Ci sono molti indicatori e moltiplicatori per analizzare le società pubbliche. In questo articolo parleremo di uno di questi, il coefficiente di flottante. Scopriremo la formula per calcolarla e descriveremo come la usano gli investitori quando analizzano la situazione del mercato.

Qual è il rapporto di flottante

Il coefficiente di flottante è la quantità di azioni disponibili per la negoziazione pubblica. Sono negoziati in borsa, non sono di proprietà di investitori strategici e sono disponibili per quelli al dettaglio. Puoi incontrare altri nomi con cui passa: Float o Public Float.

Quali azioni non sono incluse nel calcolo del flottante?

Nel calcolo del coefficiente di flottante non sono incluse le seguenti azioni:

  • Di proprietà degli azionisti, del management della società e dei top manager
  • Di proprietà dello Stato
  • Di proprietà di grandi fondi di investimento, che sono azionisti di maggioranza

Inoltre, non vengono prese in considerazione anche le azioni limitate. Ad esempio, le azioni che sono state date a un dipendente come ricompensa per i meriti di un'azienda.

Come viene calcolato il coefficiente di flottante

Per calcolare il coefficiente di flottante, dobbiamo conoscere il numero di azioni flottanti e il numero totale di azioni emesse. Per rendere la formula facile da capire, indicheremo questi parametri rispettivamente come A e B.

La formula di calcolo del coefficiente di flottante:

Flottante = A/B

Il rapporto può essere specificato in due formati: in percentuale (ad esempio, 50%) o frazione decimale (ad esempio, 0.5).

Diciamo che una società ha emesso 100,000 azioni; Il 51% di essi, 51,000, quota di maggioranza, sono di proprietà del management, mentre le restanti 49,000 azioni sono state immesse in libera pratica. In questo caso, il coefficiente di flottante sarà 0.49 o 49%.

Il calcolo del flottante: 49,000 / 100,000 = 0.49

Come aumentare il flottante

  • Un frazionamento è un frazionamento azionario con un rapporto di frazionamento fisso. Attraverso le scissioni, le società aumentano il numero di azioni e ne riducono il prezzo. Ad esempio, una società aveva 100 azioni a $ 4 per azione e, dopo una divisione 1:2, possiede 200 azioni a $ 2
  • L'emissione di titoli è un modo per aumentare il capitale sociale e attrarre investimenti
  • Vendite di azioni da parte dei principali azionisti: le azioni che erano state congelate in precedenza vengono immesse in libera pratica. Potrebbero esserci diverse ragioni per questo

Come ridurre il flottante

  • Un riacquisto è il riacquisto da parte di una società di azioni proprie. Avendo accumulato abbastanza fondi disponibili, una società riacquista le sue azioni dai suoi azionisti e le ritira. Di conseguenza, aumenta la quota dei grandi investitori, così come la loro influenza su un'azienda
  • Acquisto di titoli fluttuanti da parte dei principali azionisti per ottenere una quota di maggioranza
  • Il consolidamento delle azioni (divisione inversa) è una conversione di due o più azioni in una delle stesse categorie

Quale valore del flottante è considerato ottimale?

Il valore del flottante ottimale sia per i trader che per gli investitori è compreso tra il 40 e l'80%. Tali volumi di azioni flottanti forniscono una sorta di protezione contro le fluttuazioni del mercato, aumentano la liquidità dello strumento e offrono l'opportunità di acquistare o vendere un'attività in qualsiasi momento. In altre parole, maggiore è il coefficiente di flottante, più liquido è lo strumento e maggiori sono le opportunità che gli investitori hanno.

Svantaggi del basso coefficiente di flottante

Innanzitutto una domanda di mercato piccola o limitata. Dopo aver acquistato alcune azioni, un trader potrebbe avere difficoltà a venderle. C'è la possibilità che non ci sia un acquirente sul mercato per acquisire questo bene, o il suo prezzo potrebbe essere molto basso.

In secondo luogo, potrebbero esserci forti fluttuazioni dei prezzi in entrambe le direzioni al momento dei comunicati stampa, che potrebbero causare panico tra gli operatori del mercato.

In terzo luogo, l'acquisto di una grande quantità di azioni da parte di un singolo investitore potrebbe aumentare significativamente il prezzo e causare squilibri. La vendita di un'importante partecipazione di minoranza può essere ritardata e potrebbe anche comportare un aumento dei prezzi. In alcuni casi, le azioni non possono essere affatto vendute perché non ci sono investitori disposti ad acquistarle.

Come utilizzare il coefficiente di flottante per l'analisi di mercato

Per cominciare, il rapporto fornisce all'investitore una comprensione della liquidità di uno strumento. Se il valore del rapporto è 40–80%, uno strumento è considerato abbastanza liquido e comporta minori rischi legati al trading.

Il valore del flottante superiore all'80% significa che sarà difficile per i lavoratori e i grandi investitori causare una maggiore volatilità nel mercato vendendo/acquistando grandi quantità di azioni.

Un valore del rapporto inferiore al 40% dice che la maggior parte delle azioni sono di proprietà dei principali azionisti e hanno la capacità di influenzare i prezzi delle azioni scaricando molte azioni sul mercato. Piccole quantità di azioni flottanti sollevano ulteriori difficoltà per la loro vendita.

sommario

Combinato con altri indicatori e moltiplicatori, il coefficiente di flottante offre a trader e investitori l'opportunità di scegliere uno strumento più adatto in termini di liquidità e prezzo di mercato equo.

L'esperienza ha dimostrato che non esiste una correlazione diretta tra liquidità e flottante, ma si ritiene che il valore elevato del rapporto dia un leggero vantaggio rispetto a quello basso.


Il materiale è preparato da

È nel Forex dal 2009, commercia anche in borsa. Partecipa regolarmente ai webinar RoboForex destinati a clienti con qualsiasi livello di esperienza.