Nei nostri articoli precedenti, abbiamo già discusso diversi moltiplicatori di mercato come such P / S, P / e, ROI, ROE e le modalità di calcolo. Questa volta ne faremo conoscenza con un altro chiamato Ebitda. Proprio come altri moltiplicatori, l'Ebitda fornisce informazioni sulle finanze dell'azienda in base alle sue prestazioni.

Il moltiplicatore dell'Ebitda: che cos'è?

Ebitda significa "Utile prima di interessi, imposte, deprezzamento e ammortamento". Fondamentalmente, sono i soldi guadagnati da un'azienda prima di tutte le spese. Questo moltiplicatore è stato creato negli anni ottanta del secolo scorso e da allora è stato utilizzato perché sembra ancora rilevante e può essere applicato per valutare le capacità finanziarie delle entità aziendali.

Grandi aziende e corporazioni con spese e beni massicci, che da tempo si stanno deprezzando, trovano molto favorevole focalizzare le parti interessate sul coefficiente Ebitda. In questo modo, rendono le loro aziende più attraenti per gli investitori. E viceversa, le piccole aziende con spese e beni minori preferiscono non mostrare il loro moltiplicatore Ebitda, in quanto può rovinare il loro appeal di investimento.

Molto spesso, l'Ebitda è accoppiato con un moltiplicatore simile chiamato Ebit, sebbene siano calcolati in modi diversi. Ebit implica "Utile prima di interessi e tasse".

Cosa mostra l'Ebitda?

1. Efficienza delle prestazioni dell'azienda rispetto ai suoi concorrenti nel settore. Proprio come molti altri moltiplicatori, non servirà a nulla confrontare aziende di diversi settori.
2. Redditività. Se è utile investire denaro in questa particolare azienda e quali aspettative di profitto offre.
3. Aspettative di profitto per il pagamento di spese, ammortamenti e tasse. L'azienda può permettersi di pagare tutto quanto sopra e che profitto avrà alla fine?

Vantaggi e svantaggi del coefficiente Ebitda (moltiplicatore)

vantaggi:

1. È più accurato di altri moltiplicatori nel determinare il volume di denaro a causa dell'ammortamento.
2. Consente di confrontare aziende con diversi livelli di detrazione fiscale, strutture patrimoniali e indicatori di ammortamento.
3. Offre l'opportunità di confrontare i profitti prima delle tasse e degli ammortamenti. Sulla base di questi, si può trarre una conclusione su quale azienda è più brava a ottimizzare le proprie spese.

svantaggi:

1. Non esiste un unico metodo di calcolo. I calcoli per aziende diverse possono variare molto, quindi il confronto viene effettuato con errori insospettabili.
2. Non tiene conto delle variazioni del capitale circolante della società, determinando così un volume di denaro errato, che di solito è sopravvalutato.
3. Nel caso di spese in conto capitale trascurate, interpreta erroneamente le effettive capacità dell'azienda di ripagare i propri debiti.
4. La politica contabile della società ha un'influenza diretta sul coefficiente Ebitda.

Come viene calcolato l'Ebitda

Esistono due dei metodi più diffusi per calcolare l'Ebitda:
Ebitda top-down = Ricavi – Costi delle merci (esclusi ammortamenti) + Spese operative

Dove:

  • Ricavi – il reddito della società.
  • Costi delle merci – costi dei materiali utilizzati per la fabbricazione, inclusi gli stipendi (non si considerano le spese di ammortamento).
  • Spese operative – spese di trasporto e deposito merci, affitto di locali, nonché spese d'ufficio.

Tutti questi valori degli indicatori possono essere ricavati dai rapporti contabili della società.

Ebitda bottom-up = Utile netto + Interessi + Tasse + Ammortamento

Se calcoli la stessa azienda utilizzando questi due metodi diversi, i risultati varieranno in modo significativo. Come mai? A causa di alcune voci di costo non ricorrenti, che fa la differenza.

Quando il valore del coefficiente Ebitda è negativo, la società subisce perdite anche prima di coprire tutti i pagamenti obbligatori.

Applicazione del moltiplicatore dell'Ebitda

Avendo accesso ai rapporti contabili di qualsiasi azienda, un investitore può facilmente calcolare il moltiplicatore dell'Ebitda. Successivamente, può essere utilizzato per confrontare aziende che operano nello stesso settore, anche se provenienti da paesi diversi con carichi percentuali diversi.

Allo stesso tempo, non si dovrebbe fare affidamento esclusivamente sul coefficiente Ebitda quando si valuta l'attrattiva degli investimenti dell'azienda. In alcuni casi, un valore positivo dell'Ebitda non significa che la società abbia realizzato un utile netto. Il modo migliore per applicare il moltiplicatore è utilizzarlo come fattore aggiuntivo quando si sceglie un emittente in cui investire.

Un valore Ebitda basso può indicare che la società non sta andando alla grande e non è in grado di gestire le tasse bruciate e altre spese. Se il report non specifica il metodo di calcolo del moltiplicatore Ebitda, bisognerà ricontrollarlo da solo o cercare conferme in altre fonti.

Esempio di confronto aziendale

Nel periodo contabile precedente, un'impresa denominata "ССС" e un'impresa denominata "DDD" avevano entrambe lo stesso reddito. Tuttavia, le tasse di "CCC" erano del 30%, mentre "DDD" pagava solo il 5% delle tasse a causa della tassazione preferenziale.

A questo punto si possono trarre delle conclusioni preliminari:

Se "CCC" passa alla tassazione preferenziale, il reddito sarà immediatamente diverso. Questo semplice esempio mostra che "CCC" conduce gli affari in modo più efficace e, nel caso in cui le tasse vengano ridotte e tutto il resto sia uguale, otterrà maggiori profitti. Di conseguenza, "CCC" è più promettente e attraente per gli investimenti.

Riflessioni conclusive

Quando si calcola il coefficiente Ebitda, si dovrebbe navigare tra trappole e insidie, ecco perché citerò due casi in cui va bene fare affidamento su questo moltiplicatore:

1. Quando si conosce bene il metodo di calcolo del coefficiente in azienda.
2. Quando si calcola il coefficiente da soli.

Nonostante sia abbastanza popolare, il moltiplicatore dell'Ebitda viene spesso criticato e molte aziende, di norma, non lo mostrano nei loro rapporti contabili ufficiali. Tuttavia, molte persone continuano a usarlo per valutare l'attrattiva degli investimenti.

Le agenzie di prestito utilizzano spesso l'Ebitda per valutare i rischi e la solvibilità finanziaria di un'impresa. Il modo migliore per applicare l'Ebitda è una valutazione completa dell'azienda utilizzando diversi moltiplicatori e altri aspetti dei suoi rapporti contabili.


Il materiale è preparato da

È nel Forex dal 2009, commercia anche in borsa. Partecipa regolarmente ai webinar RoboForex destinati a clienti con qualsiasi livello di esperienza.