Questa settimana, la maggior parte delle notizie sarà fornita dalle banche centrali e il flusso delle statistiche non lascerà spazio alla noia e alla malinconia.

Banche centrali: non c'è tempo per fermarsi

Questa settimana si terranno incontri nelle banche centrali di Turchia, Thailandia, Egitto, Repubblica Ceca, India e Romania. Nella maggior parte dei casi, la politica creditizia e monetaria rimarranno immutate. Questo è un bene per le attività rischiose che potrebbero ancora godere della domanda.

USD: tutti gli occhi sulle statistiche

Questa settimana, gli Stati Uniti pubblicano le statistiche sul mercato del lavoro, particolarmente attese dopo i commenti di Jerome Powell. Il NFP potrebbe essere cresciuto di 900 migliaia a luglio, il che può supportare notevolmente il dollaro USA.

AUD: tutto dipende dalla decisione della RBA

Questa settimana, la Reserve Bank of Australia si riunirà e prenderà una decisione sul tasso di interesse. Quest'ultimo dovrebbe rimanere allo 0.10% annuo, ma potremmo vedere segnali più chiari di estinzione della stimolazione. Questo può rendere più forte l'AUD.

GBP: la Banca d'Inghilterra mostrerà la strada

Anche la Banca d'Inghilterra terrà una riunione questa settimana. Il tasso di interesse qui rimarrà allo 0.10% annuo, non sono previste modifiche. Una buona notizia per la GBP è la retorica sull'inflazione neutrale.

Brasile: potremmo sperimentare turbolenze

Questa settimana anche la banca centrale del Brasile sta prendendo decisioni sulla sua politica creditizia e monetaria. Il tasso di interesse potrebbe crescere al 5.25% dal 4.25% di prima. Nelle valute dei paesi in via di sviluppo, la volatilità potrebbe aumentare.


Il materiale è preparato da

Un trader Forex con più di 10 anni di esperienza nelle principali banche di investimento. Fornisce la sua visione ponderata dei mercati attraverso articoli analitici, regolarmente pubblicati da RoboForex e altre fonti finanziarie popolari.