Molti trader iniziano facendo trading coppie di valute, provando dopo CFD, riserve, e futuri. Oggi parlerò di questi ultimi.

Un futures è un contratto tra il venditore e l'acquirente con il quale accettano di vendere/acquistare l'attività in futuro a un prezzo prestabilito. Inizialmente, tali contratti erano pensati per le aziende, in modo che potessero evitare spese inutili.

Ecco un esempio. Vendiamo caffè, ma capiamo che a causa della pandemia il prezzo non potrà che aumentare, e in modo abbastanza evidente. Per evitare un forte aumento del prezzo e una diminuzione delle vendite, concordiamo con il fornitore una grande fornitura di fagioli al prezzo attuale ma in sei mesi.

Se il prezzo del caffè cresce davvero in futuro, vinceremo solo perché compreremo i chicchi a un prezzo inferiore. Se il prezzo non cresce e addirittura scende, chi trae profitto dal commercio è il venditore perché venderà il caffè a un prezzo più alto di quello attuale.

Molto spesso, le materie prime di base per i contratti future sono petrolio greggio, grano, mais, indici azionari. Tali contratti, di regola, vengono scambiati in borsa e la fornitura reale della merce non avviene mai.

Molto spesso, le operazioni sui future sono speculative: i trader lavorano con loro per realizzare un profitto sulla differenza di prezzo. Normalmente chiudono le loro posizioni prima che scada il contratto e arrivi la data di fornitura.

Perché i futures sono interessanti per i trader?

Nel complesso, i contratti futures sono in qualche modo diversi, ad esempio, dalle azioni. Quando un singolo trader acquista azioni, è più simile a un investimento, mentre il trading di futures è più una speculazione.

Contemporaneamente, grazie a questa peculiarità, i futures presentano alcuni vantaggi, non disponibili per investimenti in borsa. Ad esempio, i futures sono negoziati quasi 24 ore al giorno sei giorni alla settimana, mentre le azioni hanno un tempo di negoziazione limitato.

Un altro vantaggio dei futures sono i requisiti di margine più facili durante la vendita rispetto a quelli alle azioni. Una posizione corta in azioni significa vendere il bene che è stato prestato e poi acquistarlo per meno soldi. Per le azioni, questa operazione di trading ha requisiti di margine elevati, mentre con i futures sono gli stessi per la vendita e l'acquisto.

I futures consentono inoltre di diversificare determinate classi di attività e di investire in esse in modo più attivo.

Ad esempio, il prezzo delle azioni di una compagnia petrolifera dipenderà non solo dai prezzi del petrolio, ma anche dal lavoro del management e dei rivali. Tuttavia, un future stesso può dipendere solo dal prezzo del petrolio senza alcun fattore creato dal lavoro dell'azienda e dei suoi rivali.

Tuttavia, questo non significa che i futures siano meno rischiosi: tieni presente che si tratta pur sempre di uno strumento finanziario composito.

I requisiti di margine per la negoziazione di futures sono normalmente molto inferiori rispetto a quelli per la negoziazione di azioni, dall'1 al 10% della somma del bene. Nel frattempo, i commercianti possono utilizzare influenza che deve essere pagato.

Da un lato questo è un vantaggio, ma i rischi crescono perché il trader può aprire molte operazioni con garanzie minori. Quindi, se il prezzo va nella direzione necessaria, il trader vincerà, ma se si inverte contro il trader, possono iniziare a perdere molto. Quindi, fai sempre attenzione alla leva quando fai trading di futures.

Quali futuri ci sono?

Esistono diversi tipi di contratti future in diversi mercati. Uno speculatore dovrebbe scegliere uno o due asset e concentrarsi solo su di essi per comprendere meglio il mercato e prendere decisioni corrette. Ecco i futures più diffusi:

  • Metalli preziosi. I trader comprano e vendono contratti per oro e argento. Di norma, in questo modo cercano di assicurarsi dall'inflazione crescente o dall'instabilità finanziaria globale.
  • Indici azionari. Questi contratti dipendono dai movimenti degli indici azionari, come ad esempio Nasdaq or Dow Jones. Quindi, i trader cercano di fare soldi su quei movimenti.
  • Energia. Questi futuri includono oil & gas e gas naturale, fornendo suggerimenti sui movimenti globali del prezzo del petrolio.
  • Agricoltura. Questi sono i futures per la soia, il mais e il grano. Sono fortemente influenzati dal tempo e dalle stagioni.
  • Buoni del tesoro e tassi di interesse. Tali future svolgono il ruolo più importante nei mercati finanziari globali e coloro che li scambiano tengono d'occhio le azioni della Fed statunitense.
  • Allevamento di animali. In questa categoria, i commercianti speculano sui prezzi di bovini e suini. Domanda e offerta hanno una forte influenza su questa categoria.

Come fare trading sui futures, dopotutto?

Per lavorare attivamente con i futures, il trader deve concentrarsi su un numero limitato di strumenti per rimanere concentrato e accumulare esperienza. Con i futures puoi assumere posizioni lunghe e corte: la direzione del lavoro dipende dalla tua tolleranza al rischio e dai tuoi obiettivi.

Una posizione lunga significa che acquisti un contratto e attendi che l'asset di base cresca in futuro. Poi lo vendi a un prezzo più alto e ci guadagni. I rischi emergono dall'attività di base che non cresce o addirittura non diminuisce: in questo modo perdi i tuoi soldi.

Una posizione corta significa che vendi i tuoi futures e attendi che il prezzo dell'asset di base scenda in futuro. Anche qui ci sono dei rischi: se sei in una posizione corta e il prezzo dell'asset base cresce, le tue perdite possono essere illimitate perché non ci sono limiti alla crescita.

Esiste anche una nozione come la diffusione del calendario. Questa è una strategia con cui il trader prende una posizione sia lunga che corta in un asset con date di consegna diverse.

Il potenziale profitto emerge dalla piccola differenza tra il contratto venduto e comprato. Se lo spread del calendario è positivo, il trader acquista un future con un termine di consegna più breve e vende un future con uno più lungo. Se lo spread del calendario è negativo, vendono i future con un termine di consegna più breve e acquistano i future con uno più lungo.

Linea di fondo

I futures sono un contratto tra due partecipanti al mercato sulla vendita o l'acquisto di un'attività finanziaria in futuro a un prezzo prestabilito. Normalmente, le negoziazioni su di esse vengono chiuse in via preliminare senza una vera offerta.

Il trading di futures è considerato più rischioso e speculativo perché è complicato e ha requisiti di margine inferiori rispetto a quelli delle azioni. Alcuni dicono che i futures sono più per i trader attivi a breve termine che per gli investitori a lungo termine.

Poiché i rischi sono più alti, dovresti attenerti meglio al tuo regole di gestione del rischio e gestisci le tue risorse con saggezza.


Il materiale è preparato da

Analista finanziario e trader di successo; nella sua pratica, predilige strumenti altamente volatili. Offre webinar giornalieri sul trading e progetta materiali didattici RoboForex.