Come guadagnare 1,000,000€ su 40,000€? Ingeborg Mootz, un "oldie-trader" che ha scoperto le borse all'età di 75 anni, conosce la risposta a questa domanda. Ha iniziato con un deposito di 40,000 DM ed è riuscita a trasformare questa somma in 1 milione.

Nelle sue operazioni finanziarie, preferiva parti delle banche europee – e oggi presteremo attenzione anche a loro.

Caduta dei titoli delle banche europee

Dopo la crisi dei mutui negli Stati Uniti, alcuni dei problemi si sono “ripiegati” sulle economie europee. Di conseguenza, la Banca centrale europea ha iniziato ad allentare il tasso di interesse, dal 4.25% all'1%.

Tuttavia, non era abbastanza. Alla fine, la BCE ha continuato ad allentare il tasso e nel 2015 ha raggiunto lo zero. Tali valori bassi dei tassi hanno reso difficile per le banche realizzare un profitto e, di conseguenza, gli investitori hanno iniziato a uscire dal settore.

Si prega di prendere nota del grafico Deutsche Bank AG (NYSE: DB): dal 2007 ha perso il 95%.

Grafico Deutsche Bank
Grafico Deutsche Bank

È paragonabile alle perdite del TAL Education Group (NYSE: TAL), che, insieme ad altri rappresentanti del settore cinese dell'istruzione online, ha subito un duro colpo dalle nuove normative governative nel campo dell'istruzione.

Grafico del gruppo TAL Education
Grafico del gruppo TAL Education

L'inflazione costringe la BCE ad alzare il tasso

Tuttavia, in questo momento la situazione del mercato europeo sta cambiando: per la prima volta in 30 anni l'inflazione ha raggiunto il 5.1% e ha fatto alzare il tasso alla BCE. Avrà un impatto positivo sul reddito delle istituzioni finanziarie.

L'inflazione nell'area dell'euro
L'inflazione nell'area dell'euro

L'ultima decisione sul tasso è stata presa dalla BCE il 3 febbraio: è rimasta intatta allo 0.00%. Tuttavia, il governatore della BCE Christine Lagarde ha affermato di recente di non essere più così fiducioso su un improbabile aumento dei tassi nel 2022.

Gli operatori del mercato hanno ritenuto che fosse un segnale a favore dell'inasprimento della politica monetaria. Di conseguenza, il DAX (GER40) è precipitato e il rendimento del decennale ha raggiunto per la prima volta dal 10 l'area positiva. Per questo dovremmo prestare attenzione al settore bancario europeo.

Grafico dei rendimenti obbligazionari tedeschi a 10 anni
Grafico dei rendimenti obbligazionari tedeschi a 10 anni

Le banche hanno accumulato tonnellate di riserve finanziarie

Durante la pandemia, le banche si stavano preparando al peggio e accumulando riserve. In aggiunta a ciò, l'autorità di regolamentazione ha approvato una moratoria sui pagamenti di bonus e dividendi e ha anche aumentato i requisiti per i mutuatari al fine di ridurre il numero di prestiti originati.

In termini di finanziamento, la pandemia è andata meglio del previsto. I prestiti problematici, il cui numero non era grande, non hanno innescato il collasso delle istituzioni finanziarie. Alla fine, le banche hanno accumulato tonnellate di riserve finanziarie e gli investitori ora sperano che questo denaro venga indirizzato al pagamento dei dividendi e al riacquisto di azioni.

L'autorità di regolamentazione, a sua volta, ha revocato una moratoria e ridotto i requisiti per i mutuatari: ciò aiuterà le istituzioni finanziarie a fornire più prestiti e ad aumentare le proprie entrate.

Banche europee a cui vale la pena prestare attenzione:

  • Gruppo ING
  • Deutsche Bank
  • Gruppo UBS

Gruppo ING

ING Group NV (NYSE: ING) è il più grande gruppo bancario dei Paesi Bassi; i suoi mercati chiave sono Paesi Bassi, Belgio, Lussemburgo e Germania. Il gruppo si colloca tra le prime 30 banche più grandi con almeno il 30% delle attività in mutui originati.

Il profitto sottostante della banca è il reddito da interessi sui prestiti esistenti. Il rapporto del quarto trimestre 4 ha mostrato una crescita dei ricavi del 2021%, fino a 4.5 miliardi di dollari. Gli utili da interessi sono aumentati del 5.28%, mentre il rendimento del capitale proprio ha raggiunto il 17%.

Un aumento del tasso di rifinanziamento avrà un impatto positivo sulle entrate dell'istituto finanziario, ecco perché i suoi rapporti trimestrali renderanno felici gli investitori per tutto il 2022.

Quando si tratta di banche americane, le loro azioni sono già scambiate vicino ai massimi storici, il che non è il caso di quelle europee. Il titolo ING Group viene scambiato il 55% al ​​di sotto dei suoi massimi e, di conseguenza, ha un potenziale di crescita per raggiungere $ 34 per azione.

Grafico del gruppo ING
Grafico del gruppo ING

Deutsche Bank

Deutsche Bank AG (NYSE: DB) è la più antica banca europea fondata nel 1870 a Berlino. La banca è tra le prime 30 banche più grandi e opera in 58 paesi.

Il 27 gennaio, Deutsche Bank ha pubblicato il suo rendiconto finanziario per il quarto trimestre del 2021. L'utile netto è stato di 315 milioni di euro, un aumento del 160% rispetto allo stesso periodo del 2020. Il reddito annuo ha raggiunto i 25.4 miliardi di euro, il migliore risultato negli ultimi 10 anni.

A partire da marzo 2020, il titolo è aumentato di oltre il 200%. È possibile presumere che lo stock "esaurisse il gas" e lo abbiamo notato troppo tardi. Tuttavia, il grafico settimanale suggerisce il contrario: siamo proprio all'inizio del nostro percorso. Qui possiamo fare un'analogia con Bank of America Corporation (NYSE: BAC).

I fattori scatenanti del calo delle azioni di Bank of America e Deutsche Bank sono simili, ma poiché le società sono regolamentate da autorità diverse e operano in economie diverse, anche i loro percorsi di ripresa differiscono.

Le aziende americane si sviluppano più velocemente. La Fed americana annuncia diversi possibili aumenti dei tassi nel 2022, ma la BCE non fornisce altro che suggerimenti. Questo è il motivo per cui i titoli delle banche europee si stanno riprendendo molto più lentamente rispetto alle loro controparti americane.

Prestando attenzione al titolo della Bank of America, possiamo vedere che è scambiato vicino al suo massimo storico, anche se nel 2009 ha toccato il fondo di $ 2.12. Da allora, il titolo è salito alle stelle del 2,185%.

Grafici di Deutsche Bank e Bank of America

Dopo la crisi dei mutui, le azioni di Deutsche Bank sono scese a $ 20 e, invece di tornare al loro massimo storico, hanno continuato a scendere raggiungendo il minimo a $ 5. È solo ora che stanno iniziando a riprendersi. Per tornare al suo massimo storico, il titolo deve aggiungere il 738%. È un ottimo potenziale di crescita.

Gruppo UBS

UBS Group AG (NYSE: UBS) è una banca svizzera di fama internazionale che gestisce patrimoni o clienti al dettaglio e aziendali. Al momento, la banca gestisce la più grande quantità di ricchezza privata al mondo.

UBS è considerata una delle istituzioni finanziarie più influenti del pianeta. Nel 2021 è la terza banca più grande d'Europa. La metà dei miliardari del mondo è tra i suoi clienti.

Il 24 gennaio, la banca ha annunciato che il suo reddito nel quarto trimestre del 2021 è stato di 8.73 miliardi di dollari, il che indica un aumento del 7.5% rispetto allo stesso periodo del 2020 e del 3% superiore alla somma prevista dagli esperti finanziari.

Nelle sue previsioni, il management della banca si aspetta un'ulteriore crescita dei ricavi e annuncia un aumento dell'importo dei fondi che saranno spesi per il riacquisto di azioni.

Il titolo UBS è quotato alla borsa di New York e alla borsa svizzera. È al NYSE dal 2014, ecco perché analizzeremo un grafico di SWX.

Anche UBS ha sofferto la crisi dei mutui negli Stati Uniti, mentre le sue azioni hanno perso il 90%. Sono passati 13 anni da quel momento, ma il titolo ha recuperato solo del 14% e attualmente viene scambiato alla resistenza di $ 20.

Se la BCE inizia ad alzare il tasso e il settore bancario si "rianima", le azioni UBS potrebbero tornare al loro massimo storico, il che implica un potenziale di crescita di oltre il 300%.

Grafico del Gruppo UBS
Grafico del Gruppo UBS

Conclusione

All'inizio del 2021, Warren Buffett stava acquisendo azioni di banche americane, che ora sono scambiate ai massimi storici. Le banche europee vivono ancora nell'ombra.

Ci sono sempre più voci secondo cui le azioni americane sono "ipercomprate" ed è giunto il momento di prestare attenzione ad altri mercati. Il settore bancario europeo, che ora è proprio all'inizio del suo percorso di ripresa, potrebbe essere una buona alternativa. Se la BCE inasprisse la sua politica monetaria, sarebbe un ottimo catalizzatore per la crescita del suddetto segmento.

Investire in azioni americane con RoboForex a condizioni vantaggiose! Le azioni reali possono essere negoziate sulla piattaforma R StocksTrader a partire da $ 0.0045 per azione, con una commissione minima di negoziazione di $ 0.5. Puoi anche provare le tue abilità di trading nel Piattaforma R StocksTrader su un conto demo, registrati su RoboForex e aprire un conto di trading.


Il materiale è preparato da

È nel mercato finanziario dal 2004. Dal 2012 negozia azioni in una borsa americana e pubblica articoli analitici sul mercato azionario. Partecipa attivamente alla preparazione e alla consegna di webinar educativi RoboForex.