Cosa succede alle azioni Tesla?

Cosa succede alle azioni Tesla?

Momento della lettura: 7 verbale



Dall'inizio dell'anno, le azioni Tesla hanno mostrato una redditività negativa, scambiando il 15% al ​​di sotto del livello del 4 gennaio. Gli investitori stanno davvero lasciando l'azienda?

In questa panoramica, attirerò la tua attenzione sul più noto produttore di auto elettriche Tesla (NASDAQ: TSLA). Cercheremo di scoprire il motivo per cui gli investitori hanno iniziato a vendere le azioni.

Rapporto trimestrale Tesla

Cominciamo con la relazione trimestrale presentata il 26 aprile. In effetti è stato tanto tempo fa ma subito dopo la presentazione le quotazioni sono tornate ai minimi locali. Secondo il rapporto, nel primo trimestre del 1, la società ha venduto 2021 auto elettriche Model 182,847 e Model Y e 3 auto elettriche Model X e Model S. In totale sono stati venduti 2,030 veicoli, ovvero il 184,877% in più rispetto allo stesso periodo del 106. Un incredibile aumento delle vendite.

Oltre al volume delle vendite, anche il fatturato dell'azienda è cresciuto fino a 10.39 miliardi di dollari contro i 5.99 miliardi di dollari del primo trimestre del 1.

Una certa crescita dell'utile netto sarebbe logica in tali circostanze. Ed è successo: l'utile netto di Tesla è cresciuto (ATTENZIONE, PER FAVORE) del 2,630%, raggiungendo i 438 milioni di dollari. Nessun esperto potrebbe prevedere tale crescita.

Emerge una domanda: come osano gli investitori iniziare a vendere le azioni dopo risultati così sorprendenti? La risposta si nasconde nelle fonti dell'utile netto di Tesla.

Prestiti legali

Per iniziare, entriamo nel dettaglio dei prestiti legali per le auto elettriche.

Negli Stati Uniti esiste un programma chiamato Zero-Emission Vehicle Credits (ZEV). Grazie al programma, le case automobilistiche ottengono prestiti legali sotto forma di punteggio per la vendita di auto elettriche. Se la casa automobilistica non ottiene abbastanza punteggi nell'arco di un anno, viene punita dalle autorità: la multa potrebbe raggiungere i 5,000 dollari per veicolo con motore a combustione. I produttori di automobili devono ottenere punteggi ZEV per una percentuale prescritta di auto vendute non elettrificate.

Se non sono state vendute abbastanza auto elettriche, la casa automobilistica può acquistare i punteggi da coloro che ne hanno in abbondanza per evitare la punizione.

E qui, Tesla è il numero uno. Produce solo auto elettriche, quindi non ha requisiti per i prestiti legali. Tuttavia, ottiene comunque un punteggio per ogni auto elettrica venduta e quindi vende i suoi punteggi a chi ne ha bisogno.

Guadagno da vendite di prestiti legali

Ogni anno, Tesla vende più auto elettriche, il che significa che ottiene più prestiti legali.

Nel primo trimestre del 1, la società ha venduto prestiti statutari per 2021 milioni di dollari. Se calcoliamo il risultato trimestrale senza questa somma, risulta che Tesla ha chiuso il trimestre con una perdita di 538 milioni di dollari.

Guadagna dalla vendita di criptovalute

E non è questo. Quest'anno, Elon Musk ha deciso di spendere dei soldi per l'acquisto di Bitcoin. Inizialmente, questo investimento doveva essere un modo per immagazzinare denaro a lungo termine (o almeno, questo era ciò che Musk sosteneva). Tuttavia, in seguito si è scoperto che la società ha venduto una parte della criptovaluta, guadagnando 100 milioni di dollari.

Questo sommato alla perdita che abbiamo già calcolato, otteniamo una perdita di 200 milioni di dollari. Così arriviamo alla conclusione che il business sgangherato dell'azienda, ovvero le auto elettriche, non genera ancora alcun profitto.

Ancora un altro fattore negativo è che il profitto speculativo dalla vendita della criptovaluta è stato incluso nell'utile netto della società, il che rende la sua attività ancora meno trasparente.

Negli USA il programma ZEV dovrebbe essere attivo fino al 2025; in Europa, inizierà nel 2021 e una casa automobilistica europea Fiat Chrysler Automobiles NV (NYSE: FCAU) ha già contratto l'acquisto di prestiti legali da Tesla per 1.27 miliardi di dollari. Pertanto, Tesla continuerà a realizzare profitti dalla vendita di prestiti legali.

Tuttavia, queste entrate diminuiranno per diversi motivi.

I profitti dalla vendita dei prestiti legali diminuiranno

In primo luogo, il numero di aziende che producono solo auto elettriche sta crescendo e i rivali di Tesla, come NIO (NYSE: NIO), Xpeng Inc (NYSE: XPEV) e Li Auto (NASDAQ: LI) saranno presto in grado di vendere anche prestiti.

In secondo luogo, i principali produttori di automobili stanno sviluppando la propria produzione di auto elettriche. Ad esempio, Bayerische Motoren Werke (XETRA: BMW), General Motors Company (NYSE: GM) e Volkswagen AG (XETRA: VOWS) stanno già vendendo abbastanza auto elettriche per soddisfare i requisiti. Pertanto, l'offerta di prestiti legali aumenterà, mentre la domanda diminuirà. Questo potrebbe far perdere di nuovo a Tesla.

Tutto ciò rende più chiara la situazione con l'utile netto e le successive cessioni di azioni.

La società ha raddoppiato le vendite di auto elettriche ma non è riuscita a smettere di perdere soldi. E se la crescita delle vendite rallenta? Nel frattempo, la rivalità sul mercato sta solo crescendo. E se anche le altre operazioni di Musk fallissero. I rischi crescono.

Tuttavia, Tesla ora ha un nuovo modello di auto elettrica Model S Plaid+. È stato presentato al pubblico il 10 giugno. Può cambiare significativamente la situazione intorno all'utile netto?

Statistiche di vendita di auto elettriche

La risposta alla domanda è nascosta nelle statistiche dei veicoli venduti. Guarda il diagramma del modello qui sotto.

Statistiche delle vendite di auto elettriche Tesla, per quanto riguarda il modello

Le auto più popolari sono la Model 3 e la Model Y. Entrambe sono disponibili per un massimo di 60,000 USD, il che le rende i prodotti più economici dell'azienda e ne genera una maggiore domanda.

Model S e Model X realizzano solo l'1% delle vendite e costano da 80,000 USD. La nuova auto Model S Plaid+ sarà in vendita a 125,000 USD e oltre. Quindi, non ci si deve aspettare una domanda agitata, né ci si deve aspettare un'influenza significativa sull'utile netto.

La popolarità delle sue azioni danneggia Tesla

Attualmente, uno dei maggiori problemi di Tesla è la popolarità delle sue azioni tra gli investitori. Nonostante la perdita e l'ex indebitamento sull'orlo della bancarotta, la società ha goduto della crescita delle sue azioni. Tuttavia, la situazione è cambiata.

L'azienda ha costruito uno stabilimento in Cina, ha iniziato la costruzione in Europa, le vendite di auto elettriche sono in crescita, ma nessuno di questi eventi può rendere redditizia l'azienda. Ogni disgrazia è molto dolorosa e l'ultimo rapporto trimestrale lo ha confermato.

Il bilancio è stato positivo e sopra ogni aspettativa. Sei mesi fa, il prezzo delle azioni sarebbe salito alle stelle, ma ora gli investitori sono più cauti nei confronti della società e iniziano a considerare se le azioni sono troppo care. Tesla vende solo 188 mila auto al trimestre e la sua capitalizzazione raggiunge i 600 miliardi di dollari. Per tua informazione, la capitalizzazione di Toyota Motor Corporation (NYSE: TM), General Motors (NYSE: GM) e Ford Motor Company (NYSE: F) in totale raggiunge solo 450 miliardi di dollari, attraverso le loro vendite in tutto il mondo raggiungono milioni di veicoli.

Anche il grafico delle azioni Tesla dà segnali pericolosi sul loro stato di ipercomprato.

dal 1 settembre al 17 novembre 2020, a Triangolo formato sul grafico; poi la sua linea superiore fu spezzata e le quotazioni si diressero verso nuovi massimi. Ora si sta formando un altro triangolo, anche se questa volta il bordo inferiore è orizzontale, il che indica un'alta probabilità della sua rottura e un successivo calo del prezzo.

La spiegazione è semplice. In precedenza, nei Triangoli, ogni minimo successivo era più alto del precedente. Ciò ha reso gli investitori interessati alle azioni: quando stavano scendendo, hanno iniziato a comprarle, tenendo le quotazioni abbastanza alte. Ciò ha portato alla rottura del bordo superiore del triangolo precedente e il prezzo ha continuato a crescere.

Analisi tecnica delle azioni Tesla per il 16 giugno 2021

Ora i minimi sono allo stesso livello, mentre i massimi stanno diminuendo, il che significa che gli investitori usano la crescita per prendere profitto o per giocare allo scoperto. Pertanto, è probabile che la linea inferiore venga interrotta e il prezzo potrebbe scendere a 300 USD.

Con l'attuale capitalizzazione rispetto a quella delle rivali di Tesla, questo livello non è drastico perché questa la capitalizzazione scenderà a 288 miliardi di dollari. Ad esempio, la capitalizzazione di Toyota, che è un produttore di automobili numero uno al mondo in termini di veicoli venduti, è anche di 288 miliardi di dollari (una strana coincidenza).
Nel 2020, Toyota ha venduto 8.6 miliardi di auto. Le vendite di Tesla nel 2020 sono state pari a 500,000 auto elettriche.

Sembra che l'era di Tesla nel mercato azionario stia volgendo al termine. Gli investitori si stanno raffreddando. La prova è anche la crescita delle quote dei piccoli produttori di auto elettriche. In particolare, le azioni di NIO, Xpeng Inc e Li Auto, Electrameccanica Vehicles Corp. (NASDAQ: SOLO) e persino la famigerata Nikola Corporation (NASDAQ: NKLA) a maggio sono passate dal 10 al 50%. Per quanto riguarda le azioni Tesla, a maggio erano in calo.

Riflessioni conclusive

Non seppellirei la società e venderei tutte le sue azioni. Sì, sono ipercomprati. Sì, l'azienda non è redditizia, ma il mercato a volte dimostra così poca logica che non sarò sorpreso dal crescere delle azioni Tesla, che sarà segnalato da una rottura del confine superiore del Triangolo.

Un evento fondamentale che può provocare tale crescita è la notizia di un impianto in costruzione in Germania. Il suo lancio aumenterà il numero di auto prodotte e questo fattore potrebbe avere un'influenza positiva sul prezzo delle azioni e l'ulteriore sviluppo della situazione dipende dagli investitori.

Tuttavia, emozioni messe da parte, il mercato europeo è pieno di rivali di Tesla, quindi sarà un lavoro duro conquistarlo. Aziende come Volkswagen, Mercedes, BMW e Volvo stanno saldamente al loro posto.

Sono sicuro che l'attuale prezzo delle azioni include le prospettive dello stabilimento tedesco e il profitto derivante dalla vendita di prestiti legali. Per un'ulteriore crescita, deve accadere qualcosa di straordinario. Potrebbe essere lo sviluppo di una nuova batteria che durerà molto più a lungo e costerà meno. In questo caso, Tesla conserverà la leadership e la domanda per le sue auto rimarrà alta.

Investire in azioni americane con RoboForex a condizioni vantaggiose! Le azioni reali possono essere negoziate sulla piattaforma R Trader da $ 0.0045 per azione, con una commissione di negoziazione minima di $ 0.25. Puoi anche provare le tue abilità di trading in Piattaforma R Trader su un account demo, registrati su RoboForex.com e aprire un conto di trading.


Chi siamo:

R Blog RoboForex - notizie e recensioni attuali sui mercati Forex e azionari, nonché analisi dei mercati finanziari. Gli autori del blog R pubblicano articoli quotidiani su trading e investimenti in modo che i nostri lettori possano ottenere le informazioni più complete e sfaccettate che aiutano a migliorare il loro livello di conoscenza del trading nei mercati finanziari.

Contattaci:

Caporedattore - Timofey Zuev
Indirizzo: RoboForex Ltd, 2118 Guava Street, Belama Phase 1, Belize City, Belize
Telefono: + 65 3158 8389
E-mail: [email protected]




Pubblicheremo articoli basati sui migliori suggerimenti.

Commenti

Articolo precedente

Come può uno stile di trading dipendere dal temperamento di un trader?

Ogni persona ha una serie di aspetti comportamentali dinamici naturali, che costruiscono un temperamento. La scelta di una strategia di trading può dipendere dal temperamento di un trader? Questo articolo ti darà una risposta.

Articolo prossimo

Stripe ha venduto azioni per $ 1 miliardo

Silver Lake, Capital Group, Shopify e Sequoia Capital hanno acquistato azioni Stripe per $ 1 miliardo. La startup più costosa della Silicone Valley ammonta a 95 miliardi di dollari.