Azioni Intel: rapida crescita modificata per un forte calo

Azioni Intel: rapida crescita modificata per un forte calo

Visualizzazioni: vista 12
Momento della lettura: 2 verbale



È la stagione dei rapporti finanziari e oggi ci concentreremo sulle vittorie e sulle sconfitte di Intel, uno sviluppatore e produttore di microprocessori statunitense. Cercheremo di scoprire quale sia stata la ragione della rapida crescita del prezzo delle sue azioni che è cambiato per un altrettanto impressionante calo. Iniziamo!

Cosa c'è nel rapporto?

Il 21 gennaio, la società Intel ha pubblicato i risultati finanziari per il quarto trimestre del 4 e ha dimostrato che gli analisti l'avevano sottovalutata. Secondo il management, la ragione principale di una performance annuale così forte è un alto livello di vendite di PC: da un anno, è cresciuto dell'2020% a 8 miliardi di dollari. Grazie alle pandemie!

Mostrami le cifre!

Se vuoi solo dati, confrontiamo le prestazioni del 2020 e del 2019:

  • Entrate - 77.9 miliardi di dollari, + 8%
  • Utile netto - 20.9 miliardi di dollari, -1%
  • Ritorno sul magazzino - 4.94 USD, + 5%
  • GPM - 56%, -2.5%
  • Margine operativo - 30.4%, -0.2%
  • Flusso di denaro gratuito - 21.1 miliardi di dollari, + 25%
  • Flusso di denaro operativo - 35.4 miliardi di dollari, + 7%

Gli investitori sono felici?

Il mercato ha reagito abbastanza positivamente al report: il 21 gennaio il prezzo delle azioni di Intel ha raggiunto i 62.46 dollari, in crescita del 6.46%. Tuttavia, già il giorno successivo, il 22 gennaio, le azioni del NASDAQ sono scese a 56.66 USD, perdendo il 9.29%.

Per quale motivo?

Gli esperti accusano il nuovo direttore generale Pat Gelsinger del declino. Sorprendentemente, meno di due settimane fa, la notizia che Gelsinger avrebbe sostituito Bob Swan ha fatto aumentare il prezzo delle azioni di quasi il 7%.

Il nuovo CEO ha annunciato che la maggior parte dei microprocessori sarà ancora prodotta su impianti Intel. Tuttavia, questo è esattamente l'opposto di ciò che gli investitori erano ansiosi di sentire.

La società è in una posizione molto particolare. Da un lato, non riesce a modernizzare i suoi impianti nel tempo e, quindi, a produrre nuovi chip competitivi. D'altro canto, la direzione è ostinatamente riluttante a esternalizzare la produzione.

Alla fine, Intel ha perso con Samsung e TSMC nella produzione di microprocessori e con AMD e NVIDIA - nella loro progettazione. Naturalmente, una situazione del genere difficilmente rende felici gli investitori e Daniel Loeb, che gestisce l'hedge fund Third Point e possiede un pacchetto di quasi 1 miliardo di dollari di azioni Intel, ha chiamato la direzione per la revisione del modello di business e lo studio di alternative strategiche.

Riassumendo

Alla fine dell'ultima settimana, un produttore e sviluppatore americano di microprocessori Intel ha riportato le sue prestazioni alla fine del 2020 e per l'intero anno. Gli investitori hanno reagito positivamente, spingendo le azioni al rialzo del 6% quel giorno stesso.

Tuttavia, l'annuncio dei piani per il prossimo futuro da parte del management ha avuto l'effetto contrario: hanno abbassato il prezzo delle azioni di oltre il 9%. Gli investitori non sono soddisfatti del modello di business scelto che ritengono possa far perdere rapidamente la sua parte di mercato all'azienda.

Molto presto sapremo se il nuovo direttore generale Pat Gelsinger li ascolterà e cambierà il corso.




Tratteremo qualsiasi tema di attualità sul trading e gli investimenti se lo trovi utile.

Commenti

Articolo precedente

Le azioni Netflix sono aumentate di quasi il 17% dopo il rapporto

Il rapporto ha provocato una crescita delle quotazioni del 17%. Nel 2020, i ricavi sono cresciuti del 24%, l'utile netto - del 47.9%, l'audience - del 32.1%. Gli esperti dell'azienda affermano che nel trimestre più vicino il fatturato crescerà del 23.6% e l'utile netto del 92%.

Articolo prossimo

Una settimana nel mercato (01/25 - 01/31): Fed e banche centrali

L'ultima settimana di gennaio porterà al seguito un flusso di statistiche statunitensi, più sessioni delle banche centrali e una riunione della Fed statunitense. Le cose saranno, almeno, curiose.