Gli attori del mercato capiscono già che nel 2022 il QE la politica monetaria volgerà al termine e il sistema della Federal Reserve statunitense aumenterà il tasso di interesse.

Questa comprensione rende gli investitori sempre meno ottimisti e fa scendere gli indici azionari. Per esempio, Composito NASDAQ (NAS100) ha perso il 4% dall'inizio dell'anno, e S&P 500 (US500) -% 1.5. Media industriale del Dow Jones (US30) è l'unico a resistere alle difficoltà: il suo calo rimane entro l'1%.

In un mercato del genere, non abbiate fretta di acquistare anche quelle azioni che sembrano promettenti. I loro prezzi potrebbero scendere ancora più in basso. Tuttavia, dobbiamo ancora cercare idee di investimento efficienti. Quindi, in questo articolo sto guidando la vostra attenzione sul settore dell'energia verde e su un altro che è in qualche modo connesso: il settore dell'energia atomica.

Alla ricerca di energia pulita

Le fonti di energia rinnovabile (sole ed vento) non possono ancora sostituire gli idrocarburi perché l'umanità non ha ancora capito come immagazzinare tanta energia da molto tempo.

Utilizzando l'energia solare ed eolica, le persone diventano dipendenti dal tempo.
Nel frattempo, gli idrocarburi sono più facili da usare e affidabili, oltre che economicamente efficienti. Tuttavia, ha un'influenza negativa sull'ambiente. Le preoccupazioni ecologiche e la minaccia del riscaldamento globale spingono le persone a cercare sostituti per gli idrocarburi.

Le opzioni sono poche:

  • Energia solare
  • Energia eolica
  • Energia delle onde del mare
  • Energia dell'acqua
  • Energia atomica
  • Energia termonucleare

Perché non usiamo l'energia termonucleare

L'energia termonucleare è un sogno dell'umanità. I primi tentativi di ottenere elettricità dalle reazioni termonucleari sono stati fatti già nel 1950. Tuttavia, gli scienziati non riescono a ottenere risultati soddisfacenti: spendono ancora più energia per eseguire quei processi di quanta ne ottengono alla fine.

Questo settore si sta comunque sviluppando attivamente. Un buon esempio è il progetto International Thermonuclear Experimental Reactor, nato nel lontano 1980. Al giorno d'oggi, nessuno può dire con sicurezza quando il sogno si avvererà, mentre abbiamo bisogno di elettricità ogni giorno e il bisogno è in costante crescita.

L'UE prevede di considerare l'energia atomica "verde"

Se bruciare carboni è "malvagio", l'energia atomica può diventare un'alternativa.
Alcuni passi sono già stati fatti in questa direzione. Il 1° gennaio l'Euro Commissione ha presentato ai paesi membri un progetto di legge in cui si suggerisce di considerare l'energia atomica ecologicamente pulita. Ciò significa finanziamento della costruzione di centrali nucleari almeno fino al 2045.

La Germania si oppone alla costruzione di centrali nucleari

La Germania si esprime contro questo progetto, riferendosi alle conseguenze degli incidenti alle centrali nucleari. Il governo tedesco non solo si esprime contro questo progetto, ma intraprende azioni.

Entro il 1° gennaio aveva chiuso tre centrali nucleari, lasciandone solo altre tre nel sistema energetico del Paese, anch'esse chiuse entro la fine del 2022.

Francia, Polonia e altri sei paesi membri hanno una visione diversa sulla questione, ricordando che senza le centrali nucleari l'UE non avrà raggiunto la carbon neutrality entro il 2050 come richiesto dall'impegno internazionale.

L'UE non è il mondo intero, il che significa che dobbiamo guardare al comportamento di altri paesi. Secondo la World Nuclear Association, WNA, ci sono 438 centrali nucleari attive nel mondo e altre 400 saranno presto costruite, 270 delle quali in Asia.

Queste piante avranno bisogno di carburante, che è l'uranio. Quindi, qui abbiamo un'idea di investimento. L'uranio è una risorsa naturale esauribile, quindi un'offerta limitata consentirà l'aumento dei prezzi. E le aziende che estraggono e vendono uranio in teoria guadagneranno bene.

Le riserve di uranio sono grandi?

Per iniziare, vediamo quanto sono grandi le riserve di uranio e quanto tempo dureremo su di esse.

Le riserve globali di uranio sono stimate in 6.1 milioni di tonnellate. Per soddisfare i bisogni attuali, l'umanità utilizza 67,000 tonnellate di combustibile all'anno, di cui 62,000 tonnellate, nelle centrali nucleari. Tenendo conto della prevista costruzione di altri 400 impianti, otteniamo il doppio della domanda. Pertanto, abbiamo abbastanza uranio per altri 50 anni e, finché le nuove centrali nucleari saranno messe in funzione gradualmente, le riserve di uranio dureranno per circa 75 anni.

Iniziamo a consumare più elettricità

È piuttosto difficile evitare un aumento del consumo di energia elettrica, soprattutto con la diffusione delle auto elettriche. Ad esempio, mentre prima una centrale eolica produceva elettricità sufficiente per un piccolo villaggio, la sua energia non sarà più sufficiente non appena le persone del villaggio passeranno alle auto elettriche. Alla fine, l'energia atomica può diventare un collegamento tra gli idrocarburi e l'energia del futuro; quindi, gli investimenti nelle società di uranio sono a lungo termine.

Quale paese è il leader dell'estrazione dell'uranio?

Quando l'ho scoperto, sono rimasto un po' sorpreso: il 40% dell'uranio globale viene estratto in Kazakistan. Poi c'è l'Australia, che estrae il 13%, la Namibia - 11%, il Canada - 8% e l'Uzbekistan - 7%.

A quali aziende prestiamo attenzione?

L'uranio non viene prodotto da solo: il materiale grezzo deve essere raffinato, per il quale le aziende spendono risorse extra.

Kazatomprom

Il minatore di uranio numero uno è una società kazaka Kazatomprom (LSIN: KAP). Fornisce il 22% del combustibile nucleare globale. Puoi acquistare le azioni alla Borsa di Londra.

Durante le recenti turbolenze, il prezzo delle azioni è leggermente diminuito ma ha smesso di scendere a 34 USD. Allo stesso livello, i volumi di scambio del titolo sono balzati in alto, il che può essere interpretato come un maggiore interesse di investimento nel titolo. L'anno scorso, le azioni Kazatomprom sono cresciute di oltre il 100% e continuano a negoziare in un trend rialzista.

Grafico dei prezzi delle azioni Kazatomprom
Grafico dei prezzi delle azioni Kazatomprom

Cameco Corp.

La maggior parte delle aziende che lavorano con l'uranio sono supportate dallo stato o private, il che rende piuttosto difficile investire in loro. Eppure esiste una società pubblica che estrae, raffina e vende uranio: Cameco Corp (NYSE: CCJ).

Il grafico dei prezzi delle azioni Cameco Corp è simile a quello di Kazatomprom. L'unica differenza è che le azioni Cameco hanno continuato a crescere quando sono iniziate le proteste in Kazakistan. Questo è un fenomeno abbastanza facile da spiegare.

Cameco estrae uranio negli Stati Uniti, in Canada e in Kazakistan, il che significa che la sua attività è più diversificata. Le quotazioni sono ora sopra i 23 USD, suggerendo un'ulteriore crescita.

Grafico del prezzo delle azioni Cameco Corp
Grafico del prezzo delle azioni Cameco Corp

Di quanto può aumentare il reddito delle compagnie di uranio?

Il reddito delle compagnie di uranio può crescere in due casi: o la compagnia vende di più, o il prezzo dell'uranio cresce. Finché sentiamo che stanno per apparire nuove centrali nucleari, supponiamo che la domanda di uranio aumenterà, quindi le aziende del segmento hanno buone prospettive di crescita dei ricavi.

Come sono distribuite le riserve di uranio tra i paesi?

I primi 5 paesi con le maggiori riserve di uranio sono Australia, Kazakistan, Canada, Russia e Namibia. Cameco lavora in Canada e Kazakistan, il che significa che a lungo estrarrà e venderà uranio.

Quali ETF investono in società di uranio?

Investire in una società è sempre più rischioso che in più società. Dai un'occhiata al Global X Uranium ETF (NYSE: URA) allora.

Cosa sta succedendo con i prezzi dell'uranio

Nel 2007, il prezzo dell'uranio è balzato fino a 140 USD per libbra (453 grammi) a causa dei timori globali di una carenza di risorse. 15 anni dopo, il mondo rimane preoccupato, ma deve affrontare interruzioni di corrente casuali in alcuni paesi. La situazione del 2007 potrebbe ripetersi, e se gli speculatori abbandonano il loro sguardo sull'atomo pacifico, i prezzi dell'uranio potrebbero salire di nuovo alle stelle.

Grafico dei prezzi dell'uranio
Grafico dei prezzi dell'uranio

Ora possiamo assistere a un trend rialzista iniziato nel 2016. In cinque anni, il prezzo è cresciuto del 50% e del 50% negli ultimi 6 mesi. Ciò significa che gli investitori stanno trovando di nuovo interessante questo settore. Le proteste in Kazakistan sono tra le cose che supportano questa crescita: nella marea delle proteste, l'uranio è entrato nei media.

Linea di fondo

Bruciare idrocarburi è attualmente un modo economicamente redditizio di produrre elettricità, ma il riscaldamento globale lo pone fine. Anche se questo tipo di combustibile non avesse alcuna influenza sull'ambiente, bisognerebbe cercare dei sostituti perché il materiale grezzo è esauribile.

Rispetto agli idrocarburi, l'energia atomica è pulita: è pericolosa solo in caso di incidenti. Pertanto, nel periodo di transizione, mentre siamo alla ricerca di nuove fonti di energia, sarà richiesta energia dalle centrali nucleari. A differenza delle centrali solari ed eoliche, le centrali nucleari possono funzionare tutto l'anno, fornendo energia indipendentemente dalle condizioni meteorologiche.

Ciò significa che sarà richiesto anche carburante per le centrali nucleari e le aziende che lavorano in questo segmento realizzeranno un buon profitto.

E la nostra speranza è che nei 50 anni a venire, l'umanità padroneggerà la sintesi termonucleare e avrà accesso a una fonte di energia illimitata.

Investire in azioni americane con RoboForex a condizioni vantaggiose! Le azioni reali possono essere negoziate sulla piattaforma R StocksTrader a partire da $ 0.0045 per azione, con una commissione minima di negoziazione di $ 0.25. Puoi anche provare le tue abilità di trading nel Piattaforma R StocksTrader su un account demo, registrati su RoboForex.com e aprire un conto di trading.


Il materiale è preparato da

È nel mercato finanziario dal 2004. Dal 2012 negozia azioni in una borsa americana e pubblica articoli analitici sul mercato azionario. Partecipa attivamente alla preparazione e alla consegna di webinar educativi RoboForex.