Una settimana nel mercato (01/25 - 01/31): Fed e banche centrali

Una settimana nel mercato (01/25 - 01/31): Fed e banche centrali

Visualizzazioni: vista 842
Momento della lettura: 2 verbale



L'ultima settimana di gennaio porterà al seguito un flusso di statistiche statunitensi, più sessioni delle banche centrali e una riunione della Fed statunitense. Le cose saranno, almeno, curiose.

USD: attenzione alla Fed

USD: attenzione alla Fed

La prima sessione della Fed quest'anno deve svolgersi senza intoppi e senza sorprese. Il tasso di interesse rimarrà nell'intervallo obiettivo dello 0-0.25% per un periodo piuttosto lungo, mentre è probabile che i commenti siano attentamente ottimisti sulla stimolazione pianificata. Per l'USD, questi fattori sono neutri, ma il dollaro potrebbe diminuire leggermente per brevi periodi.

Banche centrali: proseguono le sessioni

Banche centrali: proseguono le sessioni

Questa settimana, a parte la Fed statunitense, le banche di Nigeria, Ungheria, Kenia, Mozambico e Kazakistan stanno programmando le loro sessioni. In tutti i casi, la politica creditizia e monetaria rimarrà la stessa, il che è un segnale di una certa stabilizzazione economica per i mercati dei capitali.

Le società statunitensi riporteranno le loro prestazioni

Le società statunitensi riporteranno le loro prestazioni

L'ultima settimana di gennaio ci fornirà i rapporti finanziari di Apple, Tesla, Facebook e altre grandi entità degli Stati Uniti. Più le cifre sono stabili, meglio è per i mercati dei capitali e le attività rischiose; tuttavia, i rischi legati alla bassa domanda dei consumatori potrebbero essere ancora presenti.

GBP: la sterlina spera per il meglio

GBP: la sterlina spera per il meglio

Dopo l'inizio della vaccinazione, l'atteggiamento del mercato nei confronti della sterlina rimane positivo. Questa settimana le statistiche saranno abbondanti, compresi i dati sul mercato del lavoro e sulle vendite al dettaglio. Meno segnali di rallentamento, meglio è per il GBP.

JPY: la domanda di beni rifugio è limitata

JPY: la domanda di beni rifugio è limitata

I mercati dei capitali sono sicuri che il mondo sfuggirà presto alla morsa delle pandemie, quindi la domanda di risorse protettive, incluso lo yen, è limitata. Questa settimana, il Giappone pubblicherà le statistiche sul CCI, sul tasso di disoccupazione e sull'inflazione di base a Tokyo, e se le cifre sono moderate, lo JPY difficilmente reagirà.




Tratteremo qualsiasi tema di attualità sul trading e gli investimenti se lo trovi utile.

Commenti

Articolo precedente

Azioni Intel: rapida crescita modificata per un forte calo

Intel ha riportato i risultati del quarto trimestre e dell'intero 4. La performance finanziaria ha ottenuto una reazione positiva del mercato: le azioni sono balzate di oltre il 2020%. Tuttavia, le parole della direzione sulle prospettive li hanno fatti cadere di oltre il 6%.

Articolo prossimo

Come scambiare i modelli M e W. di Arthur A. Merrill

I modelli M e W di Arthur A. Merrill sembrano onde. Ci sono 32 modelli, 16 dei quali hanno una struttura unica. Alcuni sembrano modelli di prezzo classici, hanno una struttura chiara e regole di identificazione comprensibili.