Nell'era di Internet e dei media elettronici in cui le informazioni sono disponibili a chiunque, è diventato più facile cadere vittima di un attacco di informazioni pianificato in anticipo. In questo articolo, voglio dirti come evitare questa "sventura" quando si analizzano le notizie finanziarie.

Quando sei sopraffatto dal panico del mercato, puoi prendere decisioni di investimento sbagliate, che ti faranno perdere potenziali profitti o, peggio, subire perdite.

Di tanto in tanto, i mezzi di informazione travisano un'immagine reale; tuttavia, anche in questi casi, si possono eliminare gli scenari pessimistici o ottimistici più improbabili. Per poter fare ciò, è necessario essere ben informati sui concetti di base della natura e degli aspetti speciali delle informazioni economiche disponibili pubblicamente fornite.

Dove dovremmo iniziare?

In primo luogo, devi capire: la gente comune non ha e non avrà mai una quantità di dati a disposizione dei dipendenti pubblici solo perché una parte di questi dati è altamente classificata. Pertanto, si dovrebbe fare affidamento solo su fonti pubbliche.

I dati economici implicano un insieme di indicatori che mostrano lo stato dell'economia nazionale o mostrano eventuali cambiamenti in tutte le sue componenti. Quando si esegue l'analisi di mercato in proprio, si consiglia di utilizzare solo fonti di informazione documentarie.

Quando apprendono le notizie sulla minaccia di svalutazione della valuta nazionale, la maggior parte dei profani non visita il sito Web delle banche centrali del paese né cerca di trovare i dati sui principali indicatori economici. Solo le statistiche ufficiali, molto difficili da falsificare a causa dei processi di globalizzazione, dovrebbero essere prese in considerazione. Ecco perché un'evidente tendenza negativa è abbastanza facile da identificare.

Tipi di fonti documentarie:

  • Primaria: numeri e letture originali per l'analisi, nuove informazioni scientifiche.
  • Secondario: interpretazione dei documenti primari.

Ad esempio, una banca centrale può riferire sul Indice dei prezzi al consumo (dati primari) e aggiungere alcuni commenti analitici per condividere la propria opinione su ulteriori sviluppi della situazione (dati secondari).

Consiglierei ai nostri lettori di fare affidamento su dati primari quando valutano i mercati finanziari perché ogni possibile interpretazione è soggettiva. Se uno manca di conoscenza, sarà meglio seguire un corso specifico del settore. Parliamo ora dei tipi di dati documentari primari.

Tipi e fonti di informazione

Ci sono molte classificazioni di dati economici ma parleremo solo di quelle più importanti. I dati sono suddivisi in:

  • Previsioni: a breve, medio e lungo termine.
  • In programma: si trova nel calendario economico.
  • Contabilità: rapporti finanziari, statistiche nazionali.

Se sei un principiante nell'analisi indicatori economici, si consiglia di stare alla larga da pronte recensioni analitiche perché già distorte dalla percezione soggettiva dell'autore. È molto meglio lavorare con i dati primari. Ovviamente, all'inizio, potresti trarre false conclusioni, ma saranno i tuoi errori personali da cui imparerai. Tuttavia, a volte dovresti leggere le opinioni fornite da famosi analisti finanziari per avere una seconda opinione.

Principali fonti di dati economici:

  • Organi dell'amministrazione statale: revisioni, standard stabiliti, rapporti analitici e statistiche.
  • Mezzi di informazione specifici del settore: riviste economiche, giornali e programmi TV.
  • Mezzi di servizio pubblico.
  • Istituzioni finanziarie: relazioni finanziarie, presentazioni di investimenti.
  • “Think tank” – comunità di analisti che vendono abbonamenti alle loro recensioni.

Da quanto sopra, dovresti preferire le informazioni ufficiali degli enti governativi e i rapporti finanziari pubblicati da aziende costituite e non registrate. In questo caso, c'è un'opportunità per prendere una decisione senza alcuna interferenza soggettiva.

È importante notare che i media popolari (mainstream) possono "macinare la propria ascia" quando forniscono informazioni o essere censurati da un proprietario di un governo. Anche in economia c'è un'idea di “moda”, quando alcuni argomenti sono ritenuti più popolari e importanti, per cui si può “dare una nuova veste” per ottenere determinati risultati.

Quando si tratta di statistiche e rapporti finanziari, la situazione sopra descritta è piuttosto improbabile. Certo, ci sono casi di falsificazione dei dati, ma sono piuttosto rari a causa di gravi conseguenze.

Algoritmo di analisi dei dati economici

Dopo aver approfondito la classificazione dei dati e delle fonti, descriviamo un breve algoritmo per l'analisi.

Se le notizie finanziarie ed economiche sono su tutti i media, i seguenti consigli ti aiuteranno a evitare di cadere vittima della frenesia del mercato:

  1. Smetti di leggere/ascoltare i media popolari, sia nazionali che specifici del settore. Il loro scopo principale è attirare l'attenzione ma non aiutare a prendere la giusta decisione di investimento.
  2. A seconda del settore economico, affidati agli enti governativi specifici del settore e alle aziende che guidano il settore. Ad esempio, nel caso di Oil, sono segnalazioni dell'OPEC e delle compagnie petrolifere/gas.
  3. Quindi confrontare i dati più recenti con quelli storici. C'è un'alta probabilità che i dati più recenti non siano univoci e sarai in grado di vedere come erano le cose in passato. Non farà male confrontare i commenti dei capi dei regolatori sull'argomento che ti interessa nell'ultimo anno. Ti permetterà di valutare un reale valore di un oggetto di cronaca.
  4. Sulla base delle informazioni ricevute, puoi prendere una decisione di investimento: unirti alla folla o andare contro di essa. Inutile dire che dovresti aderire al tuo gestione del rischio sistema.

Se ti attieni a questo semplice algoritmo, puoi eliminare fino al 90% di inutili bolle multimediali.

Ora è il momento di trarre alcune conclusioni.

Riflessioni conclusive

La crescita della disponibilità di informazioni ha reso più complicata l'analisi e ha portato a una quantità crescente di voci, ipotesi e notizie false diverse, e i dati economici non fanno eccezione. Questo, a sua volta, può spingere i lettori o gli ascoltatori a decisioni di investimento sbagliate e quindi può incorrere in perdite. Per evitare ciò, si consiglia di eseguire un'analisi individuale di un dato economico degno di nota.

Per fare ciò, si dovrebbero utilizzare i dati primari di enti governativi e società e cercare di evitare qualsiasi interpretazione fatta da terze parti. Utilizzando l'algoritmo sopra menzionato, è possibile identificare gli aspetti più essenziali e prendere una decisione ben ponderata.


Il materiale è preparato da

È sul mercato dal 2012. Ha un'istruzione superiore in finanza ed economia. Ha iniziato a fare trading nel mercato valutario Forex, poi si è interessato al mercato azionario e ora è specializzato nell'analisi di IPO e investimenti di portafoglio.