Quest'anno è stato uno dei periodi più difficili per il mercato dell'Offerta Pubblica Iniziale. L'economia globale si sta dirigendo verso una recessione e le principali banche centrali stanno perseguendo una politica monetaria restrittiva. Per questo motivo, molti investitori hanno rivolto la loro attenzione ai mercati delle obbligazioni, dei metalli preziosi e delle società con dividendi.

D'altra parte, l'anno scorso ha avuto un discreto successo per il mercato delle IPO: abbiamo assistito a un enorme "boom" delle IPO con 2,850 società quotate in borsa, che hanno raccolto una somma di denaro record negli ultimi 15 anni, oltre $ 600 miliardi. Molti investitori principianti hanno l'impressione sbagliata che il mercato delle IPO salga sempre. Nell'articolo di oggi, daremo uno sguardo più da vicino a come una recessione influenza il settore e quali prospettive potrebbe avere il mercato delle IPO.

Il mercato delle IPO e la recessione

Il mercato globale delle IPO sta subendo un calo significativo nel 2022, soprattutto dopo un 2021 da record. L'intensità del mercato ha continuato a diminuire nel primo e nel secondo trimestre, con conseguente riduzione sia del numero di IPO che dei ricavi.

L'aumento della volatilità causata da turbolenze politiche e fattori macroeconomici, deterioramento delle previsioni e terribile dinamica dei titoli dopo la quotazione in borsa: tutti questi fattori hanno portato al rinvio di molte IPO nel secondo trimestre.

Numero di IPO dal 2018 al 2022
Numero di IPO dal 2018 al 2022

Nel secondo trimestre del 2022 ci sono state 305 IPO per un importo totale di 40.6 miliardi di dollari. Se confrontati con un analogo periodo del 2021, va notato che sia il numero di IPO che la somma sono diminuiti rispettivamente del 54% e del 65%.

A partire da gennaio 2022, il mercato ha visto 630 IPO raccogliere 95.4 miliardi di dollari. Rispetto ai primi sei mesi del 2021, questi numeri sono crollati rispettivamente del 46% e del 58%. Le nuove società sono quotate in borsa più spesso nelle borse asiatiche che in quelle americane.

L'IPO procede dal 2018 al 2022
L'IPO procede dal 2018 al 2022

Solo negli Stati Uniti, ci sono state 41 IPO nel secondo trimestre del 2022 per un importo totale di 2.5 miliardi di dollari. Queste statistiche indicano un calo del 73% del numero di IPOS e una diminuzione del 95% delle entrate. Per quanto riguarda la regione dell'Asia del Pacifico, il mercato ha visto 181 IPO raccogliere 23.3 miliardi di dollari. Rispetto al secondo trimestre del 2021, queste letture sono crollate rispettivamente del 37% e del 42%.

Le migliori borse per numero di IPO
Le migliori borse per numero di IPO

La regionalizzazione del mercato IPO

Insieme all'indebolimento del mercato globale delle IPO, c'è un calo significativo delle attività transfrontaliere causato dalla pressione geopolitica e dall'inasprimento dei requisiti imposti dalle autorità di regolamentazione nazionali alle società che intendono quotarsi all'estero.

Questo problema è stato praticamente evidenziato in Cina, dove le autorità di regolamentazione locali hanno costretto le società nazionali a quotarsi alla borsa di Shanghai. Anche le società di altri paesi della regione Asia Pacifico hanno subito pressioni simili.

Le principali borse valori dai proventi dell'IPO
Le principali borse valori dai proventi dell'IPO

Come stanno andando le cose con SPAC?

Le offerte SPAC sono meno popolari delle IPO tradizionali. Quest'anno, questo segmento è messo sotto pressione dal sentiment degli investitori, dalla situazione macroeconomica, dai cambiamenti nelle politiche monetarie delle banche centrali globali, dall'incertezza nelle normative e dall'aumento dei timori di recessione.

C'è un numero record di accordi SPAC in questo momento e molti di loro potrebbero scadere il prossimo anno. Ecco perché la stragrande maggioranza di tali società è attivamente alla ricerca di partner per accordi di fusione e acquisizione. Se la regolamentazione viene modificata e migliorata, così come altre condizioni di mercato, potrebbe avere un'influenza positiva sia sui nuovi accordi SPAC che M&A.

Recessione e periodo di ripresa: quali aziende potrebbero essere popolari e attraenti

Gli esperti di Barclays si aspettano che l'economia globale guadagnerà il 3.3% nel 2022 contro la precedente previsione del 4.4%. Come si vede, il tasso di crescita globale atteso non è esattamente stabile, ma la tendenza resta allarmante.

L'elenco delle IPO "con il maggior incasso" per i primi sei mesi del 2022 mostra che i rappresentanti del settore energetico stanno cacciando le aziende tecnologiche. Allo stesso tempo, il settore tecnologico è in testa per numero di accordi, ma la loro somma media è diminuita di oltre la metà. D'altra parte, il settore energetico ha guadagnato più soldi e la somma media è più che triplicata.

Numero di IPO per settore
Numero di IPO per settore

Il settore tecnologico continuerà probabilmente a guidare il mercato delle IPO per numero di società quotate in borsa. Tuttavia, considerando una maggiore attenzione alle fonti di energia rinnovabile in mezzo all'impennata globale del prezzo del petrolio, il settore energetico dovrebbe essere al primo posto in termini di somme raccolte.

I proventi dell'IPO per settore
I proventi dell'IPO per settore

Proprio come prima, è molto probabile che l'ESG sia l'argomento chiave per gli investitori e le aziende che chiedono un'IPO, indipendentemente dal settore. Man mano che i cambiamenti climatici globali e le restrizioni sull'energia diventano più severe, le aziende che integrano ESG nei loro processi aziendali chiave attireranno più investitori e riceveranno voti più alti.

Si dovrebbe partecipare alle IPO di società a piccola capitalizzazione?

La somma dell'IPO dipende da un sottoscrittore, un istituto finanziario che aiuta un'azienda a quotarsi in borsa.

Un sottoscrittore valuta le prospettive di crescita dell'azienda e attira gli investitori verso le sue azioni. Più famoso e influente è il sottoscrittore, maggiore sarà la fiducia nei suoi investitori "protetti".

Il successo dell'IPO dipende anche dalla situazione generale del mercato. I grandi sottoscrittori cercano di stare alla larga dalle IPO di società a piccola capitalizzazione per ridurre al minimo il danno reputazionale.

Gli investitori al dettaglio, che seguono le loro regole di gestione del rischio e investono somme di denaro relativamente piccole, hanno buone possibilità di aggiungere alcune azioni davvero potenziali ai loro portafogli. Esiste la possibilità che un potenziale profitto possa coprire le perdite dei loro investimenti meno riusciti. Prima di investire, si dovrebbe considerare attentamente la performance finanziaria dell'emittente e il suo potenziale di mercato di riferimento.

Quali rischi possono affrontare i partecipanti all'IPO nell'ambiente di mercato esistente?

Molte IPO sono state rinviate nella prima metà del 2022 a causa di una situazione di mercato instabile. Tutte queste società saranno probabilmente quotate in borsa dopo che i mercati finanziari saranno diventati meno incerti e volatili.

Tuttavia, finora si presume che questo livello di volatilità non andrà via nel prossimo futuro, e ci sono diverse ragioni per ciò, come tensioni geopolitiche, fattori macroeconomici, sottoperformance dei mercati dei capitali e un'influenza del pandemia sul turismo globale e altri settori legati ai viaggi.

Le prospettive del mercato IPO

Probabilmente, i rischi di una recessione aumenteranno e il mercato delle IPO potrebbe ristagnare. I partecipanti alle offerte pubbliche iniziali, in particolare i principianti, non le considereranno una strategia per ricevere "soldi facili" come nel 2021. Gli investitori dovranno essere più esperti e avere maggiori conoscenze e abilità nell'analisi della performance finanziaria e del mercato target di una società che intende quotarsi in borsa.

È probabile che i settori della tecnologia e dell'energia rimarranno le aree prioritarie per gli investimenti. Nella fase successiva del ciclo delle materie prime, le società "verdi" potrebbero diventare più popolari: l'acquisto di questi titoli sarà considerato un investimento a lungo termine in futuro, con un occhio alla crescita esponenziale della loro capitalizzazione.

È importante attenersi a regole di gestione del rischio piuttosto conservative: in un momento di turbolenza finanziaria e maggiore volatilità, il numero di fallimenti sale alle stelle. Di norma, è possibile per gli investitori ridurre i rischi di perdite se sono estremamente attenti nella scelta degli emittenti e non investono una quota sostanziale dei loro portafogli in nuove IPO. Nella maggior parte dei casi, gli investimenti in IPO di diverse società sono guidati dalla necessità di mantenere il potere d'acquisto degli investitori risparmi finanziari sotto pressione dall'inflazione.


Il materiale è preparato da

È sul mercato dal 2012. Ha un'istruzione superiore in finanza ed economia. Ha iniziato a fare trading nel mercato valutario Forex, poi si è interessato al mercato azionario e ora è specializzato nell'analisi di IPO e investimenti di portafoglio.