Perché il prezzo del petrolio sta crescendo?

Perché il prezzo del petrolio sta crescendo?

Momento della lettura: 3 verbale



    Sono passate diverse settimane che il prezzo dei future sul Brent e sul WTI ha iniziato a puntare a livelli che non vedevamo da un anno. Scopriamo cosa sta succedendo nel mercato delle materie prime e quali eventi sono diventati una tale benedizione per i prezzi del petrolio.

    Cosa sta succedendo con i prezzi del petrolio?

    Secondo le informazioni sugli scambi dell'ICE (Londra), oggi, 17 febbraio, quando si sta preparando questo articolo, i future sul Brent di aprile sono cresciuti a 64 dollari al barile, essendo cresciuti dell'1.03%. I future sul WTI di marzo sono aumentati dello 0.78%, raggiungendo i 60.52 USD.

    Vale la pena ricordare che nessun tipo di petrolio può vantare un prezzo simile dal gennaio dello scorso anno.

    Quali sono le ragioni di tale crescita?

    Poiché il gelo innaturale ha ostacolato il lavoro di tutte le centrali elettriche in Texas, tutte le centrali petrolifere sono state chiuse lì. Ricorda che ci sono 31 impianti petroliferi nello stato che producono ogni giorno 4.6 milioni di barili di petrolio. Il mercato si è preoccupato del ritardo della fornitura di petrolio dall'Arabia Saudita e ha spinto al rialzo i prezzi del petrolio. Il disturbo è stato causato dalla notizia che gli houthi yemeniti hanno attaccato l'aeroporto in Arabia Saudita.

    Anche la campagna di vaccinazione globale si sta svolgendo attivamente, il che è anche una buona influenza che rende gli investitori ottimisti. Non dobbiamo dimenticare il piano di stimolo all'economia suggerito da Joe Biden e già approvato dal Senato. Secondo il piano, verranno spesi 1.9 trilioni di dollari per sostenere i cittadini e le imprese. Tali notizie spingono anche verso l'alto le quotazioni delle materie prime.

    I membri dell'OPEC + sono davvero impressionanti per la loro disciplina e devozione. Il fatto che la produzione rimanga sotto controllo è fondamentale. Inoltre, il 1 ° febbraio, l'Arabia Saudita ha annunciato una diminuzione della produzione di 1 milione di barili. Come risultato di queste complesse misure, lo stoccaggio globale di petrolio sta diminuendo. Negli Stati Uniti, ad esempio, l'attuale stoccaggio di petrolio è in media solo del 4% superiore a quello degli ultimi 60 mesi.

    Quali sono le prospettive?

    Nell'Agenzia internazionale dell'energia, affermano che l'OPEC + avrà la possibilità di aumentare la produzione già nel secondo semestre di quest'anno. Questo, ovviamente, farà scendere i prezzi dei futures.

    Curiosamente, l'AIE prevede la crescita non solo dell'offerta ma anche della domanda. Gli analisti pensano che quest'anno i paesi non OPEC + aumenteranno la produzione di 830mila barili al giorno. Nel frattempo, la domanda giornaliera globale ammonterà a 94 milioni di barili, che è il 60% del volume pre-pandemie.

    Gli esperti di JPMorgan Chase, a loro volta, rivendicano l'inizio di un nuovo superciclo di crescita dei prezzi delle materie prime, il quinto degli ultimi 100 anni. Questa volta accade perché gli operatori del mercato stanno proteggendo l'inflazione, assicurandosi che il ripristino dell'economia dopo le pandemie sarà sorprendente.

    In JPMorgan Chase hanno anche previsto che nel quarto trimestre del 2021 un barile di Brent costerà 68 USD; Gli esperti di Goldman Sachs suggeriscono una crescita a 65 USD e quelli di Citigroup a 70 USD.

    Dove crescerà la domanda?

    Indovina quale paese sarà la locomotiva della domanda di petrolio nel prossimo decennio. Se pensavi all'India, avevi dannatamente ragione. Bene, almeno, goditi un inchino rispettoso degli analisti dell'AIE.

    Sono sicuri che entro il 2040 l'India aumenterà la domanda di petrolio a 8.7 milioni di barili al giorno. Si noti che nel 2019 era inferiore a 5 milioni di barili. Per l'acquisto di petrolio straniero, il paese stanzierà circa 225 miliardi di dollari all'anno, tre volte di più rispetto a prima delle pandemie.

    Per quanto riguarda gli impianti petroliferi del Paese, in 20 anni la loro potenza produttiva sarà di quasi 8 milioni di barili al giorno. Tuttavia, il prodotto interno coprirà solo l'8% del volume necessario.

    Riassumendo

    Attenersi agli accordi OPEC + sulla produzione, una diminuzione dello stoccaggio mondiale, lo stimolo dell'economia statunitense, la vaccinazione globale e, infine, i raffreddori record negli Stati Uniti hanno fatto crescere il prezzo dei futures Brent e WTI.

    Gli esperti dicono che il trend rimarrà positivo e nel quarto trimestre di quest'anno il prezzo potrebbe raggiungere i 70 dollari al barile. Anche tu sei così ottimista?




    Pubblicheremo articoli basati sui migliori suggerimenti.

    Commenti

    Articolo precedente

    Oscar Health, Inc. IPO: assicurazione sanitaria "intelligente"

    In questo articolo, discuteremo di un'IPO dell'azienda, che si pone l'obiettivo di rivoluzionare il sistema sanitario statunitense. Il mercato statunitense dei servizi sanitari dovrebbe raggiungere i 4 trilioni di dollari entro il 2027

    Articolo prossimo

    Gli investimenti nell'estrazione di grafite possono produrre enormi profitti

    Gli investimenti nel settore delle auto elettriche non si limitano all'acquisto di azioni delle case automobilistiche. Oggi le azioni delle società di estrazione della grafite negli Stati Uniti sono diventate piuttosto promettenti. Nel seguente articolo vi diciamo perché.