Zoom farà un'offerta secondaria per attirare 1.5 miliardi di dollari

Zoom farà un'offerta secondaria per attirare 1.5 miliardi di dollari

Visualizzazioni: vista 14
Momento della lettura: 2 verbale



Se pensavi che la notizia sulla famosissima piattaforma online per videoconferenze Zoom fosse rimasta nel 2020, ripensaci. Questa azienda tecnologica statunitense ha molto in magazzino. È giunto il momento di imparare alcuni dettagli.

In cosa consiste?

Il 12 gennaio, Zoom Video Communications ha pubblicato sul suo sito ufficiale un comunicato stampa che promette un'offerta secondaria di azioni fino al 15 gennaio. La società prevede di vendere 5.15 milioni di azioni di classe A per 340 dollari ciascuna. Gli esperti affermano che la quantità di denaro netto attratto dall'offerta potrebbe raggiungere 1.5 miliardi di dollari.

La società IT fornirà alla banca JPMorgan Chase, che è il suo unico book-runner, un'opzione di 30 giorni per l'acquisto di 735mila azioni per 225 milioni di dollari.

Si noti che il 12 gennaio, le azioni di Zoom sono state scambiate al NASDAQ per 356.81 USD ciascuna, il 4.7% in più rispetto al prezzo di collocamento annunciato. Alla notizia il mercato ha reagito positivamente: nel momento in cui stavo preparando questo articolo, le azioni costano 383.24 dollari, il che significa che le quotazioni sono cresciute del 7.4% dopo il comunicato.

Fatti curiosi su Zoom

  • Il 17 aprile 2019, la società ha effettuato un'IPO, iniziando le negoziazioni a 36 USD per azione.
  • Con l'IPO, Zoom ha attratto 447.9 milioni di dollari.
  • Il prezzo delle azioni dell'SPO pianificato sarà quasi dieci volte superiore a quello dell'IPO: 340 USD contro 36 USD.
  • Da un anno le quotazioni di Zoom Video Communication sono cresciute del 382%.
  • Nel terzo trimestre del 2020, i ricavi sono stati pari a 777.2 milioni di dollari, con una crescita del 367%.
  • L'utile netto dello stesso periodo ha raggiunto i 198 milioni di dollari, 94 volte di più rispetto allo stesso trimestre del 2019.
  • Secondo i rapporti del terzo trimestre, il database dei clienti il ​​cui reddito annuo è superiore a 3mila dollari è cresciuto del 100%.
  • Le previsioni per il trimestre in corso promettono che le entrate per la notte di novembre-gennaio raggiungeranno gli 806-811 milioni di dollari.

Riassumendo

Zoom Video Communications prevede di vendere oltre 5 milioni di azioni e attrarre 1.5 miliardi di dollari. Da quando la società è arrivata al NASDAQ, questa è l'offerta più ampia. L'unico book runner sarà la banca JPMorgan Chase.

Con le pandemie di COVID-19 e lo sviluppo del lavoro e dello studio a distanza, la piattaforma per le videoconferenze online è diventata estremamente popolare in tutto il mondo. Nel 2020, il prezzo delle sue azioni è cresciuto di quasi il 400%, da 68 a 337.3 USD.

Secondo varie fonti, i servizi forniti dall'azienda sono utilizzati da 75-100 milioni di utenti ma solo il 20% di essi sono clienti a pagamento. Quindi, il compito principale di questa società di telecomunicazioni è aumentare la monetizzazione. Il 2021 mostrerà se Zoom riuscirà ad aumentare il numero di utenti a pagamento e vedrà crescere i suoi risultati finanziari alla stessa velocità.




Tratteremo qualsiasi tema di attualità sul trading e gli investimenti se lo trovi utile.

Commenti

Articolo precedente

Come calcolare il ritorno sull'equità (ROE)?

In questo articolo parleremo del Return on Equity (ROE), uno degli indicatori chiave dei rendimenti degli investimenti, che aiuta a valutare la stabilità finanziaria e l'attrattiva degli investimenti di diverse società.

Articolo prossimo

Come fare trading con la strategia del metodo Puria?

In questa panoramica, discuteremo una strategia di indicatori nota come metodo Puria. Indipendentemente da un nome così misterioso, questa è una strategia abbastanza semplice e comprensibile basata sui segnali di quattro indicatori standard.