Non viviamo solo di rapporti trimestrali. Oggi vi parlerò di una società tecnologica Intel, di un contratto che ha firmato con il Ministero della Difesa degli Stati Uniti e della crescita dei corsi azionari. E, come sempre, una nuova analisi tecnica dell'azienda di Maksin Artyomov.

Intel fornirà microchip alle forze di difesa

Lunedì 23 agosto Intel ha emesso un comunicato stampa in cui affermava che la società aveva firmato un ampio contratto con il Ministero della Difesa degli Stati Uniti. La somma del commercio è tenuta segreta insieme alla durata esatta del contratto. Quello che sappiamo è che l'azienda fornirà forniture ininterrotte di microchip per i principali sistemi del Ministero della Difesa dal programma RAMP-C (Rapid Assured Microelectronics Prototypes – Commercial).

In tempi di carenza globale di microchip, gli Stati Uniti fanno del loro meglio per diventare indipendenti dall'importazione di microchip dall'Asia. Hanno lanciato un programma che mira a creare una vasta infrastruttura tecnologica per lo sviluppo e la produzione di microchip.

Per ora, le condizioni del commercio sono le seguenti: la società IT nel suo stabilimento specializzato Intel Foundry Services realizzerà i moderni chip 18A e li fornirà alle forze di difesa. In cambio, ottiene un cliente grande e ricco, pronto a investire molti soldi nello sviluppo e nella produzione di microchip.

Il nuovo cliente apparentemente sosterrà la costruzione di nuovi impianti di produzione in Arizona che il direttore generale di Intel Patrick Gelsinger ha menzionato alla conferenza stampa globale di marzo.

Le azioni Intel crescono

A partire dal 12 agosto, il prezzo delle azioni di Intel (NASDAQ: INTC) era in calo, ma le notizie sul contratto hanno cambiato la situazione. Non appena le informazioni sono emerse, la tendenza è cambiata e il prezzo delle azioni ha iniziato a crescere.

Il 23 agosto la seduta di negoziazione si è chiusa con un rialzo del 2.35%, arrivando a 53.23 dollari. Ieri il trend rialzista è proseguito e il prezzo del titolo è aumentato dell'1.09% in più, raggiungendo $ 53.81. È giunto il momento di scoprire cosa ne pensa il nostro analista Maksim Artyomov.

Analisi tecnica delle azioni Intel di Maksim Artyomov

Con la buona notizia, Intel ha iniziato a riprendersi dopo un declino. Le quotazioni sono rimbalzate dal margine inferiore del canale ascendente e continuano a crescere. Il primo obiettivo è la media mobile a 200 giorni e, se viene interrotta, il prezzo continuerà a crescere.

Il prossimo obiettivo è il livello di resistenza di 58 dollari. Successivamente, se i rapporti sono positivi, le azioni potrebbero continuare a crescere, avvicinandosi ai massimi.

Analisi tecnica delle azioni Intel per il 25.08.2021

Riassumendo

Intel ha firmato un contratto con il Ministero della Difesa degli Stati Uniti per lo sviluppo e la fornitura di microchip 18A. Sfortunatamente, non conosciamo la somma esatta dello scambio. Gli investitori hanno reagito positivamente a questa notizia e lo stesso giorno in cui abbiamo appreso del contratto il prezzo delle azioni della società è cresciuto del 2.35% in una volta. Le quotazioni continuano a crescere, anche se non così rapidamente.

Altre notizie sulle aziende IT su R Blog


Il materiale è preparato da

È il guru della ricerca e della dimostrazione di opportunità nascoste e intuizioni del mercato. Scrive di tutto ciò che potrebbe interessare l'investitore: azioni, valute, indici e varie sfere di affari. È "in" dal 2019.