Cosa fanno ogni giorno gli investitori nel mercato azionario? In sostanza, cercano di prevedere il futuro, usando Tech e analisi fondamentale come strumenti. Tuttavia, se ne può fare a meno se trovano qualcuno che è più preciso nelle loro previsioni e copiano le loro operazioni.

Warren Buffett, noto anche come l'Omaha Oracle, dovrebbe essere l'indovino di maggior successo del mercato azionario. Ve ne abbiamo già parlato i suoi mestieri.

E oggi toccheremo la situazione più urgente. Quali sono le previsioni degli operatori del mercato? Chi tiene d'occhio la comunità degli investitori? Discutiamo di questo.

La storia si ripete

Ci sono cose facili da prevedere. Immagina che una grande azienda firmi un contratto con una più piccola per la fornitura di accessori. Molto probabilmente, le azioni della piccola azienda aumenteranno perché questo ordine potrebbe produrre un profitto elevato di tutti i tempi.

Ma cosa fare con previsioni più globali? Come scoprire quale segmento di mercato riceverà la maggior parte degli investimenti? A tal fine, possiamo utilizzare la cronologia: osserviamo come si sono comportati gli investitori in passato e facciamo una nuova previsione basata su di essa.

Ad esempio, durante la crisi finanziaria del 2008, oil & gas i prezzi sono scesi a 60 USD, dopodiché il governo ha annunciato alcune misure di sostegno economico. Le società sopravvissute alla crisi hanno iniziato ad aumentare le capacità di produzione, la domanda di petrolio è cresciuta e i prezzi sono aumentati.

Grafico del prezzo del petrolio greggio
Grafico del prezzo del petrolio greggio

La storia si è ripetuta: i dettagli differiscono ma il quadro generale rimane inalterato. La pandemia di COVID-19 ha provocato la chiusura delle aziende, la domanda di petrolio è diminuita e ad un certo punto i prezzi del petrolio sono risultati negativi.

Poi il governo degli Stati Uniti, come nel 2008, ha annunciato un nuovo programma di QE e ha iniziato a pagare aiuti finanziari ai cittadini. La domanda di bene è cresciuta, il carico di lavoro sugli impianti ha iniziato a crescere di conseguenza, la domanda di petrolio ha iniziato a riprendersi e ha spinto i prezzi al rialzo.

Parlando nel dettaglio, i prezzi del petrolio sono stati influenzati anche dal calo degli investimenti nella filiale, dagli errori logistici e dallo stato di guerra in Ucraina. Ma nel complesso le quotazioni dell'oro nero si sono comportate in modo simile a quello che è successo dopo lo scoppio della bolla delle dotcom o la crisi finanziaria.

Perché gli investitori aspettano i commenti di Powell

L'idea con il petrolio deve essere quasi finita perché le quotazioni sono aumentate al di sopra dei livelli prepandemici. E ora molti investitori si chiedono dove cercare nuove idee.

Ora l'attenzione della società investitrice è focalizzata sulle azioni del Federal Reserve System statunitense; in particolare su come cerca di battere inflazione nel paese.

Gli esperti stanno cercando di prevedere cosa farà il capo della Fed Jerome Powell. Continuerà a restringere la politica monetaria o darà cenni su un rallentamento della crescita del tasso, oppure dirà che è ora di tornare a QE?

Alcuni dicono addirittura che Powell non capisca bene cosa sta succedendo e la situazione è fuori controllo. Tuttavia, gli attori del mercato non contano ancora su uno scenario del genere. Lo si può notare dal rendimento dei buoni del tesoro a tre anni che hanno iniziato a scendere a giugno.

Grafico dei rendimenti dei titoli di stato americani
Grafico dei rendimenti dei titoli di stato americani

Dovremmo dare credito al capo della Fed: continua a suggerire a quali indicatori prestare attenzione per l'analisi ea quali condizioni prenderà queste o quelle decisioni.

Dal 2008, i programmi di QE hanno portato il debito statunitense dall'87% al 137% del PIL. Per ridurre il debito, deve iniziare a crescere più lentamente del PIL. E la crescita di questi ultimi è necessaria per estinguere il debito.

Tuttavia, l'attuale inflazione nel paese è ai massimi degli ultimi 40 anni e la Fed aumenta il tasso di interesse per batterlo. Tuttavia, questo aumento fa sì che il debito diventi più costoso da servire, la crescita del PIL rallenta e così anche l'economia. Quindi meno tasse. Allora, dove trovare i soldi per servire il debito?

Negli anni '1970, anche l'inflazione negli Stati Uniti era alta, ma il carico del debito era inferiore al 30%. Alla fine, è tempo di inventare qualcosa di nuovo (come il Giappone è riuscito a pensare al QE) o di trovare una soluzione nella storia di un altro Paese (il debito del Giappone nel 2020 ha raggiunto il 266% del PIL).

Non c'è errore nei calcoli dell'inflazione

Per ora, Jerome Powell si attiene al piano inventato dopo la crisi finanziaria. In quel momento, l'inflazione è balzata al 6%, poi è scesa al -2%.

Qui possiamo vedere il suo primo errore, ed è l'idea che l'inflazione sia un fenomeno temporaneo. Anche nel 2021 ha insistito sul fatto che l'inflazione fosse temporanea, il che significa che non era necessario aumentare il tasso troppo presto. E quest'anno ha ammesso di essersi sbagliato.

Questo lascia perplessi gli investitori. Cosa farà ora la Fed? Il tasso di interesse crescerà ulteriormente? Se sì, allora quanto in alto? Oppure il ciclo di crescita terminerà nel 2022 e la recessione farà pensare al governo di abbassare il tasso e adottare misure a sostegno dell'economia?

Dalla decisione del capo della Fed dipende il comportamento degli investitori in borsa. Fino a poco tempo, a giudicare da ciò che era solito dire Powell, gli operatori di mercato prevedevano che la crescita del tasso di interesse finisse nel 2022 e un calo del tasso fino al 2023. Con queste aspettative, il rendimento dei buoni del tesoro ha smesso di crescere a giugno, mentre il S&P 500 e NASDAQ 100 gli indici azionari sono saliti.

Tuttavia, in questi giorni capita sempre più spesso agli investitori che il capo del regolatore abbia sottovalutato l'entità del problema. Nel 2022, l'inflazione non sarà in grado di scendere al previsto 2% e il tasso di interesse effettivo è troppo basso per batterlo.

Se Powell ammette questo fatto, dovrà contare su un ciclo più lungo di aumento dei tassi di interesse. Ciò significa non solo un calo degli indici azionari, ma anche un'ulteriore crescita del rendimento dei titoli di stato, rendendo le obbligazioni più interessanti opzioni di investimento rispetto a riserve.

Com'è andato il simposio di Jackson Hole

La scorsa settimana c'è stato un simposio economico a Jackson Hole che ha riunito i capi delle banche centrali dei paesi sviluppati. Anche Jerome Powell ha parlato lì. Gli investitori hanno anticipato il suo intervento: avevano bisogno di sapere cosa avrebbe fatto dopo la Fed.

Il discorso è durato solo 8 minuti, ma sono bastati alle persone più ricche degli Stati Uniti per perdere 78 miliardi di dollari.

Che cosa ha detto Powell

Il succo del discorso era che la Fed avrebbe fatto ogni sforzo per battere l'inflazione e che ciò avrebbe potuto portare a una diminuzione del reddito dei consumatori, all'aumento della disoccupazione e a un rallentamento dell'economia. Sfortunatamente, questa è la realtà.

In altre parole, Powell ha chiarito che il tasso di interesse continuerà a crescere. Dopo aver appreso queste informazioni, gli investitori hanno iniziato a cambiare le loro aspettative e la possibilità di una diminuzione del tasso di interesse nel 2023 è diminuita immediatamente. Allo stesso tempo, il rendimento delle obbligazioni è salito alle stelle e gli indici azionari S&P 500 e NASDAQ 100 hanno iniziato a scendere.

Grafico dei prezzi degli indici azionari S&P 500 e NASDAQ 100
Grafico dei prezzi degli indici azionari S&P 500 e NASDAQ 100

Mentre il tasso di interesse cresce, le obbligazioni stanno diventando opzioni di investimento più interessanti, quindi il denaro scorre verso di loro dalle azioni. Detto questo, possiamo suggerirlo indici azionari andrà ai minimi di giugno.

Riflessioni conclusive

Se abbiamo abbastanza conoscenze e controlliamo indici economici regolarmente, possiamo prevedere con precisione cosa accadrà nell'economia e prendere decisioni di investimento di conseguenza.

Questa previsione deve includere l'azione della Fed, e questo implica studiare la biografia della sua testa per capire se è pronta ai rischi, è in grado di ammettere i propri errori e può cambiare rotta quando necessario.

I discorsi di Powell hanno aiutato gli investitori a prendere decisioni. Tuttavia, il suo ultimo discorso dimostra che il momento dell'ottimismo non è ancora arrivato.

Investire in azioni americane con RoboForex a condizioni vantaggiose! Le azioni reali possono essere negoziate sulla piattaforma R StocksTrader a partire da $ 0.0045 per azione, con una commissione minima di negoziazione di $ 0.5. Puoi anche provare le tue abilità di trading nel Piattaforma R StocksTrader su un conto demo, registrati su RoboForex e aprire un conto di trading.


Il materiale è preparato da

È nel mercato finanziario dal 2004. Dal 2012 negozia azioni in una borsa americana e pubblica articoli analitici sul mercato azionario. Partecipa attivamente alla preparazione e alla consegna di webinar educativi RoboForex.