👋 L'argomento di questo post è stato suggerito da uno dei nostri lettori.

Se vuoi leggere qui una cosa particolare sugli investimenti o sul trading, faccelo sapere tramite il modulo alla fine di questo post. 👇

Pubblicheremo i suggerimenti più interessanti questo mese.

Come risultato del 2020, l'USD è sceso del 10% in coppia con l'euro. Strategicamente, però, il dollaro è cresciuto del 10% in coppia con tutte le valute mondiali, concludendo un ciclo di crescita.

Il rafforzamento è avvenuto principalmente nella seconda metà dell'anno, quando il mondo è diventato meno timoroso del COVID-19, si è reso conto che la pandemia poteva essere presa sotto controllo e si è ispirato all'idea della vaccinazione totale. Poi i mercati dei capitali hanno smesso di usare il dollaro come risorsa protettiva. Altre valute hanno avuto la possibilità di riprendersi e crescere, mentre il mondo è passato a sperare nell'effetto della vaccinazione e nel prossimo ripristino economico.

Il sistema della Federal Reserve ha ridotto il tasso di intetest solo una volta nel 2020, a marzo, al livello obiettivo minimo storico di 0-0.25% all'anno, dove rimane ora. Il credito debole e la politica monetaria funzionano contro il dollaro nel lungo periodo, così come si parla di ulteriori stimoli. Una nuova ondata di questi ultimi è prevista nel prossimo futuro, insieme all'attivazione del commercio tra gli Stati Uniti ei suoi partner e una forte crescita in tutti i rami chiave dell'economia. Tuttavia, cosa accadrà al dollaro?

Quanto costerà il dollaro nel 2021?

È del tutto possibile che il 2021 non sarà l'anno più confortevole per il dollaro per diversi motivi. Il primo è il credito debole e la politica monetaria della Fed. Il pacchetto di misure di stimolazione eserciterà maggiori pressioni sul dollaro ma sosterrà l'intero sistema. Inoltre, la necessità del dollaro come bene rifugio diminuirà non appena il settore farmaceutico troverà una cura per il coronavirus e la vaccinazione globale mostrerà i suoi effetti. Inoltre, non trascurate la politica estera e interna del presidente Biden che può giocare anche contro il dollaro.

Il grafico dell'indice del dollaro stesso mostra una terza ondata completa di crescita a 103. Oggi, il mercato sta scambiando parti di una classica correzione ABC. Una struttura a cinque onde dell'onda A che mira a 89 è completa. In precedenza, nel 2020, il mercato ha completato l'onda B, realizzando una struttura di crescita fino a 103. Quindi si è quasi formato a Modello doppio superiore. Se andiamo più nel dettaglio, il quadro tecnico del Double Top viene interpretato come un intervallo di consolidamento compreso tra 103 e 89. Ora l'intera ondata di declino iniziata a marzo 2020 viene letta come un ciclo dell'onda C. L'obiettivo dell'86 .

Indice del dollaro USA (DXY)
Indice del dollaro USA (DXY)

Ora discutiamo le cose nel dovuto ordine.

La Fed: piani per il futuro

Già il 15 marzo, una delle misure della precedente ondata di stimoli sarà scaduta negli Stati Uniti: non ci saranno più indennità di disoccupazione aggiuntive di 300 dollari e altri pagamenti aggiuntivi per i disoccupati. E se i politici avranno concordato tutti i dettagli del nuovo sostegno, lo stimolo potrebbe iniziare un mese dopo.

Il programma di stimolazione in questione ha una dimensione di 1.9 trilioni di dollari. È noto che la prossima settimana i democratici sono pronti a mettersi d'accordo e farlo firmare dal presidente Joe Biden. Nel complesso, dopo una catena di discussioni da parte del Senato, della Camera alta, della Camera dei rappresentanti e dello stesso Presidente, è probabile che il pacchetto venga concordato.

È possibile che a livello della Fed, dopo che il pacchetto sarà stato accettato, le condizioni di credito e monetarie saranno in qualche modo ammorbidite. Ad esempio, la Fed può sempre aumentare il volume di riacquisto di attività, il che aumenterà l'offerta di moneta.

L'influenza del governo statunitense sul dollaro nel 2021

Il dollaro può anche essere influenzato dal governo - indirettamente, ovviamente.

In primo luogo, nota la politica interna di Biden che sta diventando evidente. Intendiamo tecnologie verdi che facevano parte della campagna elettorale. L'amministrazione di Biden ha bisogno di questo: la tecnologia aiuterà a ottimizzare le spese per le infrastrutture, rendere l'economia statunitense più progressista e pompare enormi carichi di denaro nello sviluppo di fonti energetiche alternative. La Casa Bianca avrà bisogno di soldi, quindi potrebbe essere stampato di nuovo. Ciò mette a rischio la stabilità del dollaro.

La politica estera è alquanto rischiosa anche per il dollaro nella parte dei rapporti con la Cina. Il ripristino delle alleanze globali e delle relazioni stabili con la Cina tramite norme diplomatiche e colloqui invece della pressione preferita da Donald Trump formerà una politica estera moderata. Questo, a sua volta, sosterrà le valute dei paesi in via di sviluppo e indebolirà il dollaro.

E se Biden trova il modo per migliorare le relazioni con l'UE, il dollaro finirà nei guai perché l'euro crescerà.

Chiaramente, questi sono solo scenari basati sulle nostre ipotesi. Le cose potrebbero andare diversamente, così che il dollaro vince in tutto il clamore, come al solito. Tuttavia, questo è anche solo una supposizione.

Il quadro tecnologico dell'indice del dollaro continua a sviluppare un ciclo in calo e completare l'onda C. Il mercato sta scendendo a 95. Se questo livello viene interrotto verso il basso, la terza ondata del ciclo potrebbe estendersi a 89. Questo obiettivo può essere raggiunto al fine marzo 2021.

Indice del dollaro USA (DXY)
Indice del dollaro USA (DXY)

In che modo COVID-19 influenza il dollaro nel 2021?

Potrebbe accadere che i corsi di politica sia interna che estera finiscano nell'ombra della pandemia fino a quando il problema del coronavirus non sarà risolto strategicamente. Il mondo ha almeno tre vaccini efficienti e la campagna di vaccinazione va avanti in modo stabile e aggressivo. Più veloce va la vaccinazione, più velocemente si formerà l'immunità collettiva. Ciò significa che l'economia degli Stati Uniti tornerà alla normalità senza blocchi, restrizioni sociali e continui disturbi virali.

Per ora il dollaro è stabile sotto questo aspetto, ma non appena svaniranno i rischi del coronavirus, anche il dollaro farà un passo indietro.

Tecnicamente, questa immagine sul grafico sembrerà la fine della seconda metà dell'onda in calo, con l'obiettivo di 89. Quando questo livello sarà raggiunto, ci aspettiamo che si sviluppi una nuova ondata di crescita a 95. Questo obiettivo può essere raggiunto alla fine di maggio 2021.

Indice del dollaro USA (DXY)
Indice del dollaro USA (DXY)

Quale può essere un driver positivo per l'USD?

Eventuali complicazioni del processo potrebbero sostenere il dollaro: discussioni tra repubblicani e democratici, pause negli stimoli, scandali, litigi con le controparti straniere.

Inoltre, non dimenticare di tendenza di mercato essendo solitamente instabile e il dollaro - volatile. Il mercato è un fenomeno vivente e mobile, che reagisce a tutto ciò che lo circonda. Tuttavia, per ora, il 2021 sembra un anno complicato per l'USD.

Diamo uno sguardo ai problemi tecnici. Il grafico Tge suggerisce che un'altra quinta ondata nel ciclo in declino potrebbe iniziare a svilupparsi. Rimbalzando su 95, una nuova ondata in calo a 86 potrebbe iniziare a svilupparsi, esaurendo il potenziale della formazione ABC. Questo scenario potrebbe essere completato a settembre.

Quando verrà raggiunto questo livello, il quadro tecnico suggerirà una nuova ondata di crescita a 95 alla fine del 2021, ed entro il 2024, l'onda potrebbe raggiungere 106. Questo ci riporta al primo grafico dell'articolo.


Il materiale è preparato da

Un trader Forex con più di 10 anni di esperienza nelle principali banche di investimento. Fornisce la sua visione ponderata dei mercati attraverso articoli analitici, regolarmente pubblicati da RoboForex e altre fonti finanziarie popolari.