La seconda settimana di giugno non sarà fruttuosa dal punto di vista statistico come la precedente; invece, rinfrescherà la comprensione degli investitori delle politiche creditizie e monetarie delle banche centrali, oltre a fornire nuove stime del settore petrolifero.

Euro: le quotazioni imiteranno le decisioni del regolatore

La Banca centrale europea ha in programma un altro incontro che sarà dedicato alla sua politica monetaria e ai commenti sullo stato del sistema economico. Il tasso di interesse resterà a zero poiché non è ancora arrivato il momento di eventuali revisioni. Tuttavia, è probabile che l'opinione della BCE sullo stato dell'economia e le sue previsioni per il futuro siano positive, il che è positivo per l'euro.

Banche centrali: andiamo avanti

Questa settimana si riuniscono le banche centrali dei seguenti paesi: Kazakistan, Canada, Polonia, Cile, Brasile, Russia e Perù. Nella maggior parte dei casi, i tassi di interesse rimarranno immutati. La banca centrale russa sta pianificando un aumento del tasso chiave al 5.5% annuo. I commenti neutrali delle banche forniranno un punto d'appoggio per le valute rischiose.

Brent: occhi puntati sull'Aie

Questa settimana l'Agenzia internazionale per l'energia pubblica le sue previsioni periodiche sul mercato petrolifero. I rialzisti bramano una stima positiva perché fornirà un'elevata domanda di Brent anche se il prezzo rimane alto.

Usa e Iran: proseguiranno i colloqui sul nucleare

Il rinnovo dei colloqui tra Usa e Iran sull'accordo nucleare sarà vitale per i mercati dei capitali. Se il dialogo sarà positivo e l'Iran si libererà di alcune sanzioni, i mercati godranno di un driver positivo. In parte queste aspettative sono già incluse nei prezzi del petrolio e nei prezzi degli asset rischiosi, ma la crescita potrebbe continuare.

JPY: un nuovo flusso di statistiche

Questa settimana, il Giappone pubblica il PIL finale per il primo trimestre del 1, i dati sugli utili medi, il saldo dei pagamenti, i prestiti bancari e l'indice delle condizioni economiche attuali. Normalmente, lo JPY difficilmente reagisce alle statistiche, ma qualsiasi suggerimento sui consumatori che iniziano a spendere di più sarà positivo per lo yen.


Il materiale è preparato da

Un trader Forex con più di 10 anni di esperienza nelle principali banche di investimento. Fornisce la sua visione ponderata dei mercati attraverso articoli analitici, regolarmente pubblicati da RoboForex e altre fonti finanziarie popolari.