccitato dal rischio e trascura lo stato di ipercomprato delle valute.

Banche centrali: momento sbagliato per le decisioni

Banche centrali: momento sbagliato per le decisioni

Questa settimana, gli OC di Cile, Canada, Brasile, Ucraina, Serbia e Perù terranno conferenze. I programmi sono piuttosto voluminosi ma molto probabilmente il quadro delle loro politiche monetarie e creditizie non cambierà. Per i mercati dei capitali, questo è un buon segnale che consente di valutare adeguatamente i rischi.

USD: le statistiche stabili sono una buona notizia

USD: le statistiche stabili sono una buona notizia

Gli Stati Uniti stanno pianificando un vertice sulla vaccinazione contro il coronavirus e, se i risultati sono positivi, l'interesse del mercato al rischio aumenterà mentre il dollaro USA si indebolirà. Tra le statistiche, si noti l'indice dei prezzi alla produzione e il CCI preliminare dell'Università del Michigan. Più stabili sono le statistiche, meglio è per l'USD.

EUR: la BCE è pronta a cambiare qualcosa?

EUR: la BCE è pronta a cambiare qualcosa?

In questa nuova settimana di dicembre, anche la Banca centrale europea terrà una conferenza. Questo sarà definitivo per quest'anno, quindi è improbabile che il CB cambi qualcosa; inoltre, sarebbe opportuno attendere l'effetto delle misure di stimolo attuate in precedenza. È probabile che la politica creditizia e monetaria rimarrà così com'è; attenzione però ai commenti di Christine Lagarde, capo della Bce, che potrebbe fornire spunti su ulteriori azioni del regolatore.

JPY: tanti dati, poche prospettive

JPY: tanti dati, poche prospettive

Questa settimana, il Giappone pubblicherà dati macroeconomici sul mercato del lavoro, conto corrente, spesa delle famiglie (che è un comunicato molto informativo), PIL finale per il secondo trimestre. Inoltre, il PPI e gli ordini preliminari di macchine utensili potrebbero essere piuttosto informativi. Statistiche forti potrebbero supportare lo yen, tuttavia, normalmente reagisce debolmente alle cifre, mentre l'interesse verso le attività rifugio sicuro rimane smussato, il che non è male per lo JPY.

GBP: la sterlina non perde mai vigore

GBP: la sterlina non perde mai vigore

C'è sempre meno tempo per eventuali colloqui produttivi tra Gran Bretagna e UE sulla Brexit, ma il GBP sembra essere spensierato. La nuova settimana porterà molti dati, dagli indici di produzione al PIL e al tasso di inflazione. Ora il GBP va bene e le notizie positive sulla Brexit daranno un nuovo impulso al GBP.




Tratteremo qualsiasi tema di attualità sul trading e gli investimenti se lo trovi utile.

Commenti

Articolo precedente

Cosa sta succedendo con l'USD?

Quali sono le ragioni?

Articolo prossimo

Valutazione di novembre: leader e outsider nei mercati azionari di tutto il mondo

Chi è entrato nelle liste?