All'inizio di questa settimana è successa una cosa importantissima: per la prima volta in diciotto anni, le autorità statunitensi hanno approvato un farmaco per curare il morbo di Alzheimer. Le azioni di Biogen, la società che produce il farmaco, così come le azioni di altre società biotecnologiche sono subito salite. Discutiamo cosa sta succedendo con il mercato e quanto durerà.

Aduhelm approvato dalla FDA per il trattamento dell'Alzheimer

Il 7 giugno, la FDA statunitense ha approvato un farmaco contro l'Alzheimer per la prima volta dal 2003. Questo farmaco è Aduhelm (aducanumab) creato da una società biotecnologica americana Biogen.

Il produttore è sicuro che il farmaco non solo può rallentare e arrestare lo sviluppo della malattia che distrugge la memoria e le capacità cognitive, ma anche prevenire questi processi.

Tuttavia, tieni presente che il regolatore richiede ulteriori studi da Biogen. Se la ricerca non conferma l'effetto dichiarato, la FDA vieterà la vendita del farmaco.

Alcuni dettagli su Aduhelm

  • Secondo Michel Vounatsos, CEO di Biogen, Aduhelm apparirà sul mercato tra due settimane.
  • Per il momento sono stati prodotti diversi milioni di scatole del farmaco.
  • La terapia con Aduhelm costerà circa $ 56,000 all'anno.
  • Secondo Reuters, il volume delle vendite potrebbe ammontare a $ 10-50 miliardi all'anno. Come ricorderete, nel 2020 le entrate dell'azienda ammontavano a 12.36 miliardi di dollari.
  • Nel marzo 2019, la ricerca è stata interrotta dopo che una ricerca non è riuscita a confermare l'effetto. Tuttavia, a settembre è ricominciato il lavoro con aducanumab.
  • Nel novembre 2020, dopo tutte le lodi dedicate ad Aduhelm, la FDA ha improvvisamente affermato che era poco efficiente.

Le azioni di Biogen sono cresciute

La semplice crescita non è il modo migliore per descrivere quello che è successo. La notizia che la FDA ha approvato Aduhelm ha appena mandato alle stelle il mercato. Il 7 giugno, il prezzo delle azioni di Biogen (NASDAQ: BIIB) è aumentato del 38.34%, raggiungendo i 395.85 dollari per la prima volta da aprile 2015. Il massimo della sessione di negoziazione è stato di 468.2 dollari.

Si noti che le voci sulla possibile approvazione del farmaco da parte della FDA hanno riscaldato il settore delle biotecnologie, ma in modo modesto. Nella prima settimana di giugno, le quotazioni del produttore sono cresciute di quasi il 7% a $286.14.

Gli esperti di Cowen hanno cambiato il prezzo obiettivo delle azioni Biogen per $ 400; la Bank of America ha fatto lo stesso. Gli analisti di Piper Sandler lo hanno portato a $ 384, Oppenheimer a $ 450, Jefferies a $ 500. Secondo Tipranks, il 46% degli esperti intervistati ha raccomandato di acquistare le azioni, il 54% di detenerle e lo 0% di venderle.

Crescono anche le azioni di altre aziende farmaceutiche

  • L'indice NASDAQ Biotechnology (NBI) è cresciuto del 3.62% a 4977.3 che è il massimo degli ultimi mesi.
  • Le quotazioni di Eisai Co (T: 4523), partner giapponese di Biogen, sono cresciute del 19.35% a 9,251 JPY.
  • Le azioni di Eli Lilly (NYSE: LLY), un altro produttore di un farmaco anti-Alzheimer, sono cresciute del 10.15% a 222.52 dollari.
  • Le azioni di Cassava Sciences (NASDAQ: SAVA) sono balzate del 5.35% a 67.59 dollari, dimostrando un trend rialzista per sei sessioni consecutive. La crescita complessiva è del 27.9%.
  • Le quotazioni di Annovis Bio (NYSE: ANVS) sono aumentate del 7.72% a 73.98 dollari. Il trend rialzista dura dalla prima decade di giugno, e ammonta complessivamente al 64%.

Riassumendo

La FDA statunitense ha approvato un farmaco di Biogen chiamato Aduhelm (aducanumab) per curare l'Alzheimer. Le azioni di questa società e delle sue controparti che stanno anche lavorando su farmaci contro questa malattia sono cresciute rapidamente.

Cos'altro leggere sulle azioni delle aziende farmaceutiche su R Blog?


Il materiale è preparato da

È il guru della ricerca e della dimostrazione di opportunità nascoste e intuizioni del mercato. Scrive di tutto ciò che potrebbe interessare l'investitore: azioni, valute, indici e varie sfere di affari. È "in" dal 2019.