Speculare sulle materie prime è un'altra opportunità per gli investitori di fare soldi. Tali beni sono molto spesso risorse che sostengono l'economia mondiale e qualsiasi cambiamento in quest'ultima porta a fluttuazioni dei prezzi delle materie prime.

Molti trader sono scoraggiati dal trading di materie prime perché i principi di trading sono difficili da percepire, mentre è una semplice abitudine al trading coppie di valute è forte. Se decidi di intraprendere il trading di materie prime, da questo articolo imparerai cosa sono queste merci, cosa influenza il loro prezzo e come scambiarle.

Cosa sono le materie prime primarie?

In questo articolo, userò materie prime e solo merci come sinonimi. Le materie prime sono materie prime destinate all'ulteriore lavorazione e alla produzione di alcuni prodotti. Le materie prime includono i risultati del lavoro agricolo, come il grano, o le risorse minerarie, come petrolio, gas, oro e un elenco di merci molto più lungo.

Questo tipo di asset è caratterizzato da lunghi le tendenze. Entrano le coppie di valute appartamenti a volte (il che significa che le citazioni non mostrano una direzione chiara), mentre il petrolio mostra movimenti diretti il ​​più delle volte. Questa particolarità è da tenere presente quando si scambiano tali asset. I trader esperti consigliano di aprire posizioni con una prospettiva di almeno 6 mesi.

Quali sono le materie prime?

Tutte le materie prime possono essere suddivise in categorie, che sono le seguenti.

Energia

I vettori energetici lo sono WTI e Brent petrolio, gas naturale, olio combustibile, benzina, ecc. Si noti che il Brent è stato in un trend rialzista stabile da aprile 2020. A quel tempo, le quotazioni erano a partire da 16 dollari al barile mentre ormai hanno raggiunto i 70 dollari.

Grafico del prezzo del petrolio Brent

La stimolazione economica durante la pandemia di coronavirus ha fatto crescere i prezzi del petrolio in tutto il mondo. Le grandi banche hanno già iniziato a parlare del rinnovo di un ciclo a lungo termine di crescita del prezzo del petrolio con l'obiettivo di superare i 120 dollari al barile. Se sei particolarmente interessato a questa merce, ti consiglio un articolo ad essa dedicato:

metalli

Questo gruppo contiene oro, argento, platino, rame e altri metalli preziosi e estratti. Durante le crisi e le turbolenze, gli investitori spesso mettono i loro soldi in oro perché è considerato un bene protettivo.

Grafico dei prezzi dell'oro

Questo metallo, infatti, è in crescita dalla metà del 2018 e nel 2020 ha rinnovato un altro massimo storico. L'economia mondiale sta ora tornando alla normalità, il che significa che i prezzi del petrolio si sono leggermente ridotti; il pericolo di una crisi è passato, ma gli operatori si aspettano ancora un altro tentativo di crescita nel prossimo futuro. Abbiamo anche un articolo sull'oro nel nostro blog, con esempi e dettagli:

Prodotti agricoli

Questa categoria include beni come cotone, caffè, mais, soia, zucchero. Qui le quotazioni sono influenzate dalle condizioni meteorologiche. Se sei disposto a investire in tali attività, tieni presente che la crescita della popolazione e le cattive condizioni meteorologiche possono far salire il prezzo, dandoti la possibilità di realizzare un profitto su tali investimenti.

Come fare trading sulle materie prime?

Ora che abbiamo capito cosa sono le materie prime, diamo un'occhiata alle modalità di negoziazione di tali strumenti. Esistono diverse opzioni di investimento popolari.

Acquisto effettivo

Un modo per investire nelle materie prime è acquistarle direttamente. Dopo aver acquistato, devi solo aspettare che il prezzo cresca, quindi trovare un acquirente e vendergli la tua merce con un alto valore aggiunto; questo funziona bene con l'oro o l'argento, per esempio. Una tale strategia di investimento ti dà accesso all'oro fisicamente esistente o ad altri metalli preziosi e quindi senti l'effetto del tuo investimento. Tuttavia, i costi elevati di tali investimenti o investire solo in metalli preziosi rende questa opzione di investimento relativamente poco attraente.

Futures per le materie prime

Uno dei modi più diffusi di fare trading sulle materie prime è l'acquisto e la vendita di futures sul mercato azionario. L'idea di un futures è che un acquirente si impegna ad acquistare il bene in futuro a un certo prezzo. Tuttavia, le cose non arrivano alla fornitura reale: per quanto riguarda la data di scadenza, il contratto deve essere chiuso.

Se il trader si aspetta che il prezzo di un bene cresca in futuro, deve solo acquistare un contratto futures: se il riso p [cresce, otterrà un profitto. Lo svantaggio di un tale metodo è una commissione per le operazioni. Un enorme vantaggio è la mancanza di tutti i costi di un acquisto fisico.

CFD per materie prime

Un CFD (Contract For Difference) è uno strumento finanziario che permette di fare trading su qualsiasi bene senza acquistarlo fisicamente, guadagnando solo sulla differenza di prezzo.

Alcuni tipi di account broker consentono negoziazione di CFD senza commissioni per l'apertura e la chiusura delle posizioni, “pagando” solo lo spread, che è la differenza tra il prezzo di acquisto e quello di vendita.

azioni

Un altro modo di negoziare le materie prime è acquistare azioni di società che sono direttamente collegate ad alcune materie prime. Ad esempio, invece di acquistare direttamente petrolio, puoi investire nelle azioni di una compagnia petrolifera.

Tuttavia, anche in questo caso il costo dell'azione dipenderà direttamente dal prezzo dell'asset di base. Se i prezzi del petrolio crescono, aumenterà anche la quota delle compagnie petrolifere. I commercianti lo notano investimenti nelle azioni delle società che trattano materie prime sono meno rischiose degli investimenti diretti in materie prime. Alcune aziende continuano a realizzare profitti anche quando i prezzi delle materie prime stanno diminuendo.

ETF per materie prime

An ETF è un insieme pronto di azioni di materie prime. Tali trust raccolgono i soldi dei piccoli investitori per creare un grande portafoglio. Il fondo può anche acquistare futures e azioni di varie società di materie prime. Gli ETF sulle materie prime sono considerati economici, accessibili e liquidi. Qui, un investitore con un capitale moderato può accedere a un'ampia gamma di materie prime senza la necessità di gestire un portafoglio azionario.

Per quanto riguarda le variazioni dei prezzi degli ETF sulle materie prime, posso darvi i seguenti esempi. Soy ETF (Teucrium Soybean) ha iniziato a crescere attivamente da 13 USD nell'aprile 2020, raggiungendo ormai i 23 USD.

Grafico dei prezzi degli ETF (Teucrium Soybean)

Sugar ETF (Teucrium Sugar) ha sfondato la linea di tendenza al ribasso a lungo termine, che potrebbe precedere un probabile aumento del prezzo. Per quanto riguarda l'ETF sul mais (Teucrium Corn), il suo prezzo è raddoppiato dall'inizio dell'anno.

Grafico dei prezzi dell'ETF (Teucrium Corn)

Riflessioni conclusive

Il trading di materie prime è peculiare in diversi modi. Tali strumenti sono caratterizzati da forti movimenti di tendenza e aumentati volatilità. Molto probabilmente, l'analisi dei mercati delle materie prime di Ichimoku o Semplice Medie Mobili ti darà idee di ingresso migliori rispetto agli strumenti grafici di analisi tecnica.

Un punto d'oro o di petrolio costa più di quello in coppie di valute, quindi sarà saggio iniziare con un conto demo e un sistema rigoroso di gestione del rischio. Tuttavia, i rischi non sono un motivo per lasciare questi strumenti incustoditi poiché puoi sempre optare per un'opzione di trading conservativa.

Un grande vantaggio degli investimenti in materie prime è il fatto che si tratta di un mercato completamente diverso che non ha alcun collegamento né con le valute né con i mercati azionari, il che significa che gli investitori possono utilizzarlo per diversificare i propri portafogli.


Il materiale è preparato da

Analista finanziario e trader di successo; nella sua pratica, predilige strumenti altamente volatili. Offre webinar giornalieri sul trading e progetta materiali didattici RoboForex.