Ci saranno pochi numeri da analizzare sia a metà luglio che in estate, e ancor meno gli eventi importanti su cui riflettere. Tuttavia, ora è il momento esatto in cui i mercati finanziari devono prendersi una pausa per liberarsi di molte emozioni inutili.

USD: la domanda per il dollaro c'è ancora

USD: la domanda per il dollaro c'è ancora

Questa settimana, gli Stati Uniti non pubblicheranno troppe statistiche importanti, soprattutto sul mercato immobiliare. Tuttavia, la domanda per il "biglietto verde" come bene "rifugio sicuro" rimane piuttosto forte mentre gli investitori si stanno liberando di inutili illusioni.

EUR: il tasso sarà definito dalla BCE

EUR: il tasso sarà definito dalla BCE

Questa settimana, la Banca centrale europea ha in programma un altro incontro, in cui si prevede che deciderà il tasso di interesse di riferimento e fornirà le sue prospettive economiche per il futuro. Ci sono ragioni per credere che il tono dei commenti del regolatore possa essere piuttosto ruvido, consentendo così agli investitori di fantasticare sulla riduzione anticipata dei programmi di stimolo. Potrebbe aiutare l'EUR a migliorare per un po'.

JPY: lo yen potrebbe essere richiesto

JPY: lo yen potrebbe essere richiesto

È molto probabile che lo yen giapponese sia molto richiesto come bene "rifugio sicuro" mentre i mercati finanziari si stanno correggendo. Questa settimana, la Banca del Giappone pubblicherà il suo verbale della riunione di politica monetaria, in cui gli investitori possono trovare dettagli importanti sulle previsioni economiche pubblicate in precedenza. In questa luce, lo JPY potrebbe aumentare.

Brent: tutti vendono sui fatti

Brent: tutti vendono sui fatti

Dopo che l'OPEC+ ha annunciato la sua decisione di aumentare la produzione giornaliera a partire da agosto 2021, l'"ipercomprato" nel Brent ha iniziato a precipitare. In questo momento gli investitori stanno diminuendo il premio di rischio nel prezzo e il Brent potrebbe perdere il 2-4% dai livelli attuali.

RUB: la Banca di Russia è piuttosto aggressiva

RUB: La Banca di Russia è piuttosto aggressiva

Anche la Banca di Russia terrà una riunione questa settimana, dove si prevede che aumenterà il tasso di interesse di 100 punti base in una volta per combattere l'inflazione. È improbabile che queste aspettative si avverino, ma il tasso sarà sicuramente aumentato. Per il RUB, questa possibilità è già inclusa nelle quotazioni e la valuta potrebbe diventare più volatile venerdì.


Il materiale è preparato da

Un trader Forex con più di 10 anni di esperienza nelle principali banche di investimento. Fornisce la sua visione ponderata dei mercati attraverso articoli analitici, regolarmente pubblicati da RoboForex e altre fonti finanziarie popolari.